Utente
Salve tempo fa facendo varie analisi e vidi che il valore delle transaminasi (per essere precisi solo della GPT/ALT) era piu alto della norma (circa 110 con range 5-50).
Premetto che non bevo e che mangio abbastanza sano allenandomi in palestra.
Mi dissero che la causa era sicuramente delle proteine in polvere che assumo per la palestra appunto, io ero molto scettico ma decisi di provare ad interromperle e rifare poi gli esami.
In effetti si normalizzarono nei valori standard.
Ho provato a riassumere le proteine in polvere e dopo 3 mesi ho rifatto analisi e di nuovo le transaminasi sono aumentate (questa volta anche le got/ast) Per la precisione: got/ast è di 62 con range del laboratorio di 5-50, mentre la GPT/ALT è di 104 con range di laboratorio di 5-50.
Sono le GPT che mi spaventano essendo le got davvero poco poco piu elevate rispetto alla norma.
Per cui deduco che la causa sia realmente delle proteine in polvere... La mia domanda è: se mantenessi nel tempo questo valore (104 circa per la GPT) continuando quindi ad assumere le proteine in polvere essendo io uno una persona atletica che ci tiene moltissimo all'allenamento dieta e palestra, ed essendo quindi per me importante, non facendo neanche un abuso di queste proteine in polvere (ne assumo 20 gr al giorno), cosa potrei rischiare con questi valori?
Sono valori molto elevati da considerarsi rischiosi, o lievemente sopra la media?
Ripeto mi riferisco alla GPT/ ALT (104).
Vorrei capire questo aspetto per valutare se interrompere per sempre le proteine in polvere (cosa che realmente vorrei evitare perchè sarebbe una scelta "dolorosa) o se continuare, capendo appunto a cosa vado incontro però.
Grazie mille.

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Se i valori delle transaminasi sono rientrati nella norma con la sospensione del prodotto assunto, è necessario sospenderlo.
D'altra parte questa scelta non dovrebbe essere "dolorosa" perché l'assunzione prolungata di integrazione proteica per l'esercizio fisico comporta benefici del tutto fantasiosi.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente
Dottori, io devo assumere un tot di proteine ogni giorno che con la dieta senza integrazione non riesco a fare (o meglio ci riuscirei anche ma dovrei fare un determinato tipo di colazione che non riuscirei a fare ogni giorno , ecco che assumo 20 gr di proteine in polvere a colazione che mi semplifica la vita)
I valori si sono alzati, è vero, ma quello che mi chiedo prima di sospendere una cosa che io ritengo essenziale per la mia dieta è : avere GPT /ALT a circa 104 come mio valore "standard" è una cosa pericolosa? Cosa può comportare?
Non mi sognerei di fare uso di steroidi come fanno tanti miei conosenti, ma eliminare pure delle semplici proteine in polvere mi peserebbe davvero, per questo vorrei capire bene a cosa andrei incontro per prendere una decisione ponderata. Grazie ancora.

[#3]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'ipertransaminasemia ALT è espressione di un danno epatico, quindi riportandoci alla domanda nel titolo del consulto, non è accettabile o tollerabile se vi è la possibilità di ricondurle nella norma. I valori non eccessivamente elevati (da 1 a 5 volte i valori normali) vengono inquadrati come forma lieve.
Le cause possono essere molteplici (infettive, tossiche/farmacologiche, ormonali, infiammatorie...), ma sono comunque espressione di un danno del fegato.
Il tipo di evoluzione di questo danno e il tempo in cui ciò accade dipendono dal tipo di patologia che andrà diagnosticato.
È stato notato che una ipertransaminasemia lieve si può riscontrare nell'esercizio fisico intenso, ma tale condizione dovrebbe risultare costante nella pratica degli esercizi e non variare in relazione all'introduzione o meno di integratori.
Se a seguito dell'astensione da una sostanza introdotta nell'organismo (farmaco, integratore, alimento...) i valori di AST ritornano nei limiti della norma, questa sostanza va eliminata.
Per approfondire ulteriormente le condizioni del fegato, oltre a un profilo biochimico completo (bilirubina, fosfatasi alcalina, LDH, elettroforesi delle proteine, sideremia, ferritina, transferrina, cupremia) è utile una indagine morfologica (ecografia).
Alessandro Scuotto, MD, PhD.