Utente
Buonasera dottori sono qui a riportare esito di un eco addome completo effettuata questa mattina in accordo con il gastroenterologo perché da qualche giorno ho difficoltà a gestire la mia ernia iatale con i farmaci (omeprazolo 20 e domperidone 10)
Fegato di dimensioni nei limiti di norma, a margini regolari ed ecostruttura omogenea senza evidenza di lesioni focali cistiche o solide.
Regolare la vena porta all' ilo epatico.
La colecisti è in sede con pareti sottili alitiasica, non dilatate le vie biliari intra ed extra epatiche.

Non evidenti lesioni focali a livello del parenchima pancreatico visualizzato ne dilatazione del dotto pancreatico principale.

Reperti di normalità a livello della milza.
In adiacenza al polo splenico superiore masserella di circa 8-9 millimetri riferibile per la sede a piccola milza accessoria.
I reni sono in sede, di dimensioni nei limiti di norma, con spessore parenchima le sostanzialmente conservato, per quanto valutabili dato l'interposto meteorismo intestinale.
Non si evidenziano calcoli di dimensioni ai limiti di risoluzione la metodica bilateralmente.
Modica ectasia delle cavità calico-pieliche bilateralmente che data la simmetricità è verosimilmente correlabile alla sovradistensione vescicale.
La vescica è in sede, sovradistesa a pareti sottili priva di lesioni aggettanti nel suo lume.
Non tumefazioni lifonodali riunite in pacchetti a livello delle stazioni addominali valutabili.
Regolare l' aorta addominale.
La prostata valutata solo per via sovrapubica appare regolare per dimensioni ed ecostruttura.
Non versamento libero in addome.

Come valutate questa ecografia??
Grazie per la risposta

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Esame normale totalmente negativo.
Fate una ecografia per una ernia iatale (peraltro L'ernia non da sintomi) ha poco senso.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta, ha deciso di farmela fare perché avevo dolore proprio fisico alla bocca dello stomaco e sotto le costole di destra e pensava che potesse essere qualche calcolino alla cistifellea.. Ma così non è, ora ho tanto meteorismo e di conseguenza addome gonfio soprattutto dall'ombelico in giù, quindi parte destra. Vedrò il gastroenterologo lunedì mattina. Cosa potrei fare per questo meteorismo? Purtroppo il momento non è dei migliori e per l'intervento all'ernia devo aspettare ancora parecchio

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Dovrei visitarla
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
In effetti scusi per la domanda, forse ho chiesto troppo,in ogni caso come dicevo lunedì andrò nuovamente dal gastroenterologo e vediamo cosa mi dirà soprattutto per il meteorismo intestinale.. Non penso di dovermi sottoporre a colonscopia anche perché tutti gli esami svolti fino ad ora sono sempre risultati negativi, sangue occulto e calprotectina in primis. Potrebbe trattarsi di qualche intolleranza?

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Penserei anche ad una disbiosi intestinale.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Cosa sarebbe?

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Alterazione della flora batterica.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta e per la disponibilità.. Quali esami andrebbero fatti per accertarla?Per esempio adesso a lavoro ho mangiato 2 pezzettini di focaccia con le olive, proprio 2 di numero ed inizio ad avere doloretti alla bocca dello stomaco, eruttazioni e sento pungere nella parte bassa destra dell' addome circa zona appendice tanto per capirci

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno dottore e buona domenica, mi scusi se disturbo (sarò paranoico e ansioso lo so) ma l'ernia iatale soprattutto se di notevoli dimensioni può portare ad episodi di tachicardia notturna? Perché questa notte mi è successo quando ero a letto e mi stavo per addormentare di svegliarmi di colpo con un senso di mancanza d'aria e il cuore che batteva forte 2 volte e senso di "bruschini" in gola, mi sono alzato ho preso l'antonetto una camomilla calda e ho iniziato ad avere eruttazioni a più non posso, poi piano piano mi sono rimesso a letto e sono riuscito a dormire abbastanza meglio. Ho effettuato di recente una visita cardiologica ed era tutto nella norma.Può essere tutta colpa dell'ernia?

[#10]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Possibile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#11] dopo  
Utente
Grazie per la risposta e mi scusi ancora per il disturbo. Cosa è possibile fare per evitare ciò?
In ogni caso riporterò tutto al gastroenterologo domani

[#12] dopo  
Utente
Buonasera dottore, sono stato dal mio gastroenterologo questa mattina, ha guardato l'ecografia e l'ha reputata negativa come anche mi aveva detto lei, riguardando la gastroscopia di maggio e l'inefficienza dei farmaci in questo momento mi ha semplicemente detto di cercarmi un buon ospedale che possa farmi questa famosa Plastica per rimettere in sede la grossa porzione di stomaco che è risalita. Mi ha consigliato di dormire con anche 3 cuscini, quasi in posizione seduta e di eliminare totalmente cibi liquidi quali minestre minestrine ecc(non che io ne abusassi prima) e anche camomilla o tisane prima di andare a letto. Mi ha anche detto che eventualmente ma giusto un paio di volte a settimana se priprio è una giornata no di assumere omeprazolo 20mg anche la sera prima di cena(non più di 2 volte a settimana). Ho anche spiegato che spesso mi brucia la schiena tra le due scapole e verso il basso ed aumenta se mi corico,secondo il suo parere tutta colpa dell'ernia(non vorrei dire una fesseria ma se non ho capito male sono circa 6-7 centimetri di risalita dell'ernia)
concorda con tutto questo? Soprattutto per il dormire quasi seduto? Perché ciò che mi da più fastidio è il bruciore alla schiena che mi fa agitare... Penso sempre:adesso mi viene un colpo secco..
scusi ancora per il disturbo e grazie se risponderà.

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se dorme con 3 cuscini peggiora la situazione.
Deve, invece, sollevare la testata del letto di 10-15 cm in modo che tutta la rete sia in leggera discesa.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente
Perché peggioro la situazione?? Purtroppo ho il letto che non si può alzare e abbassare la parte della testa. Come posso fare? E per quanto riguarda il bruciore alla schiena tra le scapole che aumenta tanto quando mi corico cosa posso fare? Tutte queste cose prima non mi succedevano, ultimamente da qualche giorno la situazione è questa.. Mi scusi per le troppe domande

[#15]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Deve mettere due rialzi sotto i piedi del letto dal lato della testa, è molto semplice: dei vecchi libri, dei giornali.....
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#16] dopo  
Utente
Perfetto grazie mille provvederò subito questa sera..
Per i bruciori che aumentano da coricato, fanno sempre parte di questa ernia??

[#17]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certamente, reflusso.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#18] dopo  
Utente
Perfetto non la disturberò più (ansia e ipocondria sono una brutta cosa) soltanto l'ultima domanda... A volte questi bruciori e il cuore che batte forte a letto mi fanno spaventare tantissimo(penso sempre al cuore, benché la visita compresa di ecografia al cuore sia negativa) , ricomincerò a prendere qualche goccia di lexotan prima di andare a dormire, sperando mi aiuti perché per questi probelmi è 2 notti che dormo poco e male..
Quanto potrebbe volerci affinché i farmaci tornino a dare i loro benefici?

[#19]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Qualche giorno
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#20] dopo  
Utente
Perché sono circa 20 giorni che ho ripreso a prenderle quotidianamente dopo un periodo di giorni alterni come mi aveva detto il gastroenterologo.

[#21] dopo  
Utente
Buongiorno dottore scusi se la disturbo nuovamente ma ieri sera mi è successa la seguente cosa :era circa le 23 stavo per andare a letto quando ad un certo punto ho iniziato ad avvertire un forte dolore alla bocca dello stomaco(subito pensavo mi stesse venendo un infarto) , dolore come se fosse una colica,mi pungeva tutta la parte superiore dell' addome e in pochi minuti avevo una pancia che sembravo una donna incinta, ho iniziato poi ad avere un discreto numero di eruttazioni e sono stato costretto a chiamare la guardia medica, anche perché questo dolore allo stomaco mi portava anche dolore alla mandibola(come se si irrigidisse e bruciore a tutto il collo). La guardia medica ha dato un occhiata a tutti gli esami che ho fatto, gastroscopia, eco addome e visita gardiologica e alla fine mi ha fatto una puntura ma non ricordo il nome che mi ha ridotto un poco i sintomi, quel tanto per poter rimettermi a letto abbastanza tranquillo.
questa mattina dopo la colazione la situazione è abbastanza simile, nel senso che ho sempre quel fastidio alla bocca dello stomaco, meno di ieri sera ma è comunque presente, soprattutto se sto seduto e leggermente piegato in avanti.. La domanda è la seguente,è sempre l'ernia a provocarmi tutto questo? Oramai sono già 4 notti che non riesco quasi più a dormire per questi probelmi e vivo con la perenne ansia che mi venga un colpo da un momento all'altro.

[#22] dopo  
Utente
Buongiorno dottori,aggiornamento Mrge/ernia iatale
Buongiorno,ieri ho sostenuto una visita chirurgica presso un ospedale del milanese,il dottore che mi ha visitato ha preso visione di tutti i miei esami quali gastroscopia,ecografia addome
Mi ha detto che dalle immagini viste l'ernia iatale c'è ma non è così grande come descritta per cui al momento non si tocca,bisogna prima curare meglio reflusso ed esofagite,mi ha così cambiato totalmente la terapia.Prima assumevo solamente Omeprazolo 20mg al mattino e domperidone 10mg prima dei pasti.
Ora la terapia è la seguente
Esomeprazolo 20mg 1 cp al mattino + 1 cp la sera
Debridat 1cp prima dei pasti
Gaviscon un cucchiaino mezz'ora dopo i pasti e 1 cucchiaino prima di coricarsi,tutto ciò per due mesi poi a seconda della condizione si andrà a togliere l' esomeprazolo della sera.A febbraio dovrò comunque sostenere alcuni esami come ex tubo digerente prime vie,manomentria esofagea ed HP-impedenziometria delle 24H per vedere come procede il reflusso.Il chirurgo è stato abbastanza schietto:un ragazzo di 33 anni ad ora non lo opero di ernia iatale perché non è una passsggiata,curiamo bene bene il reflusso e l'esofagite con alimentazione e terapia più "forte".
Detto questo al netto del consulto on-line condividete tale terapia cambiata?Grazie anticipatamente per la risposta

[#23]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Totalmente d'accordo.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#24] dopo  
Utente
Grazie mille sempre molto Gentile,ma secondo lei è possibile una terapia a "vita" o prima o poi comunque sarà da risolvere chirurgicamente?

[#25] dopo  
Utente
Mi perdoni,ma ho dimenticato di chiedere una cosa, è normale nella mrge che il dolore alla "bocca dello stomaco" aumenti quando sto seduto o comunque flesso in avanti e che il dolore/bruciore retrosternale sia presente quasi tutto il giorno?dovrei fare altri accertamenti con esami più specifici?
A volte il dolore alla schiena si attenua quando mi distendo.
Dai consulti oramai lei conosce la mia storia e sa che sono molto ansioso e ipocondriaco, purtroppo vado sempre a pensare che sia qualcosa di più di un reflusso..
Tutti i miei sintomi ultimamente sono peggiorati dopo che circa un mese fa ho fatto un infiltrazione di cortisone alla schiena per una discopatia che non mi dava pace e non mi permetteva ne di lavorare ne di camminare come una persona normale.
Grazie anticipatamente per la risposta

[#26] dopo  
Utente
Buongiorno dottore scusi per le mie continue domande...ieri sera mi è successa una cosa strana,nel tardo pomeriggio ho iniziato ad avere un dolore simil colica che dalla zona dell'appendice scendeva fino all' inguine e si irradiava alla parte bassa della schiena,credo altezza rene,dopo cena questo mi ha portato ad una vera e propria crisi isterica di pianto e nervosismo tanto da spingere la mia compagna a portarmi al PS(in realtà poi mi ha portato mio padre)quando sono arrivato al PS la dottoressa che mi ha visitato(solo esame obiettivo)niente prelievi ecc ecc,mi ha subito chiesto se ero già in cura da uno psicologo/psichiatra perché dai miei occhi si capiva la quantità di ansia,mi ha visitato e mi ha detto che un addome così trattabile non se lo ricordava nemmeno,mi ha provato per scrupolo la pressione ed era 160/90 con 62 battiti,ha detto che era tutta agitazione,dicendomi quindi di recarmi quanto prima da un buon psicologo se non addirittura neurologo.Lei è d'accordo???ma veniamo a questa mattina,ieri sera ho cenato con platessa e spinaci e questa mattina li ho trovati completamente interi nelle feci e dopo aver defecato un fastidio alla pancia all'altezza dell'ombilico verso il basso..può trattarsi di solo intestino irritabile?anche perché l'esame delle feci fatto 6 mesi fa non aveva dato segno di malassorbimento..grazie se risponderà

[#27]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Daccordissimo sullo psichiatra.
Trovare residui alimentari riconoscibili nelle feci è esclusivamente indice di masticazione frettolosa ed incompleta.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#28] dopo  
Utente
Purtroppo avendo ancora dolore epigastrico nonostante la nuova terapia,mi manda in allarme subito e ripiombo nello stesso oblio di mesi fa,del primo consulto...ho sempre paura di quella brutta bestia.Secondo lei dovrei indagare con RMN o altro?a volte anche bere un semplice bicchier d'acqua mi fa star male.Grazie per la risposta

[#29] dopo  
Utente
Ah dottore mi scusi il disturbo,ieri sera la dottoressa del PS,mi ha detto di aggiungere alla terapia corrente per MRGE 1 compressa di LEXIL al bisogno.
Concorda anche con questa scelta?

[#30] dopo  
Utente
Buonasera dottore,mi scusi se torno a disturbarla,oramai è una settimana esatta che ho iniziato la nuova terapia più "forte" ma con scarsi risultati, soprattutto per quanto riguarda il dolore epigastrico che spesso si presenta anche sotto le costole di sinistra,dietro alla schiena e alla spalla sinistra in più ho spesso la sensazione di lingua urente,tutto si attenua quando vado a letto.Dovrei fare altri esami nell'immediato?ripetere la EGDS o che altro?
Grazie anticipatamente per la risposta

[#31] dopo  
Utente
Buongiorno,torno a scrivere dopo qualche giorno perché ho bisogno di porre una domanda forse un po' particolare,al netto della mia ipocondria,stato ansioso(attestato da più medici.. cardiologo, gastroenterologo, chirurgo e dottoressa del PS)la domanda è la seguente, perché tutti questi miei problemi,dolore epigastrico che va e viene,lingua a volte urente(non sempre)dolore riflesso alla schiena, eruttazioni,nodo in gola,dolore collo e spalla sinistra,pancia gonfia ecc ecc li sento soltanto di giorno e poi la notte quando vado a letto riesco a dormire come un angioletto senza il minimo problema???Poi tutto riprende appena mi alzo la mattina..Questa situazione sta diventando invivibile veramente,sono disperato e la mia vita sta diventando sempre peggio...
Grazie a chi risponderà..
Buona giornata

[#32]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Disturbo funzionale legato all'ansia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#33] dopo  
Utente
Veramente l'ansia può influire così tanto?quasi a rendere poco efficace una terapia?

[#34]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Possibile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#35] dopo  
Utente
Perché quello che mi fa uscire di testa è il fatto che tutti gli esami svolti fin qui sono negativi EGDS a parte che ha rilevato reflusso esofagite ed ernia iatale...anche l'ecografia è negativa seppur non sapevo di avere una milza accessoria perché 5 anni fa feci un ecografia per altri motivi e non ricordo di questa milza accessoria (ero andato però in un altro ambulatorio e con un altro medico)però chiunque ha visto quest ultima eco concorda che sia veramente milza accessoria e non qualcos'altro.....

[#36] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,scusi se torno a disturbare,ma volevo farle una domanda,non se potrà aiutarmi o meno,ma questa notte quando sono andato a letto mi è successa una cosa strana che mi ha leggermente spaventato anche se poi sono riuscito ad addormentarmi normale,per farla breve:ero disteso a letto,stavo per addormentarmi quando ripetutamente per 3 volte mi sono risvegliato di colpo come se il mio corpo o forse la mente non volessero risposare,mi sentivo una sensazione di "oppressione" al petto e sentivo irrigidita la parte sotto al mento i nervi e i muscoli sotto la mandibola(non so se riesco a farmi capire)questa cosa come detto prima me lo ha fatto due o tre volte..poi sono riuscito ad addormentarmi normalmente e regolarmente mi sono svegliato quando è suonata la sveglia.Questi episodi non mi succedono sempre ma ogni tanto..
So che è difficile da questa postazione,ma di cosa potrebbe trattarsi?in ogni caso lunedì mi recherò dalla mia dottoressa di base per parlarne anche con lei.Grazie mille se risponderà

[#37]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si faccia aiutare da uno psichiatra.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#38] dopo  
Utente
Forse a questo punto,mi state convincendo tutti voi medici....prenoterò una visita quanto prima.
Grazie e mi scusi ancora.
Buona giornata