Utente 286XXX
Gentili dottori,
da tre settimane soffro di disturbi come forti dolori allo stomaco nausea e delle volte vomito.
Il medico mi ha prescritto omeprazen una compressa al giorno e gaviscon. Successivamente dal momento che i dolori non passavano mi è stata prescritta eco addome e gastroscopia con biopsia.
Effettuerò tali esami dopo 10 giorni circa di cura con omeprazen. Leggo ovunque che l’omprazen può alterare la visione di helicobacter.
Il gastroenterologo però mi ha detto che non sarà così poiché è da troppo poco tempo che lo assumo.
Mi fido del mio medico ma volevo conoscere anche il vostro parere per un semplice confronto. Grazie. Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Anche 10 giorni potrebbero alterare il risultato.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 286XXX

Grazie mille per la celere risposta. Quindi l’esame che sto per effettuare, per lo meno ai fini dell’individuazione del batterio, si può definire in parte inutile..

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Potrebbe essere inutile...
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 286XXX

Gentilissimo dottore volevo informarla che dalla gastroscopia è risultato semplicemente un leggero reflusso ed un esofagite di grado A Los Angeles .
Nessuna presenza di batteri.
Il medico mi ha prescritto 10 mg di omeprazen una volta al giorno per un mese, Gaviscon dopo i pasti ed una ecografia addome. Purtroppo pochi giorni prima della eco son finita al pronto soccorso per i forti dolori notturni, crampi, coliche allo stomaco e all’addome superiore. Al pronto s. mi hanno effettuato una ecografia addome e analisi del sangue molto lunghe ed approfondite. Dalle quali non è risultato nulla tranne un rialzo diciamo leggero del valore degli eosinofili.
Ho rifatto l’eco addominale che comunque avevo già prenotato e ha confermato che non vi fosse nulla da rilevare.
Fatto coltura urine, negativa.
Calprest negativo (valore 48,5 quindi minore di 50)
Nausea e vomito sono scomparsi definitivamente da settimane.
E non ho mai avuto problemi con le feci di nessun tipo.
Ho trascorso un paio di settimane tranquille, durante le quali ho mangiato sano ma di tutto..intervallate solo da un leggero episodio.
Però purtroppo l’altro ieri ho avuto nuovamente un episodio molto violento. Dopo mezz’ora dalla cena, crampi e coliche che si son protratte per circa 6 ore. Dolori molto forti con sudori freddi. A nulla è servito il buscopan. Ho avuto la sensazione di stomaco o colon irrigidito, tantissima aria ed eruttazioni continue e borborigmi continui che mi facevano star meglio per pochi attimi. Mi sono spaventata moltissimo e assunto anche xanax per capire se fosse frutto anche dell’ansia. Ma nulla. Ho evitato il pronto soccorso solo perché immaginavo cosa avrebbero fatto essendoci già stata da poco. Ovviamente nessun episodio di diarrea. Nemmeno lo stimolo. Sono andata al bagno normalmente il giorno dopo. Stasera mi sta accadendo di nuovo. Ma inizialmente erano accettabili ora dopo 3 ore dal pasto stanno peggiorando. La cosa incredibile è che mi accade solo la sera. Spasmi nella parte esattamente centrale dell’addome con la sensazione che qualcosa si muova all’interno. Domani prenoterò urgentemente una visita con un nuovo gastroenterologo perché la situazione sta diventando totalmente invalidante. Però ci tengo tantissimo anche ad un suo parere. La ringrazio in anticipo e mi perdoni per la lunghezza ma volevo essere il più specifica possibile.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Potrebbe trattarsi di qualche intolleranza alimentare
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 286XXX

Ho sospettato la stessa cosa..non ho mai immaginato che le intolleranze potessero dare coliche così forti..Ho appuntamento in settimana con lo specialista. Le farò sapere. Intanto grazie mille per la sua risposta

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Perfetto, a risentirci
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it