Utente
Gentile Staff di Medicitalia, vorrei un vostro parere riguardo la terapia che sto facendo visto che ancora non ho risolto questo problema.
Nelle visite ginecologiche di questi ultimi 5 anni il mio ginecologo (lo stesso) mi ha riscontrato sempre modesta o significativa o marcata leucorrea.
Complessivamente sono stata curata con questi farmaci fino al 2008: Diflucan capsule rigide 150 mg, Gyno-canesten 100 mg compresse vaginali, Zydoval 0.5% crema vaginale, Betadine lavande ginecologiche, Tantum rosa lavande ginecologiche.
Ho fatto questi esami: pap test del 23/12/05 negativo per lesioni intraepiteliali e per malignità, esame delle urine del 6/7/06 = Emoglobina 1.026 (1.010-1.025), leucociti 75 micL (0-20), eritrociti 40 micL (0-15), cellule epiteliali 66 micL (0-20), batteri 49555micL (0-8000) a cui non è seguita urino cultura e terapia antibiotica, Tampone vaginale del 7/12/06 in laboratorio privato
Miceti lievitiformi gen. Candida (discreto numero di colonie) antimicogramma sensibile a Econazolo, Miconazolo, Nystatina

Il problema non si è ancora risolto e l’infezione dopo le mestruazioni di settembre 2009 (e dopo un primo ciclo di cura con Danegin ovuli) si è ripresentata sempre sotto forma di perdite maleodoranti e di consistenza lattea, colore biancastro.
In questo anno io e il mio partner abbiamo fatto questi esami e le conseguenti terapie:
- esami delle urine eurinocultura del 30/1/09 leucociti 22 micL (0-15), cellule epiteliali 61 micL (0-20), batteri 26648 micL (0-8000), carica microbica > 1000000 UFC/ml germe identificato escherichia coli,
- visita ginecologica del 2/2/09 spiccata leucorrea
- terapia indicata Keimicina ovuli vaginali,
pap test del 10/2/09 negativo per lesioni intraepiteliali o per malignità, presenza di vaginosi batterica,
- tampone vaginale del 21/2/09 presenza di flora batterica mista non significativa, presenza di gardnerella vaginalis,
- spermiocultura del partner del 31/3/09 esito negativo,
- terapia effettuata tra aprile e maggio 2009 Micoxalamina ovuli vaginali e schiuma, Bassado per 10 giorni mattino e sera (sia per me che per il mio partner)
- tampone vaginale del 8/7/09 presenza di gardnerella vaginalis, tamponendocervicale positivo >100.000 UFC/ml Germe identificato Ureaplasma species, antibiogramma sensibile a azitromicina, claritromicina, doxiciclina, yasamicin, pristinamicina, tetralina
- terapia da farsi per 4 mesi dopo le mestruazioni Dafnegin ovuli per 6 giorni e all’occorrenza Dafnegin lavanda vaginale
- esame dell’urina e urino cultura del 21/8/09 del partner a seguito di cistite a luglio nella norma, negativa
Grazie

[#1]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent.sig.ra da quanto riferito attualmente mi sembra sia presente un'infezione da Gardnerella (responsabile delle perdite maleodoranti) e Ureaplasma da trattare con uno degli antibiotici verso cui sono sensibili. Per sua informazione la invito a consultare su questo sito il mio articolo su “Vulvovaginiti da Candida” nello spazio Minforma sezione Ginecologia.
Saluti

Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dott. Sergio,
grazie della risposta, Ho letto il suo articolo ma non ho trovato la risposta che cerco. L'ultima infezione riscontratatmi è stata quella da lei indicata Gardnerella e Ureaplasma. l'antibiogramma dava sensibile l' azitromicina, la claritromicina, la doxiciclina, lo yasamicin, la pristinamicina, la tetralina.
Attualmente mi sto curando con ovuli di Dafnegyn (sono al secono mese di terapia e devo farne 4 in tutto). E' una cura corretta e sufficiente?
Grazie

[#3]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Come detto in replica n.1, l'infezione deve essere curata con uno di quegli antibiotici. Il farmaco che sta prendendo serve per infezioni da Candida, che in questo momento non c'e'.
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#4] dopo  
Utente
Grazie, ne deduco che non mi è stata prescritta la cura corretta.
Grazie ancora buon lavoro

[#5] dopo  
Utente
Gentile Dott. Sergio
le vorrei chiedere anche parere su questo. Siccome io e il mio compagno stiamo avendo rapporti non protetti perchè ci piacerebbe avere un bimbo, il ginecologo che mi ha prescritto quella cura (Dafnegyn) ha detto che dopo la terapia di 6 ovuli, i giorni erano propizi. Visto che sembra che io non stia facendo la cura corretta e che quindi l'infezione ci potrebbe essere ancora, corriamo qualche rischio?
Grazie ancora

[#6]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Non vi sono particolari rischi. L'infezione da Ureaplsma puo' essere un ostacolo al concepimento, quindi deve essere curata
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#7] dopo  
Utente
Grazie ancora...intanto inizierò col rivolgermi al mio medico di base...valuterò l'opzione di rivolgermi ad un altro ginecologo...anche se con dispiacere.
Buon Lavoro

[#8] dopo  
Utente
Gentile Dott. Sergio, il mio medico di base (anche lui stupito per quanto indicatomi dal ginecologo) mi ha prescritto chemicetina 3 ovuli da 500 mg alla sera e lavanda ginecologica di betadine al mattino. Se il problema dovesse persistere mi ha detto che dovrei passare ad un antibiotico per bocca ed eventualemente far sottoporre il mio partner ad un tampone uretrale (vista la negatività dei precedenti esami). Lei cosa ne pensa?
Grazie dell'attenzione

[#9]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se l'infezione diagnosticata è la G.VAGINALIS(sempre presente nella vaginosi batterica)l'antibiotico di elezione è il METRONIDAZOLO topico o sistemico (CDC ATLANTA 2006).
Potrebbe essere causa di PID (malattia infiammatoria pelvica)e causare momentanea infertilità!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#10]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gent.sig.ra la cura prescritta dal medico và bene per la Gardnerella.Per l'ureaplasma deve fare una cura con compresse di uno di quegli antibiotici verso cui e' sensibile (ed eventualmente suo marito deve fare il tampone)
Cordiali saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#11] dopo  
Utente
Gentili Dottori grazie per la doppia consulenza.
Dott. Blasi visto che ho iniziato gli ovuli di chemitecina (che per il dott. Sergio vanno bene per la Gardnerella) e credo che siano diversi come proncipio dal metronidazolo che lei suggerisce, posso lo stesso continuare a prenderli aggiungendo l'antibiotico per l'ureaplasma?
Infine l'antibiotico per l'ureaplasma deve essere somministrato per bocca?
Grazie mille siete stati disponibilissimi
Saluti

[#12]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Può continuare la terapia,ma non è specifica.
SALUTI!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#13] dopo  
Utente
Grazie dott. Blasi,
intanto lunedì prossimo ho già un appuntamento a pagamento con una nuova ginecologa. Se non le dispiace desidererei tenervi informati.
Grazie ancora

[#14]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
in attesa!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#15] dopo  
Utente
Gentili dott. Blasi e dott. Sergio,

eccomi qua dopo avere fatto la visita ginecologica a pagamento. La Dottoressa mi ha prescritto questa terapia
Bassado (nuovamente) per 10 gg (1 al mattino 1 alla sera). Meclon 1000 crema vaginale 1 applicazione alla sera per due settimane. Dopo questa terapia devo prendere Psyllogel megafermenti in bustine (1 o 2 al giorno per due settimane). Il mio compagno essendo asintomatico per il momento non deve fare niente.
Cosa ne pensate?

Durante la visita mi ha trovato "un piccolo polipo cervicale che protende dall'OVE (?)" che ha provato a rimuovere con una spatolina ma non ci è riuscita. Mi ha suggerito di toglierlo tranquillizzandomi che è piccolissimo e dall'aspetto non patologico e che si fa tutto in ambulatorio.
Già il mio ex-ginecologo nel 2004 mi aveva trovato la "presenza d'area di mioma" dicendo che era una cosa da non tenere neanche in considerazione tanto che nelle visite successive non l'aveva rilevato.
Può essere la stessa cosa?

Domani lo andrò a togliere ma per scrupolo ho chiesto che ci venga fatto l'esame istologico.

Grazie per l'attenzione...attendo fiduciosa un vostro riscontro

[#16]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gent.sig.ra, la terapia mi sembra corretta (l'antibiotico e' tra quelli indicati).Il polipo che sporge dall'Orifizio Uterino Esterno (OUE) deve essere tolto e deve essere fatto l'esame istologico (bisogna vedere dove si trovava "l'area di mioma" per dire se e' la stessa cosa)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#17] dopo  
Utente
Grazie dott. Sergio,
per curiosità, visto che spero di toglierlo oggi (e per fortuna ho chiesto l'esame istologico...per la ginecologa non sarebbe stato necessario) mi deve essere fatta o prescritta terapia antibiotica? si tratta pur sempre di un mini intervento, o sbaglio?
Grazie mille

[#18]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Per la polipectomia non e' necessario l'antibiotico (chieda anche a chi eseguirà l'intervento, la decisione conclusiva spetta a lui)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#19]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi sembra di aver espresso il mio parere.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#20] dopo  
Utente
Gentile Dott. Blasi,
la prima consulenza me l'ha fatta riferita alla terapia dell'ex-ginecologo, successivamente ha commentato quella suggerita dal mio medico di base. L'ulima terapia prescritta ieri sera dalla nuova ginecologa prevede bassado che ha un principio ai quali l'ureaplasma sembra essere sensibile, e il meclon gel vaginale che ha il principio del metronidazolo per la gardnerella.
Mi sembra che adesso la terapia coincida con quanto da lei indicato, o sbaglio?
Per il dott. Sergio, il mio medico di base ha detto che la posizione del mioma era differente e che si trattava di altra cosa.
...tra un pò andrò in ospedale e devo ammetere che ho un pò fifa...speriamo vada tutto bene!
Grazie come sempre per l'attenzione, mi siete stati e spero possiate esserelo ancora, di sostegno.