Utente 565XXX
Buonasera, scrivo per mia mamma di 69 anni che due anni fa ha subito un'operazione chiamata hipec con rimozione peritoneo e chemio intra addominale per carcinoma serioso alto grado a partenza peritonale.
Un mese fa ha avuto una pancreatite con amilasi e lipasi aumentate notevolmente e con conseguente ricovero, da lì hanno visto una sub occlusione intestinale secondo i medici causa della pancreatite, hanno fatto terapia antibiotica ed inserito un sondino naso gastrico per vomito fecaloide, tutti gli esami strumentali sono negativi, tac, ecografie, lastre, lastre con gastrografin, e gastroscopia; è molto debilitata ed ha ancora il sondino da cui escono circa 400 ml di liquido a giorni ancora nero, con i clisteri si scarica un pò ogni due giorni ma i dottori non sanno più che terapia applicare e per loro rimarrà con il sondino finchè vivrà, la loro diagnosi è ileo dinamico irreversibile.
Io vorrei capire se c'è una terapia o se dobbiamo davvero rassegnarci.

grazie

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
L'ileo dinamico si risolve da solo o con terapia di supporto entro poche ore/pochi giorni.
Quindi tenderei ad escluderlo.
Probabilmente siamo di fronte ad un problema di aderenze.
Di più a distanza e con le poche informazioni che abbiamo non si può dire.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia