Utente 490XXX
Buonasera.. . da due anni sto convivendo con un dolore che non mi da pace e ho girato non so quanti specialisti e nessuno ancora mi ha aiutato.. . chiedo un supporto e un’opinione anche qui perché ormai non dormo più giorno e notte a causa di questo dolore..
io ho la milza ingrossata e l’hanno scoperto tramite una tac, ho sempre dolore alla parte sinistra dell’addome.. . tutti i medici mi hanno detto che è colon irritabile, ho provato mille cure senza un minimo di giovamento.. leggendo su internet però mi sono imbattuta in una pagina che diceva che la milza ingrossandosi si appoggia all’intestino dando questo senso di sazietà e pesantezza.. e anche dolore.. tutti sintomi che ho io.. forse sono sempre andata nella direzione sbagliata rivolgendomi a gastroenterologi quando invece il problema è la milza? A chi dovrei rivolgermi se così fosse? Il mio medico di famiglia dice che devo imparare a convivere con questo dolore.. ma sono distrutta, ho perso molti chili e sto sempre male, ultimamente ho anche la nausea ogni giorno.. . non saprei nemmeno a cosa sia dovuto questo ingrossamento, forse un’infezione presa sotto i ferri?
Ho il sospetto che tutto questo dolore sia iniziato in concomitanza di un’infiltrazione alla schiena, è arrivato pochi giorni dopo questa puntura e non vorrei aver contratto qualcosa in quel caso.. . spero di no ma vi prego se potete darmi un consiglio ve ne sarei molto grata.
Grazie infinite

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La teoria della milza che spinge avrebbe un senso se la sua milza avesse raddoppiato le dimensioni......
Non ci dice di quanti cm è la sua milza....
Non ci dice come è quant'è volte al giorno va in bagno....
Non ci dice perché avrebbe preso una infezione "sotto i ferri"....
(Che intervento ha fatto?)
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 490XXX

Innanzitutto grazie Dottore per aver preso in considerazione il mio problema...
La mia milza dall’ultima ecografia del mese scorso è di 13cm... io peso 45 kg per 1,65 forse anche questo influisce?
L’intestino penso vada abbastanza bene perché vado in bagno tutti i giorni.. a volte con più fatica a volte senza problemi ma di solito non ho mai problemi... dissenteria ogni tanto ma raramente..
l’infezione di cui parlavo e sospetto sarebbe per l’infiltrazione fatta nella colonna vertebrale due/tre giorni prima che iniziassi ad accusare questo dolore addominale..
ho fatto anche analisi della mononucleosi e il risultato è stato infezione pregressa ma non saprei a che evento attribuirla se non a quello che ho appena citato ... grazie ancora per la disponibilità

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Quindi non ha avuto interventi?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 490XXX

Non so se sia da definire propriamente intervento ma per farmelo sono andata in sala operatoria monitorata con tac e mi hanno anestetizzata... almeno nell’ospedale in cui me l’hanno fatta funziona così..
dimenticavo di dire anche che ho sempre una febbriciattola che si aggira sui 37.5 a volte anche 38.. e stanchezza già dal mattino appena mi alzo dal letto... dolori alle gambe non parliamone...

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Indagherei sul versante osteoarticolare.
L'infiltrazione potrebbe avere irritato delle terminazioni nervose
Ovviamente è solo una ipotesi a distanza e senza visita.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente 490XXX

Grazie infinite... dovrei rivolgermi a un ortopedico?

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Inizierei con un neurologo
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente 490XXX

Purtroppo dal neurologo ci sono già andata qualche mese fa, e mi ha detto che secondo lui era un problema non di sua competenza... mi ha indirizzata dal reumatologo ma anche lì non ho concluso niente...
non so davvero più cosa fare il dolore è sempre lì costante e non passa con nessun antidolorifico... quando sono proprio al limite prendo una pastiglia di contramal e mi allevia poco poco il dolore ma non scompare del tutto..

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Purtroppo Non la posso visitare e, di conseguenza, dn più non posso dire
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente 490XXX

Grazie lo stesso è stato davvero molto gentile, magari proverò a rivolgermi ad un altro neurologo magari mi potrà aiutare ... grazie mille

[#11]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
mi aggiorni se le fa piacere.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#12] dopo  
Utente 490XXX

Certamente, ancora mille grazie!!