Utente 507XXX
Salve, sono un ragazzo di 23 anni (62 kg) in cura presso un gastroenterologo che attualmente è in ferie e mi aveva preannunciato che sarebbe risultato irreperibile. Da più d' un mese le mie feci non risultano formate e pertanto sono stato sottoposto a biopsia del colon. Appena dopo la biopsia già il medico si era sbilanciato parlando di sospetto crohn.. . Ora ho il referto della biopsia, che purtroppo come anticipato non posso al momento sottoporre al medico curante che potrò ricontattare solo dopo il 29 Agosto. Sottopongo alla vostra attenzione la diagnosi: "Frustoli di mucosa colica mal fissata, con edema e discreta infiltrazione flagistica cronica e granulacitaria eosinofila della lamina propria, occasionale criptite e formazione di strutture follicolari linfatiche iperplastiche. Presenza di focale erosione fibrino leucocitaria. Colite cronica di grado moderato, con attività lieve, da valutare mediante follow up. " Mi è stato detto dallo specialista (prima della diagnosi della biopsia) di prendere 2 pillole di cortisone al giorno.. . questa è la terapia che m ha lasciato fino a fine mese, da diminuire nel dosaggio tra qualche giorno ed azzerare intorno al 24 agosto.. .
Qualcuno si è fatto un idea di cosa stiamo parlando in seguito all esito della biopsia? Può essere che non si parli più di Crohn? Grazie a chi vorrà condividere il proprio esperto parere. Buona giornata.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Appunto. Di cosa stiamo parlando ? Non c'è diagnosi di Crohn ma bisogna sapere almeno la sua sintomatologia e la descrizione della colonscopia per "cercare" di orientarsi

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 507XXX

Si mi scusi, avevo dimenticato di aggiungere che a livello di sintomi è cominciato tutto con crampi addominali e scariche, anche fino a cinque\sei sia di giorno che di notte... a questo aggiungo che avevo piccole afte alla bocca...e da lì il medico mi parlò di crohn...accentuando il suo convincimento in seguito alla rettocolonscopia da lui effettuata. vi riporto: "Esplorazione estesa sino al colon discendente ove l' intenso edema impedisce l' ulteriore avanzamento dello strumento. la mucosa del sigma e discendente appare edematosa, iperemica, segnata da numerose afte fibriminose confluenti, con aspetto produttivo e ipertrofico. a livello del retto si segnalano numerose afte confluenti. Biopsie multiple. Conclusioni: Sospetta malattia di Crohn del colon da tipizzare istologicamente."

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il quadro endoscopico ci potrebbe stare come malattia di crohn la cui diagnosi istologica non sempre è chiara. Qui allora solo il gastroenterologo che la segue può pronunciarsi in merito
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it