Utente 510XXX
Buongiorno, scrivo per chiedere un vostro parere in attesa di accertamenti già in programma.Lo scorso autunno ho cambiato alimentazione, ad esempio inserendo alimenti integrali in larga prevalenza rispetto a quelli raffinati, limitando molto lo zucchero (anche se già non ne assumevo molto), assumendo pillole di olio di fegato di merluzzo (il dosaggio di vit D era basso) e limitando le quantità fino a dicembre. Questo mi ha consentito di perdere all'incirca 7/8kg. Da dicembre, a causa di una malattia ed un lutto in famiglia e poi per tutte le incombenze burocratiche successive, ho del tutto trascurato l'alimentazione: quando capitava - se capitava - mangiavo ciò che capitava (porcherie comprese). A lungo non mi sono pesata, pensando di essere ingrassata. Ad inizio febbraio, invece, pesandomi noto di aver perso 2kg, e penso di aver forse sottostimato la mia recente alimentazione a causa dello stress. Da allora faccio attenzione a non saltare pasti e a mangiare il giusto, né tanto né poco. Sono dimagrita ancora altri 3kg. Nelle ultime 2 settimane ho anche mangiato molto più del necessario, arrivando solo a fermare il dimagrimento ma non a rimettere peso. Il peso ora, di per sè, è corretto, era prima che era eccessivo... Ma sono preoccupata per la perdita ingiustificata. Il mio medico mi ha ordinato una batteria di esami di routine (emocromo, colesterolo, trigliceridi, AST, ALT e simili) ed è tutto nella norma. Nel frattempo, da circa 10 gg quotidianamente avverto una leggera dolenzia all'addome, in alto a destra: è in tutto e per tutto lo stesso tipo di dolore che avvertivo in occasione di ripetute coliche biliari che ho avuto nel corso del 2017 (risolte con l'asportazione della cistifellea a dicembre 2017) ma molto più leggero, assolutamente sopportabile; qualche volta si intensifica (rimanendo comunque sempre sopportabile) ed in tal caso "sale" anche alla spalla destra e lato dx del collo e, due volte, alla schiena (stessa altezza di cui all'addome). A questo punto il mio medico mi ha ordinato un'eco addome completo (lo eseguirò la prossima settimana) ed il dosaggio di alcuni marcatori tumorali, dei quali ho appena ritirato il referto. riporto i risultati:
Fosfatasi Alcalina 52 (39-117)
GlutamilTransferasi 11 (5-36)
S-proteine 70 (66-87)
S-Elettroforesi:
Albumina 58,1 (55,8-66,1)
Alfa 1 globuline 4,8 (2,9-4,9)
Beta Globuline 10,5 (7,9-13,7)
Gamma Globuline 17,6 (11,1-18,8)
Rapporto Albumina/globuline 1,40 (
Note non alterazioni qualitative di rilievo
PCR 3,2 (min di 5,0)
VES 18 (min di 38)
S-CEA 0,9 (min di 5)
S- Antigene carboidratico 19.9 37 (min di 37)
S- Antigene carboidratico 125 14 (min di 35)
Qui scatta il panico... il CA 19.9 è proprio al limite e so (correggetemi se sbaglio) che nei tumori del pancreas è un marcatore che "parte" tardi, quindi il fatto che sia solo al limite sarebbe compatibile con questa ipotesi (che giustificherebbe anche il dimagrimento).
Nella lunga attesa dell'ecografia, qualcuno mi sa dare qualche opinione? grazie

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
I markers servono poco a scopo diagnostico.
Il ruolo dell' ecografia nello studio del pancreas è modesto. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 510XXX

Grazie Dottore!
Quindi lei che approfondimenti suggerirebbe (se ne suggerirebbe)?

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Se esiste il dubbio di una patologia pancreatica una tac o risonanza magnetica.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 510XXX

Alla luce del quadro che ho descritto, ritiene che il dubbio possa ragionevolmente sussistere? O propende per altre ipotesi? Sono un po' confusa... Il mio medico mi è sembrato allarmato anche se mi ha detto di non preoccuparmi (però mi ha raccomandato di fare il prelievo il giorno seguente e, se non fossi riuscita a prenotare l'ecografia in tempi brevi nonostante la priorità, di farla privatamente) e quindi non capisco se sono io che mi fascio la testa da ipocondriaca (quale indubbiamente sono) o se effettivamente le premesse non sono buone. Grazie ancora per l'attenzione e la cortesia

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Questo credo possa stabilirlo solo il collega che l'ha visitata. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it