Utente 208XXX
Gentili Dottori, circa due anni fa ho avuto il primo episodio di grossa formazione di gas intestinale con dolori insopportabili e senso di oppressione e stipsi.
Recatami dal mio gastroenterologo mi diede una cura a base di antispastici, simeticone e bevande per sciogliere le feci.
Prima di seguire la cura stavo già meglio
All inizio pensavo a problemi respiratori tanto era insopportabile il senso di oppressione e da una rx toracica il.
mio medico curante
, esclusa qualsiasi problematica ai bronchi e polmoni vide che c'era tanta aria nello stomaco.
sono anche stata al pronto soccorso dove mi hanno fatto flebo di antispastici ma niente sono uscita dall ospedale uguale a come ci ero entrata...poi ho fatto un ecografia addome completo ma l'ecografo mi disse che avevo talmente tanta aria che non riusciva a vedere nulla in quel punto.
A periodi sono ritornati gli stessi sintomi e di nuovo feci un consulto gastroenterologico dal quale lo specialista mi consigliò di effettuare una colonscopia che però non ho effettuato un po per paura...a periodi sto davvero molto male come adesso.
Soffro di cardias incontinente con reflusso gastroesofageo e prendo il lucen 40.
I sintomi del gas intestinale sono insopportabili ho come una palla d'aria tra lo stomaco e l l'intestino oltre che evidente gonfiore estetico ho dolore alle costole e oppressione al torace.
Mi sento come se quest'aria abnorme non si muovesse sto davvero male.
Ho provato ad escludere alcuni alimenti come pane e pasta ho avuto un po di sollievo.
Il.
mio medico curante mi ha detto di eliminare i latticini e di non seguire una dieta priva di glutine senza una diagnosi.
Ho molta confusione.
Vado avanti con carbone vegetale, antispastici, antibiotico intestinale simeticone ecc senza alcun riscontro positivo.
Il medico curante mi ha detto che ho l intestino irritabile.
Ho notato anche che i sintomi compaiono quasi sempre nel periodo del ciclo mestruale e spesso ho emicranie forti.
Di solito vanno via da soli o meglio ho la sensazione che la bolla si dissolve.
Ho periodi di diarrea e stipsi e faccio poca aria.
Ma ora sono persistenti perché non vanno via...Non so a chi rivolgermi e sinceramente ho anche un po paura di ciò che possa essere oltre ad essere stressata perché svolgere la giornata impegnativa che ho in questo modo con questi fastidi insopportabili è assurdo.
Consigliatemi per favore.
Grazie.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Sono d ' accordo con quello che le ha detto il suo medico, ma consiglierei di fare gli esami per escludere una eventuale intolleranza al glutine e al lattosio. Continui a prendere il simeticone dopo ogni pasto, anche a dosi alte, perché non è un farmaco.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente 208XXX

Grazie, mi è stato d' aiuto nell'attesa di una visita specialistica.

[#3] dopo  
Utente 208XXX

Buonasera Dottori, volevo far sapere che sono dieci giorni che seguo una dieta gluten free e dopo gia due giorni il gonfiore che mi faceva stare male si è attenuato fino a sparire completamente. In passato ho fatto indagini su sangue per la celiachia gia sospetta al mio medico curante di allora ma era tutto negativo. Io continuo a sperimentare positivamente nell attesa di un consulto medico specialistico a gennaio. Dai miglioramenti credo che se non sia celiachia una sensibilità ci sia altrimenti non si spiegherebbe che io oggi stia bene. Anche la stanchezza e le forti emicranie sono passate.solo un po di aria sopportabile nel periodo mestruale... Buone feste. Volevo solo raccontare la mia esperienza....

[#4]  
Prof. Alberto Tittobello

24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Sì, è probabile che si tratti di una di quelle forme di sensibilità al glutine, senza essere celiaci. Prosegua per un lungo periodo con una dieta selezionata. La situazione potrebbe tornare nella norma
Prof. alberto tittobello