Utente 890XXX
mio padre ha 75 anni e gli stato diagnosticato l’alzhaimer. Da febbraio prende tutti i giorni una pastiglia di memac 5 mg.
Tac e analisi del sangue perfette il problema è che dimentica tutto soprattutto il recente. Non riesce a memorizzare nuovi dati da un secondo all’altro e la situazione inizia a essere di difficile gestione anche perché lui non si rende proprio conto di essere malato . . . si dimentica di dimenticare!!! E perciò non crede a ciò che noi familiari e il suo neurologo diciamo! Il grosso problema è la gestione dei soldi..va tutte le mattine in banca a prelevare i soldi pensando sempre che sia il primo del mese e che si debba prelevare la pensione …. Ora abbiamo ritirato tutto dal conto ma lui continua ad andare diventando anche nervoso perché non accetta questo: i suoi soldi li vuole gestire solo …..non capisce che non è piu in grado anche perché i soldi ritirati vengono nascosti in casa. È davvero diventata la sua fobia … il nostro neurologo suggerisce di far passare la cosa e non dargli troppo peso e di spiegare ogni volta con calma che non è il primo del mese ecc ecc…ma lui non accetta e dopo un minuto richiede di andare in banca….
Secondo voi come bisognerebbe comportarsi?
è seguito dal neurologo ma ha anche bisogno di un geriatra o di uno psicologo per questa fobia? qualcuno che lo aiuti ad accettare la malattia e a conviverci?

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
l'Alzheimer, porta anche a problemi di questo tipo. Spesse volte vi sono problemi di cambamento di personalità,forme compulsivo-ossessive,irritabilità.... Non ricordando ciò che si è fatto e/o detto, suo padre diventa più nervoso, è ovvio.E' difficile quindi spiegargli le cose,dopo un pò le dimentica. Occorre una terapia di supporto, una terapia farmacologica. Sarebe auspicabile anche una rieducazione/riabilitazione neuro-psichica,ma è difficile per la carenza di strutture adeguate e non solo.

Rimango a sua disposizione.
Cordialmente.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#2] dopo  
Utente 890XXX

grazie per la risposta...
come terapia farmacologica il suo neurologo ha dato MEMAC 5 mg...secondo lei non basta? sarebbe da affiancare con altre terapie ? magari è il caso di sentire il parere di un di un secondo neurologo?
per la rieducazione neuro-psichica credo purtroppo che qui non ci siano strutture adeguate...

[#3] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
il memaco dovrebbe (condizionale d'obbligo),migliorare un pò la memoria ed alcune "prestazioni" di suo padre,ma senza aspettarsi miracoli.Di solito, quando vi sono disturbi dell'umore ed altro, si integra la terapia con altri farmaci.Potrebbe avere ,in seguito,anche problemi nel ritmo sonno veglia ed altri problemi correlati alla patologia di base. Oltre alla terapia farmacologica,occorre una diversa pianificazione dell'attività quotidiana ed una modifica delle abitudini: mangiare ad orari stabiliti,non farlo dormire in orari insoliti e cercare di renderlo attivo,passeggiate,farlo addormentare più o meno alla stessa ora...ecc. La terapia farmacologica di supporto aiuta molto, ma và associata ad altro,come Le dicevo sopra.


Le invio cordiali saluti rimanendo a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it