Utente
Caro dottore,
scrivo a Lei perchè ho avuto modo di leggere i consulti che Lei ha dato ad altre utenti e dalle sue parole traspare una grande umanità. IO ho 33 anni e circa 2 sttimane fa ho subito un aborto spontaneo alla ottava settimana. Era la mia prima gravidanza, arrivata dopo 7 mesi di tentativi. Inutile stare a spiegare che è stato un trauma per me e per mio marito e piano piano sto trovando la forza per superare questo momento. So che un'alta percentuale di gravidanze si interrompe nelle prime settimane, ma dato che non è stato fatto nessun esame sul materiale abortivo, ho paura che ci sia qualcosa che non va in me o mio marito. Tra l'altro lui ha 49 anni ed ho paura che questo possa aver contribuito. Io ho fatto le anlisi di routine che fanno fare nel primo trimestre di gravidanza ed è risultato tutto nella norma. Ho fatto un controllo dopo il raschiamento e il mio medico dice che l'utero è perfettamente pulito e che è ripresa l'attività ormonale. Io comunque sono preoccupata e non voglio che quello che è successo si ripeta. Mi consiglia di fare qualche accertamento particolare? non mi hanno fatto fare un tampone vaginale per escludere infezioni per esempio....lei cosa dice? Dovrei fare l'esame della mappa cromosomica? Riguardo a mio marito: ritiene opportuno uno speriogramma? o il fatto di aver concepito è indice che il suo liquido seminale è fertile e che non ci sono anomalie? mi scuso che tutte queste domande ma mi è crollato il mondo addosso e ho tanta paura che non sentiro' mai un angioletto chiamarmi mamma...

con grande stima

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Mia cara Signora
pur considerando che, sempre, un aborto è vissuto con grande compartecipazione emotiva negativa da parte di entrambi i coniugi, mi sento di rassicurarLa.
Un sinolgo aborto, come dico sempre, "è come una rondine. Da sola non fa primavera".

Bene ha fatto ad eseguire una serie di controlli, però è facile che il suo singolo episodio abortivo sia stato determinato da occasionali anomalie genetiche del "bimbo", per cui non vi sarebbe stata, per lui/lei possibilità di sopravvivenza ulterirore e...Madre Natura sa (quasi sempre) quello che fa.

Ora: ottimismo alle stelle e fiducia nel prossimo evento gravidico.
Ha molte probabilità (oltre il 90%) che si concluda felicemente.
Allora, trascorsi tre mesi dal raschiamento, può riprovare tranquillamente.

La prossima volta, la cicogna busserà alla Vs porta!

Saluti cordialissimi.

PS: Io sarò sempre disponibile a darvi i consigli che richiederete.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente
grazie mio caro Dottore, non sa quanto le sue parole mi hanno rasserenato.

E' veramente raro trovare un professionista come Lei.

Mi sforzero' di ricordare le sue parole nei momenti di sconforto e nel caso mi permettero' di disturbarLa ancora se avessi dei dubbi o altre domande.

E spero veramente che molto presto la Cicogna rriverà anche per noi

ps: sarà il primo a saperlo..

ancora grazie di cuore!!

[#3] dopo  
Utente
caro Dottore,

leggendo vari articoli navigando in rete mi son resa conto di quanto sia comune un aborto spontaneo nelle prime settimane di gravidanza e questo un po' mi "rassicura" sul fatto che puo' benissimo verificarsi senza che ci sia per forza un problema in me o mio marito.
Un dato mi allarma pero': ho letto che recenti studi hanno dimostrato che se l'uomo ha superato i 40 anni il rischio di aborto spontaneo aumenta notevolmente. E mio marito ha da poco compiuto i 49, ( io ne compio 34 a marzo. Cosa mi dice? Il fatto di avere concepito (in 7 mesi di tentativi) è indice che il suo liquido seminale è fertile e che non ci son problemi)?
Internet è un calderone di informazioni e quello che leggo mi mette ansia. Confido in una risposta rassicrante come solo Lei sa fare.

Con grande stima

[#4]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Le statistiche, mia cara Signora, sono da leggere sempre con attenzione.
Vero è che dopo i 40 anni vi sono aumentati rischi di aborto legati ad anomalie del quadro spermatico, perchè è vero che dopo i 40 anni aumentano le anomalie morfo-funzionali del quadro spermatico legate a malattie generalizzate o localizzate all'apparato genitale (varicocele, problemi prostatici ecc.) o condizioni morbogene come l'uso di sostanze tossiche (alcool, fumo di sigarette, inquinanti ambientali o da ambienti di lavoro...) e l'elenco potrebbe continuare.

Ovviamente ci sono le eccezioni.

Ecco perchè, in Medicina esistono le statistiche ed il singolo individuo.

Le statistiche ci fanno da "orientamento" generale per l'inquadramento del singolo, ma è, poi, sempre il singolo paziente che va studiato se vogliamo capirci davvero qualcosa.

Allora?

Se vuole "fugare" ogni dubbio in proposito, faccia effettuare un esame dello sperma a Suo marito, dopo opportuna preparazione.

Personalmente non lo consiglierei (ed in realtà non l'ho fatto nella mia precedente mail), proprio perchè, come Le scrivevo sopra: "un singolo aborto è come una singola rondine: non fa primavera"!

Perciò:il mio invito è alla sola calma e tranquillità. Sono certo che le cose (sempre stando alle benedette/maledette statistiche), la prossima volta andranno per il meglio.

Solo in caso contrario vi sarebbero da mettere su una serie di esami (fra cui anche quelli del liquido seminale) per cecare di risalire alla/e causa/e che hanno determinato il Vs quadro clinico.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#5] dopo  
Utente
grazie, caro Dottore.
Come sempre mi ha rasserenato. mIO MArito ha letto la Sua risposta insieme a me e mi ha detto : hai visto? dai retta a chi ne sa piu' di noi...e basta fare la sherlock holmes ad oltranza, che ti metti solo in agitazione:-)

Spero di darLe presto buone notizie.

Un affettuoso saluto!

[#6] dopo  
Utente
Caro Dottore, da due giorni ho un intenso prurito e perdite biancastre. penso si avere la candida.
la ginecologa mi ha dato l'appuntamento tra una settimana e nel frattempo mi detto di fare il trattamento con ovulo e crema Prevaryl per 3 giorni.

So che è un'infezione banale ma potrebbe crearmi problemi per una nuova gravidanza? Cosa mi consiglia?

ps: sono in svezia e la difficoltà con la lingua è tanta anche se qui tutti i medici parlano inglese.

Spero di avere presto la Sua risposta

con stima

[#7]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Per il momento, direi di eseguire la terapia già consigliata.
Appena torna in Italia, si faccia sentire nuovamente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#8] dopo  
Utente
Caro dottore, con gioia la comunico che sono incinta!!!
Stamattina ho eseguito il test della farmacia ed positivo!!

Ho avuto l'ultimo ciclo il 20 maggio. Ho aspettato qualche giorno a fare il test perchè pensavo mi stesse arrivando il ciclo in quanto ho avuto piccole perdite marroni verso il 26mo giorno e poi si sono fermate.

sono ancora incredula, questa gravidanza è arrivata solol dopo 3 mesi di tentativi...non ci speravo!

Ora pero' un po' di ansia c'e' dato l'esito della precedente. La ginecologa mi ha dato appuntamnto tra 1 settimana.

Cosa devo fare nel frattempo?
continuo a prendere fertifol oppure è bene che inizi il multicentrum materna? il mese scorso ho fatto un analisi del sangue ed è risultato che ho la vitamina B12 bassa.

per il resto ok..

Dottore, non ho sintomi particolari, sono un lieve dolore al seno che va e viene, una leggerissima nausea che dura pochi minuti. Secondo lei tra 1 settimana potrei già sentire il battito???

una grazie

con la massima stima

ps: tra 20 giorni io e il mio compagno ci sposiamo...che tempismo, eh? forse il nostro piccolo voleva partecipare...

S.

[#9]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Beh...intanto calorosissimi AUGURI per TUTTO !!!

Come Le dicevo, a volte basta guardare un pò più la vita in ...rosa e tutto si rimette a posto come d'incanto.

Bene. Sotto, allora, con le cose da fare (a parte i preparativi per il matrimonio che lascio volentieri a Voi):

Beta HCG quantitativa su plasma da ripetere sempre allo stesso Laboratorio dopo 3 giorni per 3 volte consecutive (sempre a 3 giorni di distanza l'una dall'altra).

Ecografia vaginale quando il valore della Beta arriva almeno ad 800 - 1000 mUI/ml.

Continui con la terapia consigliataLe dal Collega e non appena si vedrà la camera gestazionale in utero, iniziare con una buona terapia preventiva per l'aborto.

Altro non posso dirLe, se non esternarLe le mie felicitazioni sincere.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli