Utente 250XXX
Vi scrivo per mio marito, ultimamente soffre spesso di cattiva digestione, brontolii di stomaco e diarrea. Dopo tanta fatica sono riuscita a farlo andare dalla dottoressa e gli ha prescritto un'ecografia addominale dal quale si evince che ha lo stomaco grasso. Ora la dottoressa gli ha detto che non è ancora ora di fare accertamenti ma ho letto che con una semplice ecografia non si può stabilire quanto è grave questa cosa pertanto gli ho prenotato una visita con fibroscan, ma non essendo io un medico non sono sicura che gli possa servire e che sia la strada giusta da prendere anche perché è molto difficile convincerlo a fare visite e vorrei fargliele fare mirate. Lei cosa mi consiglia? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Suppongo sia FEGATO grasso e non stomaco come ha scritto lei.
Quanto è alto suo marito?
Quanto pesa?
Ha parenti diabetici?
Resto a sua disposizione.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Dr. Luano Fattorini

32% attività
16% attualità
16% socialità
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì tratta evidentemente di una Steatosi epatica, ma essa può essere alcoolica o non-alcolica, è necessario distinguere, così come è necessario distinguere, anche ecograficamente, tra steatosi lieve, moderata o severa.
Perciò, oltre alla visita e all'interrogatorio, occorre conoscere gli esami degli indici epatici e della funzione del fegato, del quadro metabolico, del peso e dello stile di vita.
È importante anche distinguere tra steatosi, steatoepatite e fibrosi, e dei varie eventuali gradi di quest'ultima, ed in ciò è utile il fibroscan e soprattutto l'elastosonografia.
Nel suo caso poi sarebbe necessario anche indagare sullo stomaco e approfondire le indagini sulla digestione e l'assorbimento intestinale con altri appositi esami.
Cari saluti
dr. Luano Fattorini

[#3] dopo  
Utente 250XXX

Vi ringrazio per le risposte. Mio marito è in sovrappeso, pesa 94 kg ed è alto 1.73, non ha parenti diabetici, ma suo padre è suo nonno sono deceduti per tumori ai polmoni e al peritoneo. In questo momento non fa attività fisica, riprenderà a breve la palestra ed è solito andarci per 6 - 7 mesi all'anno circa. Penso proprio che questo fegato grasso sia dipeso da quanto beveva da giovane, per fortuna in questi anni ha bevuto sempre meno e da circa 2 anni beve solo un bicchiere di vino a pranzo ogni tanto e basta; secondo voi dovrebbe evitare anche quello? Quindi per iniziare va bene il fibroscan e poi eventualmente in base al risultato lo farò seguire da un gastroenterologo?
Vi ringrazio ancora.

[#4] dopo  
Dr. Luano Fattorini

32% attività
16% attualità
16% socialità
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Farei l'inverso, prima il gastroenterologo per inquadrare bene il caso, poi, eventualmente, anche il fibroscan.
Prego.
dr. Luano Fattorini

[#5] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Il fegato grasso di suo marito è fortemente influenzato dal sovrappeso.
Utile un calo ponderale importante attraverso una alimentazione controllata e movimento fisico.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia