Utente
Buonasera, ho 28 anni e vorrei alcuni consigli per fare chiarezza su dei sintomi che mi tormentano dall'estate scorsa in maniera ingravescente. Premetto sono un tipo ansioso tendente all'ipocondria, ma questi sintomi si sono manifestati in fase della mia vita relativamente calma. Tutto è iniziato i primi di giugno con flatulenza mattutina e feci molli con 2 scariche al giorno. Lentamente la flatulenza è aumentata come è cambiata la consistenze delle feci, posso dire di aver visto in questi mesi tutte le fasi della scale bristol. Dovendo però evidenziare quelle che si presentano con maggiore frequenza sono sicuramente feci giallognole frastagliate che galleggiano con pezzi residui di cibo e bollicine d'aria (steatorrea) che si formano accanto all'acqua con muco. Diarrea acquosa raramente ma feci molli spesso troppo. Ma oltre a questo anche il mio peso corporeo è stato ballerino all'inizio di giugno ero 92 kg ora oscillo a secondo di come sto tra gli 86 e i 90. Le scariche sono divenute di norma 2 e a volte tre, nelle giornate peggiori sono esclusivamente mattutine una di seguito all'altra in un breve arco di tempo, la prima un pò più solida la seconda meno con feci però lunghe e strette che si piegano all'interno della tazza e la terza con feci più grosse ma più molli. Il tutto ovviamente si accompagna a lievi dolori su tutta la pancia ma non presenti tutti i giorni e meteorismo e a volte nausea. Ho effettuato esami del sangue per la ricerca della celiachjia nella norma eco anse nella norma calprotectina fecale ricerca sangue occulto e infine una colonscopia arrivata ad esplorare l'ileo attraverso la valvola ileo cecale nel mese di gennaio negativa anche quella.
Ho consultato 3 gastroenterologi e giovedi sentirò un quarto anche se le mie finanze cominciano a chiedermi pietà.
Uno mi ha liquidato con colon irritabile e una blanda cura. Il secondo che ha eseguito anche la colonscopia mi ha consigliato uno psicologo e nessuna terapia, il terzo mi ha proposto una dieta abbastanza di esclusione che non ho effettuato nonostante sia consapevole che il mio regime alimentare non è dei migliori.
In questi mesi ho assunto Normix,milicon gas,kaleidon 60, biotrap, xanax, enterolactis plus e candex. Solo l'ultimo farmaco ha avuto lievi miglioramenti con feci di nuovo di buon colore meglio formate e meno galleggianti pur non migliorando gli altri sintomi e tornando alla situazione attuale dopo la sospensione.
Ora avendo escluso patologie nel grosso intestino ho il timore che il problema risieda nel piccolo, so che sono patologie rare ma leggendo su internet e ho letto pure in questo sito un articolo a riguardo del malassorbimento collegato a linfoma e neoplasie neuroendocrine che sono le più frequenti in questa porzione di intestino. Cosa ne pensate? come mi consigliate di agire?

Grazie per le eventuali risposte.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) quella che lei (dopo abbondanti letture sul web) definisce steatorrea NON È steatorrea (che è tutt'altra cosa)!
2) i pezzi di cibo visibili nelle feci sono dovuti SOLAMENTE ad una masticazione frettolosa ed imperfetta.
3) faccia un breath test al lattulosio nel sospetto di SIBO.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Wow risposta istantanea grazie mille prima di tutto, effettuerò in tempi brevissimi il test o meglio ripeterò lo feci alcuni anni fa per sintomi simili con esito negativo. In definitiva quindi i miei non sono sintomi da linfoma o carcinoide?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non dica sciocchezze.......
Faccia il breath test al lattulosio.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille dottore per il tempo dedicatomi, e le informazioni. Le auguro una buona serata.

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
A lei.
Mi aggiorni se le fa piacere.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dottore in attesa del breath test per il SIBO, sono andato giovedi da un gastroenterologo il quarto di cui ho deciso di fidarmi dato la visita accurata che mi ha fatto, ha letto tutti gli esami sia recenti di questi 7 mesi sia quelli che degli anni passati, mi trascino questo problema da molti anni ma non era mai stato cosi insistente come oggi. Lui ritiene tutto correlabile ad un disturbo funzionale e mi ha dato una terapia con colonir e gelsactan e di avere molta, molta pazienza perchè ci vorrà tempo. Uscito di buono umore come spesso mi capita è rifiorito l'appettito ho cenato con carne e patate e poi avendo ancora fame mi sono fatto verso le 22 una pizza e ho mangiato due gelati preconfezionati e sbam tutta la notte flatulenze e sintomatologia il giorno peggiorata notevolmente feci molli galleggianti 3 volte al di concentrate di norma la mattina, sono al terzo giorno di cura e i risultati sono assenti, in attesa del test per il sibo, i miei sintomi sono correlabili con colon irritabile? nella colonscopia non sono state fatte biopsie perchè il colon e l'ileo risultavano ok ma non potrebbe essere sfuggita una colite microscopica?

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Dopo un pasto del genere mi pare il minimo!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia