Utente
Buongiorno dottori, vi scrivo per un parere in merito alla mia vicenda.
Da anni soffrivo sporadicamente di un dolore epigastrico che solitamente emettendo aria si calmava o spariva.
Ad aprile ho eseguito TC che non mostrava anomalie più una serie di esami per fegato e pancreas nella norma.
Nel dubbio ho rifatto gastro e colon con esiti di gastrite cronica e dolicolon.
Diverse eco addome che oltre al meteorismo non evidenziavano nulla.
A metà ottobre visto il continuare della situazione il gastroenterologo mi prescrive TC addome con MDC che mostra fegato un po' grasso e pancreas regolare per forma e dimensione (fegato grasso già in eco).
Scorsa settimana ho ripetuto esami sangue e eco addome che mostra ben evidenziato testa e corpo "normalissimi " e fegato non più grasso come eco precedente.
Devo premettere che il fegato era lievemente grasso.
Ad agosto elastasi normale come calpotectina.
Fatta curva carico glicemico nei limiti superiori (familiarità con diabete).
Oltre al dolore produco feci galleggianti e appiccicose ma non ho diarrea, anzi difficilmente vado al bagno tutti i giorni.
Per gastroenterologo in virtù dei valori pancreas mai alterati, delle eco e TC non si sono problemi all'organo e quindi è "solo" meteorismo più colon irritabile.
Sono dimagrita in questi mesi ma per lui dipende dal ridotto introito causato dall'associazione dolore-cibo.
Effettivamente mangio poco proprio per paura che dolore aumenti.
Ho assunto creon ma senza miglioramento nell'aspetto feci.
Per gastroenterologo una pancreatite cronica avrebbe dato segni nei referti (anche solo nell'eco fatta ieri) e i valori (lipasi, amilasi) da aprile ad oggi sarebbero aumentati visto la presenza del dolore.
Non sono celiaca (test +biopsia) ne bevo (solo mezzo bicchiere vino a cena).
Quindi non ritiene opportuno fare altri controlli.
Possibile che io abbia una pancreatite o insufficienza (che non voglio) allo stato iniziale che non appare nelle immagini?
Per gastroenterologo è impossibile.
Coi limiti della distanza e degli esami fatti voi concordate?
Mi suggerireste altri esami?

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, concordo. Tutti gli esami eseguiti ( e anche ripetuti ) permettono di escludere che lei abbia una malattia pancreatica. Ma poi, perché pensa alla pancreatite, quando non ne ha i sintomi ? Dice lei stessa che il suo disturbo regredisce eliminando aria.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore ,la ringrazio del tempo dedicatomi. Penso al pancreas perché è sito nel punto che mi fa male, poiché si è escluso colon,stomaco(gastrite cronica lieve,esofagite ed ernia) ,resta lui possibile origine del dolore. In questo momento più che dolore ho bruciore e ho sospeso il pantorc perché devo effettuare controllo per eradicazione Helicobacter. Il tutto sarebbe più "sopportabile" se non vedessi queste feci strane. In settimana ho effettuato anche esame chimico-fisico e parassitologico che non ha evidenziato nulla di eclatante o almeno per lui e curante sono "normali". Alla fine quindi lei concorda con tutti gli specialisti consultati che nel caso le immagini avrebbero mostrato qualcosa così come analisi scorsa settimana dopo mesi in questo stato. Purtroppo il mio errore come spesso accade è stato di leggere online e può immaginare a cosa sono arrivata ...
e per gastroenterologo non ci sono i presupposti per RM o altro , anzi crede che cmq manco sarei convinta se non per i primi tempi. Anche la tc l'ha richiese solo per tranquillizzarmi annunciandomi che non ci sarebbe stato nulla se non cose che già so . Vorrei ripetere elastasi ma in tutta franchezza sono stanca dello stress che sto subendo e che forse accentua la sintomatologia. Non ricordo più l'ultimo giorno che sono stata bene ,dal 2014 ad oggi è stato un declino senza soluzione,ma almeno credo che qualcosa di "brutto" si sarebbe palesata ad oggi. Ma come si fa una diagnosi di pancreatite?
Cmq le auguro un buon Natale e nel caso la aggiornerò anche se non credo dovrò fare altri esami vista la mole già in mio possesso.

[#3] dopo  
Utente
Aggiungo che a volte il dolore si proietta alla schiena ,mi chiedo può essere la gastrite cronica erosiva diagnosticata da biopsia? Attualmente non sto prendendo nulla per verifica Helicobacter.

[#4]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Certo che non ha bisogno di eseguire altri esami .Quelli che ha fatto sono più che sufficienti per escludere patologie importanti, soprattutto del pancreas. Certo anche il suo errore ( lo dice lei ) di andare a leggere notizie sul web, che sono per gli addetti ai lavori, vanno interpretate. Se ha dolori verso la schiena, dovrebbe cercare altre cause, non la gastrite. Grazie per gli auguri.
Prof. alberto tittobello

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno dottore e grazie delle continue e incoraggianti risposte. In questi mesi sono stata da ben 4 gastroenterologi diversi e tutti concordano che "non ha nulla di serio ,solo colon irritabile". Purtroppo non mi rivedo nei sintomi o forse a me si manifestano diversamente. In passato (oltre 15 anni fa ) ho fatto uso eccessivo di microclimi glicerina , può questo eccesso aver fatto "perdere " elasticità alla parte terminale del colon? Dalla tac si evince "coprostasi specie tratto ascendente ,aspetto affastellato delle anse ileali". Lo chiedo poiché pur non andando regolarmente in bagno le feci sono sempre molli. Ad esempio ieri mattina sono andata con difficoltà , il pomeriggio tornata dal dentista (pulizia) ho avuto urgenza di andarci con feci non diarroiche ma cmq molto molli e uscite molto velocemente. Questa situazione mi capita spesso. La mia domanda è :"può essere che ho un transito veloce ma che poi trova intoppo alla fine del colon perché ha perso elasticità ? ". La ringrazio del tempo dedicatomi ma realmente sono "stanca" vorrei ingrassare e non riesco . Se metto 1kg a fatica basta poco per perderlo . Ho sospeso ieri creon poiché non ho avuto miglioramento e credo sia inutile e potenzialmente dannoso. Mi fu prescritto come "tentativo" ma senza basi diagnostiche. Questo tentativo fu fatto anche ad agosto e al tempo sembro aver sortito effetto con feci più solide ,formate ma colore più chiaro anche se sempre galleggianti. Questa volta no ,unica differenza è che in quel periodo mangiai molto cibo grasso per una settimana(presi 2kg) che poi ho riperso tornando alla normalità . La ringrazio dell'attenzione e le auguro un sincero buon Natale.

[#6]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
No, quei microclismi non fanno perdere di elasticità al colon. E' vero, quel prodotto è inutile, superfluo. Considerando i dati che fornisce, non mi sembra che abbia bisogno di ingrassare. Perché vuol farlo ? E poi, la prego, non guardi più le feci.
Prof. alberto tittobello

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno dottore e auguri di buon natale. Mi sono resa conta di non avere aggiornato i miei dati (fatto ora peso 56kg) e a Natale pesavo 65 kg e mi stavano bene. Poi da quando è iniziato il dolore sono iniziata a dimagrire anche perché ho ridotto il cibo sia in quantità che tipologia. Per gastroenterologo è conseguenza del ridotto introito e basta e non patologico. Concordo in buona parte anche se ho notato che coi cibi molto grassi il disturbo di accentua . Vorrei se posso riportarle esami feci fatte scorsa settimana
Consistenza normale
Sangue assente
Fibre vegetali alcune
Amido assente
Grassi neutri assenti
parassiti assenti
Colore marrone
Reazione acida
Fibre carnee rare
Acidi grassi assenti
Saponi assenti
Leucociti fecali alcuni
Parassitologico negativo.

[#8]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
L' esame è normalissimo. Cerchi di stare tranquilla. Auguri di nuovo.
Prof. alberto tittobello

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno gentile dottore ,non smetterò mai di ringraziarla per il solo fatto di ascoltarmi. Da ciò che ho capito (forse) esiste sempre un riscontro esami o immagini in caso di dolore dovuto al pancreas . Come detto per gastroenterologo non c'è nessunissima indicazione per una risonanza o colangioRM mancando sospetti "da laboratorio " o immagini.Anzi mi.ha esortato a non andare più da nessuno poiché in accordo col primario di gastroenterologia li ritiene funzionali. Ricordo che la scorsa settimana prima dell'eco ,esposi il problema e i miei timori ed ecografo diceva" la testa e corpo si vedono chiaramente e sono perfetti, idem fegato dove presente solito angioma da 7mm che è qui da tempo e non c'è più grasso né il lieve ingrossamento dell'ultima volta". Ho consultato 4 gastroenterologi ,ultimo a metà novembre che volle ripetere eco e vedere alcune "anse intestinali" e insisteva che pancreas sta bene ma mi diede creon come tentativo (ho capito che se il pancreas cmq produce enzimi sufficienti è inutile se non potenzialmente dannoso). Ho chiesto se potesse essere SIBO ma per lui non ho sintomi . Tutti i medici mi domandano se ho diarrea come se fosse importante per diagnosi. Ho problema inverso invece anche se poi sono sempre molli e galleggiano oltre da odore pungente . Anche oggi solito dolore con gonfiore tipo salsiccia in zona epigastrica (un palmo dall'ombelico, traverso? ), fortunatamente dopo ore ho espulso aria "acre" e il gonfiore svanito,dolore praticamente assente.Ho dei dubbi che spero lei riesca a togliermi. Il primo riguarda l'esame delle feci su indicato, prendevo creon (interrotto da mercoledì) ,non è che "falsa" ,meglio ripeterlo?. Il secondo riguarda l'elastasi . Il risultato era >500 e indicava >200 normale. Non ha un range di riferimento? Il terzo riguarda gli.enzimi pancreatici misurati sempre a digiuno e senza dolore ,non sarebbe meglio con "disturbo in atto?"
Aggiungo per dimenticanza che non ho colecisti (qui tutti hanno definito pazzo il chirurgo che mi ha operato), mi fu dato ad agosto ursobil ma serve pur non avendo colicisti?
Attualmente prendo pantorc a cicli(sospeso per verifica Helicobacter) , Peridon e gaviscon. C'era anche il creon ma non notando migliorie come accaduto a settembre l'ho eliminato. Per il grasso al fegato credo fu colpa mia ,consumavo molti carboidrati tentando di ingrassare credendo che i grassi gli facessero male. Sembrerà una fissazione la mia ,ma mi sta bene perdere peso perché voluto ,non per dolore poiché mangio meno o peggio non assimilo nutrienti. Aggiungo che a luglio è stata la seconda pancolonscopia che eseguo (la prima 2016 sempre per lo stesso dolore ma sporadico e di breve durata). Questa fatta ora è stata incredibilmente dolorosa , purtroppo ricordando la prima dove provai forte dolore solo in una curva molto stretta ho rifiutato sedazione ....grave errore. Ho avuto modo di visionare tutta la colon ,ma vedevo tutto chiuso e dottore che ripeteva è tutto storto e molto lungo ...
Ormai passo giorni ciclici ,mangio e dopo poche ore ho "dolore" e non vedo ora di dormire . Ritengo inutile e solo dispendioso andare da un'altro gastroenterologo , ripeterebbe giustamente solita "storia".Il 15/12 ho effettuato curva glicemica che ha rilevato dopo 1 ora un valore 124 (rif110) e dopo due 110(rif110). Per curante e diabetologo (che non so perché considera 120 come riferimento) non è diabete ma avendo mamma e nonna materna di etica tipo 2 devo limitare gli zuccheri per predisposizione. La ringrazio dell'attenzione e le auguro buona serata.

[#10]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
E' vero, non ha bisogno di farsi vedere da altri gastroenterologi. Invece, ora ladevo sgridare, perché deve smetterla di " inventare " ogni volta patologie gravi, che non ha. L 'endoscopista ha notato un colon più lungo del normale ( dolicocolon ). Questa situazione può comportare delle irregolarità intestinali e anche dolori p dolorini qua e là, difficili da interpretare. Null 'altro.
Prof. alberto tittobello

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno dottore e buon anno. Ho alcune domande a cui spero risponda appena le sarà possibile . Mi è venuto in mente che il primo gastroenterologo (Usl) a cui esposi il dubbio di malassorbimento ,guardando il solo emocromo disse "non credo proprio e poi non ha diarrea che è tipica , le feci le sembrano voluminose solo perché non è regolare ,ma scarica tutto assieme ". Stesso discorso altro gastroenterologo ,per lui la "diarrea" in caso di malassorbimento ci dovrebbe essere anche se mangio poco...Lei è d'accordo ?
Ieri nel tardo pomeriggio ad esempio dopo tre giorni ho avuto stimolo, iniziale regolare come forma ma poi è come avessi aperto "rubinetto" ,molta ,molliccia e diametro più che doppio anche se tanto era molle si distinguevano a malapena i margini. Praticamente avevano formato quasi un tutt'uno. Inutile dirle che mi è sempre stato detto "tipico del colon irritabile".
Non vorrei che lo abbiano detto solo per zittirmi. Altro dubbio riguarda la prossima colon da fare come prevenzione, mi hanno detto a 50 anni e poi ogni 4 anni. Lei è d'accordo?
Lei è molto rassicurante e chiaro nelle risposte e la ringrazio infinitamente.

[#12]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, sono chiaro, ma a questo punto non la prego più di non guardare le feci ( che sono normalissime !!) , ma la devo " sgridare ". Lei ha sintomi caratteristici di colon irritabile e ha gli esami tutti normali . Non vada a cercare sul web malattie che non ha. Trattenga la sua fantasia in cerca di malattie. Il colon irritabile non accorcia la vita, ma può provocare disturbi talvolta insopportabili e difficili da eliminare. Bisogna concentrarsi su questi e basta, e già è difficile. L' assunzione di enzimi pancreatici non è dannosa, è semplicemente inutile, sprecata. Dopo una colonscopia perfettamente normale, il controllo può essere eseguito dopo 10 anni. Se c' è una familiarità, dopo 5.
Prof. alberto tittobello

[#13]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Inviato.
Prof. alberto tittobello

[#14] dopo  
Utente
La ringrazio come sempre dottore. Recepito messaggio , farò colon a 50 anni per familiarità . In realtà tutto è nato da "familiarità " , zio deceduto per pancreatite cronica emorragica ( non fumava ne beveva) , papà neoplasia peritoneale ... quest'ultima situazione mi ha segnata poiché al Pascale di Napoli (apparsa falda ascitica dopo controllo per un grosso calcolo tolto) erano convinti che avesse un tumore da qualche parte (marker troppo alti per altro) ,ma biopsia liquido (esito dubbio tra cirrosi e tumore) ,TC MDC,pet non mostravano nulla .... alla fine gli si gonfio un grosso linfonodo all'addome (assente alla TC) e diagnosi di neoplasia peritoneale. Cmq devo convivere con questi fastidi , continuare i miei progetti (cambio città) e pensare a mia figlia. La ringrazio di cuore di tutto , ho incontrato molti medici ma tutti mi lasciavano dubbi ed erano sempre di fretta per prossima visita. Farò solo test per eradicazione Helicobacter e basta evitando elastasi come suggerito da ultimo gastroenterologo, ho capito che solo in patologia avanzata si altera e quindi sprecherei solo soldi inutilmente.Credio che alla fine la mia stanchezza e strana debolezza sia fortemente psicologica ormai La ringrazio di tutto e nel caso la aggiornerò.

[#15]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Benissimo. Ci risentiremo. Auguri di nuovo.
Prof. alberto tittobello