Utente 559XXX
Buongiorno
Il 21 agosto mi sono recato al prontosoccorso per dolore opprimente con distensione addominale durato tutta la notte con una febbre a 38.
Dalla palpazione (Bloomberg positivo) ad entrambi i quadranti di dx e sx e dalle analisi del sangue (leucociti a 15000) mi ricoverano per una sospetta appendicopatia anche se poi al chirurgo addominale che mi rivisita appare strano che il dolore sia anche a sinistra.
Faccio ecoaddome completo ed rx addome e i dubbi non vengono fugati, perché non ci sono blocchi, le pareti sono nella norma ma non riescono a visualizzare l'appendice.
Dopo una notte a digiuno con flebo di antibiotico la mattina dopo Sto già meglio sia alla palpazione che nei valori dei leucociti (7000). Mi fanno una tac con mdc che non evidenzia alterazioni focali degli organi parenchetamosi né versamenti ne' idrofrenosi o ingrossamento lonfonoidali, insomma nulla se non dei diverticoli non complicati all altezza del sigma e del trasverso. Faccio ancora altre 2 giornate di digiuno e antibiotici e mi dimettono con valori ristabiliti.
Una volta uscito il gastroenterolo da cui mi reco mi fa rifare una ecoaddome con anse pelviche più analisi emocromo completo + pcr e calprotectina. Risultati negativi. Emoglobina > 14, pcr negativo, calprotectina <15. La nuova ecoaddome non rileva ispessimenti patologici e neppure evidenzia diverticoli, ma solo un sigma spastico per distomia discinia secondo il radiologo da cattiva alimentazione.
Tolgo alcool, caffè bevande basate e verdure, come frutta mangio solo mele, avocado e banane e riso in bianco.
Infatti l'alvo si regolarizza. Vado in bagno una volta al dì, sporadicamente salto massimo un giorno e le feci sono ben formate di colore marrone chiaro e molto piu solide del solito, spesso dure.
Ciò che mi spaventa è che un giorno dopo aver faticato un po ad evacuare, noto sulla carta igienica del sangue vivo che vedo anche sulla tazza come se fosse coccolato e su Una estremità delle feci.
Recatomi dalla gastroenterologa mi dice che gli esami sono tuttinegarivi e la pancia è palpabile senza presenza di masse sospette.
Ma quando le riferisco del sangue dice che a questo punto è meglio fare una colon. Poi mi ispeciona l'ano e mi dice che c'è un ragade ma resta necessaria la colonscopia per sicurezza.
Da allora è mancano ancora 8 gg all'evento vivo come se già mi avessero dato una sentenza a morte.
Pensavo che TAC, RX, 2 Ecoaddome più calprotectina e pcr negativi ed emocromo nella norma bastassero a Fano escludere un tumore al colon, ma probabilmente così non è. Farò la Colon e vedremo. Domanda: ma se ci fosse stata una neoplasia di entità importante sarebbe stata rilevata in qualche modo, almeno solo sospetto, da questi precedenti esami.
Spero in una risposta tecnica che mi possa dare maggiore chiarezza.
Cordialmente
Antonio

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La TC avrebbe evidenziato masse neoplastiche.
Attenda con serenità la colonscopia.
Ci aggiorni dopo l'esame.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 559XXX

La ringrazio Dottore per la rassicurazione
Ma ormai sento dentro di me che c'è qualcosa di grave .
Lunedì ho la colonscopia, ma i fastidi non sono diminuiti. L'alvo è regolare. Feci consistenti e ben formate una volta al di.
Non ho piu veri e propri dolori, solo qualche fastidio sia a destra che a sinistra e a volte in basso prima di evacuare e una buona sensazione di appetito .

Nonostante questo da ieri ho un leggero ma persistente senso di nausea e sento un senso di stanchezza ( non so se psicologico o fisico) .
Spero solo che la stadiaziome della malattia sia ancora a livelli che mi permettono di affrontarla e provare a combatterla.

Il 22 agosto la TAC con MDC recitava che era tutto nella norma negli organi confinanti con l'intestino e che non comparivano ispessimenti patologici lungo le pareti dello stesso .Ma solo qualche diverticolo non complicato.
Forse avrebbero dovuto farmi subito una colon prima di dimettermi.
Non vedo tra l'altro questa sensazione di malessere diffuso da cos'altro potrebbe derivare se non da un tumore al colon.
Ho letto su internet alla ricerca di possibili malattie alternative, meno nefaste, ma non vedo quale potrebbe essere...

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Tanta ansia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 559XXX

Per fortuna aveva ragione lei dottore.
La colomscopia non ha rilevato malattie organiche, solo un polipetto di 5 millimetri sul retto diatale, asportato.

Grazie per il supporto.
A

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Bene!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente 559XXX

Buongiorno Dottore
Lunedì pomeriggio ho fatto la mia prima colonscopia cone le dicevo.
Con perlustrazione di tutto l'intestino crasso fino alla valvola ileocecale. Non sono riusciti ad entrare nell'ileo nonostante qualche ripetuto tentatovo ed inoltre mi é stato adportato un polipo di 5 millimetri dal retto. Ieri un giorno dopo l'intervento alla prima delegazione ho visto piccole perdite di sangue. Mentre già dalla seconda volta che sono andato in bagno, questa mattina, non ho visto più nessuna traccia di sangue. Non sento fastidi particolari, ma oggi mentre si parlava negli spogliatoi della piscina, un mio amico mi ha detto che il padre di un suo amico è morto a seguito delle complicanze di una colon scopia. Questa cosa mi ha terrorizzato. E non ci sto dormendo. In attesa che possa presentarsi una sintomatologia d'allarme. Sono passati 2 giorni e mezzo dall'esame. Fra quanto potrò dirmi che tutto è andato bene e che sono fuori pericolo di una eventuale perforazione? Posso fare qualcosa in anticipo per verificare che sia andato tutto bene e tranquillizzarmi? La ringrazio in anticipo per le indicazioni professionali che vorrà darmi.

[#7] dopo  
Utente 559XXX

Buongiorno Dottore
Lunedì pomeriggio ho fatto la mia prima colonscopia cone le dicevo.
Con perlustrazione di tutto l'intestino crasso fino alla valvola ileocecale. Non sono riusciti ad entrare nell'ileo nonostante qualche ripetuto tentatovo ed inoltre mi é stato adportato un polipo di 5 millimetri dal retto. Ieri un giorno dopo l'intervento alla prima defecazione ho visto piccole perdite di sangue. Mentre già dalla seconda volta che sono andato in bagno, questa mattina, non ho visto più nessuna traccia di sangue. Non sento fastidi particolari, ma oggi mentre si parlava negli spogliatoi della piscina, un mio amico mi ha detto che il padre di un suo amico è morto a seguito delle complicanze di una colon scopia. Questa cosa mi ha terrorizzato. E non ci sto dormendo. In attesa che possa presentarsi una sintomatologia d'allarme. Sono passati 2 giorni e mezzo dall'esame. Fra quanto potrò dirmi che tutto è andato bene e che sono fuori pericolo di una eventuale perforazione? Posso fare qualcosa in anticipo per verificare che sia andato tutto bene e tranquillizzarmi? La ringrazio in anticipo per le indicazioni professionali che vorrà darmi.

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lei deve curare la sua ansia!!!!!!!!!
Figuriamoci: una presina con l'intestino perforato che se ne va in piscina!!!!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente 559XXX

Lo so . Infatti ho intrapreso da qualche mese un percorso di psicoterapia cognitivo comportamentale e spero di rimettere presto l'ansia nell'angolo.

Per quanto riguarda la perforazione il mio dubbio non era di avercela già,, ma l'eventualità che una manovra errata dell endoscopists potesse aver provocato qualche eventuale lesione più piccola che poi potesse aggravarsi nei giorni in una perforazione vera e propria ..

[#10] dopo  
Utente 559XXX

Vedo che ormai non rispondete più ai miei consulti.
Eppure non mi sembra di aver offeso qualcuno o di essere controvvenuto alle linee guida .......bah
In Italia se paghi forse ti salvi altrimenti puoi serenamente crepare in pace .
Buon lavoro cari gastroenterologi.

[#11]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Invece di scrivere banalità magari potrebbe pensare che mi sia sfuggita la sua domanda in mezzo.alle decine che evadiamo gratuitamente ogni giorno!!!
Mai vista una lesione endoscopica che non si sia palesata subito!
Curi la sua ansia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#12] dopo  
Utente 559XXX

Buongiorno Dr. Bacosi
Posso farle una domanda?
Perché non mi risponde più nessuno alle mie richieste di consulto?
Lo chiedo qui in questo consulto perché lei è l'unico che lo ha fatto.
Mi sembra che mi sia posto sempre con chiarezza e il dovuto contegno .

Stamotte ho avuto la febbre per esempio e non ho preso alcuna medicina perché ancora nessuno mi ha detto chiaramente di che soffre il mio intestino e ho paura che anche prendere una banale tachipirina possa scatenarmi nuovamente disturbi.
È così?