Utente
Buona sera Dottori,
sono alla 32+1 settimana di gravidanza ed al mio bimbo/a è stato riscontrato un trigono di 11 mm tramite l'ecografia del terzo trimestre. Ho provato a controllare i valori del trigono nell'ecografia morfologica effettuata alla 21a settimana, ma non sono riuscita a trovare detto valore nel foglio che mi hanno compilato (e da qui anche il dubbio che non mi siano stati controllati in quell'epoca) e quindi non so dire se tale situazione fosse precedente o meno.
Ad ogni modo, visto che l'unico consiglio che mi hanno dato è di ripetere l'ecografia tra 10 giorni, vorrei sapere se devo effettivamente solo aspettare o se c'è altro che posso fare.
Ho notato che consigliate l'esame del complesso TOCH e cercando nella rete ho trovato che corrisponde a toxo, cmv, rosolia ed herpes simplex. Relativamente alla rosolia sono stata vaccinata, mentre toxo e cmv sono sempre risultate negative. Non ho mai fatto esami relativamente all'herpes simplex e nemmeno del Parvovirus B19. E' oppurtuno che vengano controllate anche queste infezioni?
Inoltre, precedentemente all'ultima ecografia, effettuando le analisi per l'emocromo, per tre volte consecutive nell'arco di un mese, ho avuto i leucociti sempre più alti del normale, mentre gli altri valori sempre più bassi dei limiti minimi. La ventricolomegalia può essere associata ad un'eventuale anemia della madre? Premetto che, in base ai risultati dell'emocromo, mi hanno prescritto anche il ferro.
Vi ringrazio per l'attenzione e spero di essermi più o meno spiegata per quanto ostica possa essere la materia per chi, come me, non l'ha mai affrontata.
Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Francesco Labate

24% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Capisco l'ansia ma non metta il carro davanti ai buoi. I leucociti e l'anemia materna non c'entrano nulla con la ventricolomegalia e circa l'infettivologia , con toxo e cmv negativi, una seria infezione da Parvovirus B19 in genera dà risultati molto più devastanti e gravi della ventricolomegalia modesta. Continua i controlli fino alla nascita e dopo con ecografia cerebrale transfontanellare che chiarirà ancora meglio il quadro. Spesso tale ventricolomegalia, peraltro di modesta entità, non è foriera di serie problematiche. Auguri.
Dr. Francesco Labate

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto per la celere risposta. Mi scuso se mi sono dimostrata fin troppo ansiosa, ma ci eravamo sentiti lasciati un po' allo sbaraglio dopo una notizia del genere, con l'unico consiglio di aspettare 10 giorni.
Aspetteremo i prossimi controlli e speriamo che tutto vada bene.
Grazie ancora!!

[#3] dopo  
Utente
Nuovo controllo effettuato oggi. I ventricoli misurano 11,3 e 10,7. Ci hanno detto che sono da considerarsi stazionari e che rifaremo un'ecografia tra tre settimane. La situazione è stata definita "fisiologica" ma non abbiamo capito se ciò significa che il nostro bimbo ha una struttura così formata e che così rimarrà senza creargli problemi, o se significa che momentaneamente si trova in questa situazione e che la dimensione si ridurrà con il tempo. Abbiamo letto su altri siti che molti consigliano di effettuare un'ecografia di secondo livello. Saprebbe dirci se è oppurtuno farla o meno?

[#4]  
Dr. Francesco Labate

24% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
La situazione la definirei " parafisiologica" cioè bisognevole di monitoraggio fino alla nascita dopo la quale certamente verrà effettuato un controllo ecografico ( ecografia cerebrale transfontanellare in prima battuta )che permetterà di decidere se effettuare ulteriori approfondimenti o no. Spesso tali situazioni non hanno comportato alcun problema per il nascituro e la stessa cosa non posso che augurare anche a Lei.
Dr. Francesco Labate

[#5] dopo  
Utente
Le rinnovo il ringraziamento per aver risposto nuovamente in maniera così celere. Non immagina quanto sia confortante anche solo sapere che c'è qualcuno con cui poter parlare. Al prossimo controllo con la mia ginecologa le esporrò la volontà di eseguire un'ecografia transfontanellare per capire anche la sua opinione in merito. Ho solo un dubbio da chiarire: tale ecografia va effettuata immediatamente dopo la nascita o è possibile aspettare qualche giorno? Nel caso infatti non avessi la possibilità di effettuarla nell'ospedale in cui dovrei partorire, mi rivolgerò altrove, ma non so se in questi casi la tempestività sia fondamentale.
Per quanto riguarda controlli ecografici più approfonditi da fare prima della nascita (quali eco di secondo livello) vedo invece che non li ritiene necessari. Continuerò quindi con quelli standard indicati dalla mia ginecologa.

[#6]  
Dr. Francesco Labate

24% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
in genere viene effettuata dopo la nascita entro i primi giorni ( in genere entro 48 ore ) al fine di chiarire la situazione. Comunque il giudizio spetta al neonatologo che verrà messo al corrente della situazione prenatale.
cordiali saluti
Dr. Francesco Labate