Utente 539XXX
Buongiorno dottori. Ho 41 anni e da gennaio soffro di uno strano disturbo.
Tutto inizia a fine gennaio quando, dopo una cura antibiotica per un infezione alle vie urinarie mi viene prescritto un antibiotico. Alla fine del ciclo antibiotico comincio ad avvertire uno strano dolore alla fossa iliaca sinistra. Eseguo una visita urologica e una ecografia addome completo e una tac addome completo con mdc dove non viene rilevato nulla di anomalo (milza normale pancreas normale fegato normale) e l’urologo per completezza di indagini mi consiglia una visita gastroenterologica.
Effettuo anche la visita Gastroenterologica nel mese di maggio dove mi vengono effettuati esami specifici una rettosigmoidoscopia (giugno) e una colonscopia completa (luglio) ed esami ematici
Valori cea negativo valore Ca 19-9 negativo calprocteina fecale negativa emocromo ok amilasi ok lipasi ok.
L’unico valore leggermente anomalo risulta la bilirubina totale a 1, 56 diretta 0, 23 indiretta 1, 33 transaminasi ok emoglobina ok emo tomo ok e a questo punto il Gastroenterologo mi comunica possa essere affetto da sindrome di Gilbert.
Nel mese di agosto effettuo un rx al torace in quanto il dolore si sposta sul fianco sinistro e a giorni sotto la costola sinistra che mi duole al tatto ma risulta negativa per gabbia toracica e polmoni.
Ora il dolore da una quindicina di giorni di sposta da costola sinistra a destra da fianco sinistro a destro ma sempre desolo dopo il pranzo è mai dopo cena. Di notte non ho mai né male né disturbi di nessun genere.
Siccome sono una persona ansiosa vorrei sapere da voi se è il caso da fare qualche altro approfondimento diagnostico o se l’ansia mi stia giocando questo scherzo da 7 mesi a questa parte.
Grazie della vostra disponibilità e attendo un vostro gentile riscontro.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La sindrome di Gilbert non è una malattia.
Probabilmente solo intestino irritabile e tanta ansia.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 539XXX

Grazie della tempestiva risposta Dottore
Ma può essere intestino irritabile senza diarrea ne stipsi?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 539XXX

Nuovamente grazie Dottore. Cercherò di combattere quest’ansia.

[#5] dopo  
Utente 539XXX

Buongiorno Dottori vi aggiorno. I dolori al fianco si sono affievoliti ma saltuariamente sento uno strano fastidio sotto la costola sinistra che mi preoccupa è che non capisco da dove provenga.
Potrebbe essere il pancreas? La notte continuo a riposare normalmente senza avere disturbi. Al tatto la costola non mi da più fastidio come in precedenza.
Avendo effettuato una tac a luglio posso stare tranquillo o la situazione in 3 mesi potrebbe essere variata.
Ho effettuato i marcatori CEA e Gica a giugno sarebbe il caso di ripeterli?
Ho appetito come sempre e di corpo vado regolarmente.
Grazie come sempre del servizio che effettuate e della vostra disponibilità.

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
I marcatori tumorali NON SERVONO A FARE DIAGNOSI DI TUMORE quindi inutile farli!!!!!!
Direi intestino irritabile
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia