Dolore continuo sotto costola fianco destro, ma ecografia non rileva nulla

Gentili dottori,

da circa un mese e mezzo accuso dolore al fianco destro sotto costola che si irradia sia verso il basso ventre sia dietro (zona dorsale della schiena).

A questo associo episodica nausea e alcune scariche di diarrea.

Sono una persona molto ansiosa e soffro fin dall'adolescenza di scariche frequenti durante viaggi o situazioni che si distaccano dalla routine, ma questo manifestarsi in quelle occasioni mi è ben noto e, anche il tipo di dolore (crampi), è molto diverso rispetto a ciò che provo ora.


Tre settimane fa mi sono recato dal medico che mi ha prescritto esami del sangue e eco addome completa.

Ne risulta che:

- Alfa 1 5, 6% (da 2, 9 a 4, 9) *
- Colesterolo 230

(Specifico che Calprotectina fecale è negativa)

Il resto appare nella norma.


Dall'eco non è visibile nulla di apprezzabile:
-Fegato normale per morfovolumetria e struttura.
Non dilatate vie biliari intra ed extra, Colecisti libera.
Asse spleno portale dal calibro normale, pervio, Milza pancreas e reni nella norma.
Non dilatate estrici nè calcoli.
Vescica con pareti regolari, utero in sede tipica.
Endometrio di aspetto compatibile con fase periovulatoria del ciclo.
Sottilissimo film liquido nel Douglas da verosimile recente ovulazione.


Stando a questo il medico di base mi ha detto di aspettare qualche mese e di ripetere l'esame se i sintomi persistono.

Il problema è che tuttora ho dolore sotto costola e verso il basso ventre e che per la posizione fatico ad addormentarmi.
Alcuni giorni mi sento molto gonfia in quella zona (con assenza dolore), altri invece il dolore si fa più acuto.
Non trattasi di crampi, ripeto, ma di dolore continuo e duraturo.
Nelle rare volte in cui il dolore si attenua c'è comunque sensazione di gonfiore.


Per la nausea mi è stato detto di prendere riopam poichè levopraid non ha dato risultati (utilizzato per circa una settimana).

Per dolore mi è stato detto di prendere FANS o Buscopan, ma attualmente sto utilizzando paracetamolo, poichè in passato con Diclofenac avevo avuto problemi a digerirlo.


Sono abbastanza confusa e non so come procedere.

-Posso continuare con paracetamolo?
Se sì per quanto tempo?

-E' necessario che caldeggi per altri tipi di visita/esami?
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 22,9k 903 12
Direi solo meteorismo intestinale e tanta ansia.
Proverei con un ciclo di probiotici per 3-4 settimane.
Cordialmente.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa