Utente 513XXX
Gentilissimi dottori,

Sono una paziente con Morbo di Crohn e ileostomia attualmente gravida alla 32esima settimana, assumo azatioprina 50 mg 1cp. al dì.

Negli esami di laboratorio effettuati si riscontrano ALT, AST, amilasi e lipasi nella norma, acidi biliari totali a 5 (valori di riferimento 0-6).

Data la mia malattia e la terapia con azatioprina ci sono altri esami che potrei fare? Leggevo che esiste anche un dosaggio degli acidi biliari "post prandiale"; potrebbe essere utile per verificare una eventuale colestasi o è sufficiente ciò che ho già fatto per stare tranquilla?

Non avverto prurito.

Ringrazio anticipatamente.
Cordialità.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Direi che è sufficiente ciò che ha fatto.
In ogni caso il riferimento è il/la collega ginecologo/a.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 513XXX

La ringrazio anzitutto per il celere riscontro.

Il mio gastroenterologo è appena andato in pensione e questa notizia mi ha un po' scombussolata avendo perso in questa fase delicata un professionista di riferimento.

Mi permetto di approfittare ancora della sua gentilezza per chiederle chiarimenti si questo dosaggio degli acidi "post prandiale". A cosa serve? Perché si fa?

Grazie ancora.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
si fa per osservare il picco post-prandiale degli acidi biliari e, quindi avere una diagnosi "precoce" di colestasi.
Io, personalmente, non l'ho mai richiesto o visto richiedere.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia