Utente 568XXX
Buonasera a tutti. Scrivo su questo sito perché dopo numerosi, costosi ed inutili consulti, Sono stanca e sempre più preoccupata. Ho 30 anni, normo peso. Mai avuto problemi di stomaco. Unico problema sempre riscontrato sin da ragazzina, coliche intestinali dolorissime. Mi dissero, senza nessun esame specifico, di soffrire di colon irritabile. Ci ho sempre serenamente convissuto. Ma da qualche mese, circa quattro, ho sintomi che non riesco a ricondurre a nulla. A giugno iniziai ad avere problemi digestivi. Dolore forte e nausea dopo ogni pasto. Bruciore allo stomaco molto forte. Inizio con assumere Gaviscon. A poco o nulla serviva. A luglio ho iniziato ad avere dolore invalidante e sottolineo invalidante nella parte retrosternale e in mezzo alle scapole. Nausea e pesantezza estrema al petto. Dolore lombare alla schiena che mi impediva di dormire bene. Presa dal panico andai dal mio medico il quale mi considerò zero. Autonomamente, Mi pagai una visita da uno pneuomologo, preoccupata di eventuale polmonite (che ho già avuto) il quale dopo una siprom. Non trovò alcun problema. Mi son poi recata da un gastroenterologo il quale mi ha detto che avevo tanta aria e molta ipocondria (Mai avuta, mai frequentato medici). Prescizione: 6 mesi di lansoprazolo 30. Per qualche settimana sto ok. Ma da un paio di settimane oltre a piccole fitte fastidiose retro sternali associo bruciore e senso di fame CONTINUO. Di notte, La mattina dopo colazione, dopo pranzo, dopo cena. Nulla placa il mio senso di fame. Bruciore e brontolii come se non mangiassi da mesi. Subito dopo, pesantezza. Continuo col lansoprazolo associando al bisogno gaviscon che però conta poco. Ho dovuto iniziare una tx con antinfiammatori e antibiotici causa infezione dente del giudizio. Ora ho un gusto amaro in bocca continuo, fame sempre, dolore in pressione sotto lo sterno. Sottolineo che non mi ammalo da due anni, mangio sano. Non fumo e ho smesso anche di bere l unica cosa che bevevo: birra. Non so cosa pensare. Ho gastroscopia fra un mese ma faccio fatica a viveresl serena con tutti questi disagi. Ho bisogno, Per favore, di qualche consiglio. Mi devo preoccupare per il fegato? Pancreas? Vie biliari? Stomaco? Non lo so più. Grazie a tutti anticipatamente. Giulia

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ha fatto esame per ricerca hel icobacter p.?
In attesa della gastroscopia, mentre ancora assume lansoprazolo, faccia un prelievo per gastrinemia per controllare se il farmaco in lei agisce.
Farei anche una ecografia epatica per controllare le vie biliari.
Resto a sua disposizione! Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 568XXX

Buongiorno dottore. Grazie per la risposta celere. Mi aspetto infezione da Helic.P perché anche mio padre e mio fratello ne soffrono (o ne soffrivano). Immagino basti bere dallo stesso bicchiere o mangiare dalla stessa forchetta ? Mi chiedevo se possano effettivamente essere sintomi riconducibili a tale infezione.
Alle vie biliari ci avevo sinceramente pensato. Spero che nel caso, siano pressoché banalità. Eco addome può servire ? Ci tengo a sottolineare che non sono ansiosa e non sono mai stata in alcun modo ipocondriaca anzi... Ho incontrato proprio a luglio il mio medico di base, Per la prima volta. Lo dico non per qualcosa ma bensì perché immagino che la componente ansiogena sia deleteria per lo stomaco.. ed a parte qualche tensione normale della vita di tutti i giorni, non ho mai sofferto di ansia.
Le ricordo anche che ho molta energia fisica, anche se a volte percepisco fame d'aria.
Buona giornata e grazie.