Utente
Salve sono una ragazza di 25 anni e vorrei trovare una risposta al mio problema.E' iniziato tutto questa estate al ritorno del viaggio di nozze!il mio primo sintomo e' stato il nodo alla gola persistente per 2 mesi e ora di tanto in tanto.Ho pensato che fosse causato dal nervoso ma il fastidio diventava a volte piu' accentuato dandomi ancora piu' ansia e mi sono rivolta a un otorino dicendomi che ero disidratata, linfonodi sottomandibolari gonfi, scrocchio della mandibola, reflusso esofageo, esofagite e mi ha prescritto un po di analisi comprese quelle per la tiroide, tutto e' risultato nella norma tranne: VES 34 mm; Hb F 3,8%; ALFA 1 GLICOPROTEINA ACIDA 143 mgdl ; PROTEINA C REATTIVA 0,8 mg U.A; TAS 388,0.
Sono tornata dal mio otorino con le analisi e mi ha pescritto Tozobac, una puntura per 6 giorni dicendomi di avere lo streptococco.
Finita la cura i miei sintomi non sono migliorati.Ho bruciore di stomaco, forte meteorismo, risalita ( non spesso) di acido, stanchezza, mal di schiena, pancia gonfia soprattutto dopo i pasti, a volte nausea e tachicardia. Sono andata dal mio medico di famiglia e mi ha prescritto una cura con Zaprol 20 la mattina a digiuno e dopo cena Pafinur e il tutto per un mese.Nel frattempo il mio medico mi ha prescritto il tampone faringeo dicendomi che l'torino non doveva darmi la cura se non ho fatto il tampone ed e' risultato negativo per lo streptococco.Poi non contenta dopo la cura mi sono fatta prescrivere dal mio medico (dopo aver letto i sintomi su internet) la ricerca sulle feci del batterio Helicobacter. Ho ritirato le risposte pochi giorni fa ed e' risultato positivo.So che questo batterio puo causare patologie anche gravissime e ho preso appuntamento con un gastroenterologo che mi ha prescritto questa cura, che sto ancora facendo: mattina e sera per una settimana di Pantorc 40 mg; Velamox 1g ;Klacid 500 mg. Sono al quinto giorno e ho ancora bruciori all'altezza della bocca dello stomaco, stanchezza, mal di schiena, pancia gonfia e meteorismo. I mie sintomi possono essere causati da questo batterio? Una volta finita la cura cosa devo fare? Le mie feci ho notato sono di colore verde militare scure, possono essere causate da queste medicine?io sono una fumatrice da 10 anni, mangio pochissima frutta e verdura e so che questi sintomi sono causati da diversi tipi di tumori e' possibile che lo abbia sviluppato? Sono molto ansiosa, quale altro esame posso effettuare, so la gastroscopia, ma non la voglio fare il gastroenterologo mi ha detto di non farla!Vi prego rispondetemi sono molto preoccupata.Distinti saluti

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
cara utente, i sintomi che riferisce sono molto comuni e difficilmente correlabili ad una forma tumorale, vista anche l'età. Probabilmente lo stress incide sulla sua sintomatologia piu del normale.
A volte la presenza dell Helicobacter può dare problematiche gastriche che poi una volta eradicato si risolvono, ma non sempre!
Io invece credo che se i sintomi dovessero persistere una gastroscopia andrebbe fatta anche eventualmente per escludere problemi gastrici.
Ha eseguito anche il test per il sangue occulto sulle feci? Analisi per la tiroide?
La saluto con cordialità
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la veloce risposta.No non ho fatto l'esame per il sangue occulto sulle feci ma soltanto per la ricerca dell'elicobacter, dovrei fare anche questo? per vedere cosa? Mi scusi per le mille domande.
Si ho fatto anche l'esame del sangue della tiroide e i valori sono tutti nella norma! Vorrei farle un altra domanda, mi manca solo un giorno di cura e avverto bruciori all'altezza della bocca dello stomaco, puo' dipendere dai forti antibiotici che sto prendendo?o dal virus che non e' ancora stato eradicato? Mio nonno ha avuto il cancro allo stomaco portandoselo via a 73 anni, sono predisposta a questo tipo ti tumore?
La ringrazio ancora per la sua gentilezza ...tanti grandi saluti

[#3]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
cara utente, il sangue occulto feci si fa per valutare possibili sanguinamenti dal tratto gastrointestinale che Lei non vedrebbe ad occhio nudo.
I bruciori possono dipendere dagli antibiotici, per l'esattezza non ha virus ma è un batterio che in genere dopo terapia viene eradicato ( poi lo dovrà controllare).
la familiarità in questo tipo di tumori ha un peso ma non una certezza e l'eradicazione del batterio è un primo passo per abbassare di piu questa possibilità.
Cerchi di essere piu serena...
saluti anche a Lei
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente, il mio problema credo proprio che dipenda dal fatto che mi preoccupo per ogni minima cosa. Domani e' l'ultimo giorno di cura dopo di che aspettero' una ventina di giorni e ripetero' l'esame sulle feci e faro' anche quello per il sangue occulto. La ringrazio veramente...dinuovo tanti saluti

[#5] dopo  
Utente
Scusatemi ancora. ho finito la cura per l'helicobacter, ieri, ma ho ancora il bruciore allo stomaco che si presenta dopo i pasti e continua per ore, non e' fortissimo ma mi preoccupa. Per finire il dottore mi disse che dopo aver finito la cura dovevo aspettare 40 giorni per poi ripetere l' esame sulle feci. Ma e' possibile tutto questo tempo? e visto che ho ancora bruciori e' il caso di una gastroscopia o di aspettare i 40 giorni per ripetere l'esame? Vi ringrazio per l'attenzione...distinti saluti
Sonia

[#6]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Cara Sonia,30-40 giorni sono indispensabili per eseguire il controllo dell'avvenuta eradicazione.
Credo che i suoi disturbi dipendano molto da uno stato di ansia, tuttavia non potendola visitare è chiaramente una ipotesi. Se dovessero persistere i sintomi sarebbe il caso di eseguire una gastroscopia.
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio davvero tanto. E' vero sono una persona molto ansiosa, soprattutto lo sono diventata da quando ho visto la sofferenza e la morte di mio nonno per un cancro allo stomaco.
Vorrei farle un ultima domanda per poi non tormentarla piu'!Mia sorella, facendo le pulizie in ospedale, poco fa ha incontrato un collega del mio gastroenterologo spiegandogli questi bruciori e la cura che ho fatto e lui mi ha consigliato di prendere pantorc per 30 giorni. Vorrei anche il suo parere!!!So che sono ansiosa ma questi bruciori non passano e sicuramente li sto facendo aumentare io con il mio stato di ansia anche se non mi ci sento.
Tanti saluti e buona giornata

[#8] dopo  
Utente
mi scusi mi sono dimenticata solo una cosa. Io vorrei tanto farla la gastroscopia, vorrei rassicurarmi.
Se inizio a prendere pantorc dovro aspettare quanto per poterla fare? o la posso fare subito? Cordiali saluti
sonia

[#9]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
sarebbe meglio sospendere per almeno 1 settimana
a presto
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#10] dopo  
Utente
Finalmente mi sono decisa faro' la gastroscopia, privatamente dal mio dottore di famiglia ma purtroppo dopo pasqua. Solo l'attesa e' lunga e io ho ancora i miei sintomi, bruciore retrosternale, quasi fosse l'esofago. La sensazione e' come se avessi preso una pasticca e si stesse sciogliendo nel mio esofago, solo la sensazione dura tutto il giorno, tranne la notte anche se mi sveglio molte volte. Ho difficolta' nel digerire, come se lo stimolo di eruttare si fermasse a meta'!
Volevo farle una domanda, quali sono i sintomi dell'esofago di barrett? e' possibile averlo alla mia eta'? E' curabile?
Il mio dottore mi ha detto di prendere il maalox, solo anche con questo sciroppo i sintomi rimangono. La ringrazio per l'attenzione e con l'occasione auguro a lei e a tutti voi una Buona Pasqua
Cordiali saluti

[#11]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
cara Utente, ricambio i saluti di buona pasqua.
il barrett in genere non è prevedibile dai sintomi ma si associa a quelli da reflusso gastroesofageo.
raramente si ha alla sua età. la terapia serve per impedire ad un eventuale Barrett ( metaplasia intestinale esofagea)di evolvere ulteriormente.
Ci aggiorniamo dopo la GASTROSCOPIA!
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#12] dopo  
Utente
Salve, finalmente ho fatto la gastroscopia. Lho fatta privatamente il 16/04/2009 con il seguente esito ritirato ieri
Introduzione agevole dello strumento
Esofago con iperemia del terzo inferiore
Cardias incontinente
Stomaco con pliche normoconformate e normoespansibili
Piloro tonico e regolare
Regolare la seconda porzione duodenale
Si eseguono biopsie in antro gastrico per la ricerca dell'helicobacter pylori con test rapido all'ureasi che da esito negativo.
Diagnosi:malattia da reflusso gastro- esofageo.
Mi hanno dato una terapia di 2 mesi con una compressa di lucen 40 ogni mattina a digiuno e un cucchiaio al pomeriggio e una alla sera prima di andare a dormire di Gaviscon. Volevo sapere cosa ne pensate del referto e della terapia.Grazie veramente per tutto.
Cordiali saluti

[#13]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Cara Utente, quadro endoscopico compatibile con i suoi disturbi.Nulla da eccepoire sulla terapia.
cordiali saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#14] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente dr. Di Camillo per la sua disponibilita' le vorrei chiedere un ultimo consigliio.
Purtroppo il giorno della gastroscopia non ero in grado di fare alcune domande al dottore sulla mia terapia.
Lui mi scrisse su un foglietto i tempi e le dosi della terapia ma le mie domande sono:
Una volta finiti i 2 mesi cosa devo fare? Come faccio a capire se sono guarita? dovro fare un altra gastroscopia?
E avendo un iperemia al terzo inferiore del mio esofago posso sviluppare il Barrett avendo anche il cardias incontinente? Dovro' operarmi? Mi scusi se le faccio tutte queste domande ma ho molta paura di non capire se peggiora la mia situazione o no, se la mia cura sara' a vita o no.
Ho queste paure perche mi sono sposata da poco e vorrei tanto provare ad avere un bambino ma non so se posso.Quale' il suo consiglio? La ringrazio dinuovo per tutto.
Cordiali saluti

[#15]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Cara Utente, lei non ha nulla di preoccupante.
la gastroscopia andrà rifatta non prima di 2 anni, la terapia è possibile che a cicli debba riprenderla.
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#16] dopo  
Utente
Grazie dottore, quindi passati i due mesi potro provare ad avere un bambino?!Mi sento molto piu'tranquilla, e da quando ho fatto la gastroscopia e' come se mi fossi tolta un enorme peso dal cuore e spero che anche questo contribuira' alla mia guarigione. Io la devo ringraziare perche' con ogni sua risposta mi ha sempre piu' convinta ad eseguire la gastroscopia e non sapendo le cose mi ha sempre rassicurata con la sua disponibilita'. Ringrazio di cuore lei e il tutto lo staff per il vs lavoro pero' se avro'ancora qualche dubbio le rompero' dinuovo le scatole :-).Grazie ancora dr.Di Camillo.
Tanti grandi saluti
Sonia

[#17] dopo  
Utente
Caro dottore le scrivo perche' ho una gran paura di non risolvere piu' questo problema.
Sono quasi 15 giorni che seguo scrupolosamente la cura che mi e' stata data per il mio reflusso dovuto all'incontinenza del mio cardias.
Una compressa di Lucen 40 al mattino e un cucchiaio di Gaviscon al pomeriggio e uno prima di andare a dormire.
Sto evitando completamente tutti i cibi sconsigliati, ho smesso di fumare, cerco di dormire con 2 cuscini per tenermi sollevata ma i miei sintomi non mi lasciano piu'.Bruciore retrosternale che sale, non riesco a digerire bene e ho questi bruciori che sono costanti in tutta la giornata, tranne nella notte.
Cosa devo fare, scusate la mia ignoranza ma e' possibile che la cura non abbia gia' fatto effetto dopo 2 settimane? Purtroppo questi fastidi che ho mi rendono molto nervosa.
C'e' qualche altra cosa che si puo' fare?
Ho il cardias incontinente e so che questi farmaci non curano la malattia ma diminuiscono i sintomi, ma se io ho ancora questi bruciori nonostante la cura vuol dire che il mio esofago e' in un costante contatto con l'acido?
La prego mi aiuti...Grazie dinuovo
Un grande saluto
sonia

[#18]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Cara sonia, se i sintomi persistono nonostante la terapia, ci sono 2 possibilità, o il dosaggio è troppo basso per lei o i sintomi dipendono da altre cose.
in entrambe i casi è doveroso rivolgersi al gastroenterologo di sua fiducia per eseguire una visita e suggerirle un programma terapeutico opportuno
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#19] dopo  
Utente
La ringrazio profondamente dr.Di Camillo perche' ha sempre risposto ai miei messaggi.
E' stato questo il mio sbaglio, non aver avuto un gastroenterologo di fiducia.
Domani avro' la mia prima visita da un dottore che lavora alla casa di cura Sanatrix. La conosce?
Quali possono essere le altre cause.
Il mio fastidio, che aumenta la sera, e come ho gia' da questo momento e' paragonabile a quel fastidio che ho provato nell'istante che ho eseguito la biopsia durante la gastroscopia, solo costante per tutta la giornata o anche come un continuo languore e tutto e' cominciato da quando ho eradicato l'helicobacter e prendendo gli ipp.
E' davvero stressante questa situazione, e come se avessi qualcosa che si aggrappa alle pareti dello stomaco e dell'esofago.
Un saluto grandissimo
Sonia

[#20]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Cara utente, si, conosco la sanatrix, anche se non so chi la visiterà, è una buona struttura.
le faccio tanti auguri
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica