Utente 192XXX
Gentili medici, ho scoperto di essere incinta avendo effettuato un test acquistato in farmacia il 21 febbraio, l'indomani ho fatto il dosaggio del beta hcg e il risultato era 1880,0. POichè ho le mestruazioni irregolari (ho l'ovaio policistico) con cicli che variano anche due-tre mesi, non è facile risalire alla data del concepimento, infatti le ultime mestruazioni le ho avute il 12 dicembre. Venerdì 2 marzo sono andata dal mio ginecologo il quale mi ha fatto l'ecografia addominale da cui si è visto solo che la camera gestazionale era nella cavità uterina e normoconformata, ma non è stato possibile sentire il battito, il medico ha detto che molto probabilmente ciò è dovuto al fatto che ancora è troppo presto, infatti approssimativamente dovrei essere alla quinta settimana oppure potrebbe trattarsi di un aborto interno, pertanto mi ha detto di ritornare tra due settimane, nel frattempo mi ha prescritto tutti gli esami al sangue di routine. Gli ho detto che ho già iniziato ad avere delle nausee e lui mi ha risposto che è buon segno. Ora il problema è che io sto veramente male: ho nausee continue ed insistenti con senso di vomito che si attenuano un pò dopo aver mangiato, a causa di esse l'appetito è diminuito, ho continuamente sonno e aumento della salivazione. A questo punto io mi chiedo: se si trattasse di aborto interno avrei questi sintomi? E' normale avere questo malessere ad uno stadio così precoce della gravidanza? C'è qualche rimedio per calmare questi sintomi? Essendo la mia prima gravidanza sono veramente spaesata oltre ad essere molto preoccupata. Voi cosa ne dite? Grazie in anticipo per le vostre risposte

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile amica, i sintomi che Lei avverte vanno sotto il nome omnicomprensivo di "neurovegetosi del primo trimestre". Quando sono associati ad una gravidanza evolutiva, in genere, testimoniano di un ottimale produzione trofoblastica dell'ormone della gravidanza (l'HCG in particolare)...ecco perchè il Suo ginecologo li ha, giustamente, avvalorati.
Ovviamente, però, il metodo migliore per valutare il suo stato di gravidanza, non è l'ecografia transaddominale, ma quella transvaginale.
La esegua e vedrà se la gestazione è evolutiva oppure no.
I segni che Lei h elencato, infatti, potrebbero essere presenti anche in caso di aborti interni, nei quali si verifichi la degenrazione idropica dei villi coriali con iper-produzione di HCG, dal momento che i sintomi sono HCG-dipendenti.
Faccia, perciò, una ecografia transvaginale e tantissimi auguri.
Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 192XXX

Gentilissimi medici, sono alla nona settimana, dall'ecografia la gravidanza risulta procedere normalmente ma il mio grosso problema restano la nausea persistente e il vomito. E' da tre settimane che sto sempre male con episodi di vomito ( a volte due- tre volte al giorno) e un senso di spossatezza, addirittura ho perso qualche chilo. Le analisi al sangue erano normali ma a me sembra strano tutto questo malessere. Il cibo in qualche modo riesco a trattenerlo (tranne qualche episodio in cui dopo aver mangiato ho vomitato) il problema riguarda l'ingestione di liquidi, non riesco a bere acqua semplice, un pò meglio va con il tè caldo e zuccherato o con dell'acqua bollita con il limone sempre zuccherata. Il mio ginecologo dice che è normale e che non si può fare nulla a parte delle iniezioni di samyr 200 (ne ho fatte già parecchie ma la situazione non cambia) oppure dovrei ricoverarmi e fare le flebo. La mia vicina di casa mi diceva che circa dieci anni fa quando lei aspettava la figlia il suo medico le ha prescritto delle iniezioni che riuscivano a tenere un pò sotto controllo il vomito. A questo punto io non so più cosa fare, è proprio vero che non esiste nulla che può calmare questo malessere? io sono veramente scoraggiata perchè sto troppo male, d'altra parte se anche facessi le flebo, per quanto tempo posso farle se la situazione non cambia? Voi cosa ne pensate?

[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile amica
il vomito gravidico, ahimè, resta un serio problema, in parte ancora irrisolto. Generalmente, all'inizio del quarto mese, si attenua fino ascomparire del tutto. Raramente persiste oltre tale limite.
Per il momento provi ad eseguire questi semplici accorgimenti:
a) masticare lentamente e prolungatamente biscotti secchi, come quelli a base di fibre, la mattina appena sveglia, senza neanche scendere dal letto, senza bere nulla
b) mettere un braccialetto al polso di quelli che si usano normalmente per attenuare il mal di mare (li trova in Farmacia)
c) associ ai pasti (sempre piccoli e molto asciutti) polvere di Zenzero (la trova al supermercato o in drogheria)
d) mangi in posizione semiseduta (va bene in poltrona con la schiena a circa 30° rispetto al bacino), molte volte nella giornata e pochissimo
e) beva UN DITO di Coca Cola ai pasti.
Mi faccia sapere.
Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente 192XXX

Non puoi aggiungere commenti: puoi rispondere solo alle richieste di consulto inoltrate dal tuo utente: utente 19282
Gentili medici, mi rivolgo di nuovo a voi a distanza di qualche mese perchè sono veramente disperata: sono ormai alla quindicesima settimana di gravidanza e sto ancora male. Intorno alla tredicesima settimana per alcuni giorni sono stata meglio, poca nausea e niente vomito, poi da domenica scorsa è ripresa la nausea e qualche episodio di vomito. Finora ho sopportato tale situazione sperando che la progressiva discesa del beta h cg facesse regredire il malessere, ma ora sono molto scoraggiata perchè ho letto che il beta h cg scende fino alla sedicesima settimana per poi stabilizzarsi e rimanere invariato per il resto della gravidanza; ciò significa che dovrò vivere in questo stato fino al parto? A me questa situazione sembra strana, voi che consigli potete darmi? E' il caso di fare degli accertamenti più approfonditia? Non esistono farmaci ad hoc?

[#5] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile amica
Ha messo in atto i suggerimenti che Le ho dato?
Nel caso non lo abbia fatto, lo faccia.
Nel caso lo abbia fatto, ma senza efficacia, segua attentamente i consigli del Suo Ginecologo di riferimento, in quanto non conosco gli esami che Le sono stati richiesti finora.
In linea del tutto dottrinale, è possibile utilizzare, senza alcun rischio per la gravidanza, farmaci quali:
metoclopramide
prometazina.
I nomi commerciali devono essrLe riferiti dal Suo Medico di base.
In linea sperimentale, si stanno conducendo esperienze con terpie cortisoniche per brevi cicli, nei casi refrattari a queste terapie prima indicate.
E' indispensabile sempre supplementare la sua ideta con Tiamina (una vitamina del gruppo B), per evitare problemi a cario del sistema nervoso centrale.
Gli esami da eseguire, sono quelli comuni, con particolare riguardo alla funzione epatica ed all'equilirio idro-elettrolitico.
Se ha iniziato a perdere peso in quantità rilevante (superiore ai 3 Kg), può esserLe conisgliato il ricovero ospedaliero.
Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli