Utente 151XXX
gentilissimi,
avrei bisogno di un chiarimento riguardo le settimane di gravidanza. oggi secondo i calcoli mi trovo a 40+1. ultima mestruazione 29 gennaio 2010, dpp 5 novembre. vorrei sapere una volta per tutte, se la settimana ostetrica è quella che va dalla 39 alla 4o oppure quella dalla 40 alla 41....mi sono sempre stati detti pareri discordanti. in questo momento io mi trovo all'inizio della settimana ostetrica? oppure ho finito il tempo definitivamente?
mi scusi ma non mi è chiaro per niente, e come se non bastasse il mio bimbo non vuole saperne ancora di uscire....
la ringrazio moltissimo e saluto

[#1] dopo  
Dr. Agostino Menditto

40% attività
0% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
AVERSA (CE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Lei ha terminato ieri la 40a settimana, quindi, come si suol dire, "ha finito i conti". Superata questa data si può ancora attendere con tranquillità l'esordio spontaneo del travaglio, tenendo sotto controllo i parametri biofisici (placenta, liquido amniotico, cardiotocografia). Il limite ultimo d'attesa varia, in base ai protocolli, tra i diversi punti nascita e in genere è tra la 41a e la 42a settimana.
Dr. Agostino Menditto
Specialista in Ginecologia e Ostetricia
www.menditto.it

[#2] dopo  
Utente 151XXX

la ringrazio per la risposta, la quale pero' non mi ha chiarito il fatto della settimana ostetrica. Quale è la settimana ostetrica? quella che va dalla 39 alla 40 o quella che va dalla 40 alla 41?
grazie ancora.
saluti

[#3] dopo  
Dr. Agostino Menditto

40% attività
0% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
AVERSA (CE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
La locuzione "settimana ostetrica" non esiste, in quanto non ha alcun significato.
In gergo, dato che molte donne calcolano la fine dei conti alla 39a, con questa espressione si intende il calcolo, più preciso, fatto dal medico che porta alla 40a. In tal senso sarebbe quella tra la 39a e la 40a.

Dr. Agostino Menditto
Specialista in Ginecologia e Ostetricia
www.menditto.it

[#4] dopo  
Utente 151XXX

la ringrazio molto, le chiedo ancora una cosa, quanto puo' essere rischioso oggi il fatto che il bambino prima della nascita abbia uno o due giri di cordone intorno al collo?
si puo' fare lo stesso il parto naturale o si effettua sempre il cesareo? il bimbo rischia di rimanere senza ossigeno? e soprattutto, se il bimbo ha ilcordone intorno al collo, è possibile stebilirlo tramite i monitoraggi i quali credo stabiliranno una sofferenza fetale giusto?
grazie mille

[#5] dopo  
Dr. Agostino Menditto

40% attività
0% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
AVERSA (CE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Il giro di cordone è un altro timore ingiustificato. E' molto difficile diagnosticarlo con certezza mediante ecografia, può essere sospettato durante il travaglio, ma la stragrande maggioranza dei feti nasce senza alcun problema nonostante la presenza di questi giri.
Se il giro di cordone dovesse rappresentare un effettivo impedimento al parto, durante il travaglio c'è tutta la possibilità di rendersi conto della necessità di un taglio cesareo senza far correre nessun rischio al nascituro.
Tra l'altro la presenza di due giri è potenzialmente meno rischiosa di un singolo giro in quanto significa che il cordone è più lungo.
Dr. Agostino Menditto
Specialista in Ginecologia e Ostetricia
www.menditto.it

[#6] dopo  
Utente 151XXX

la ringrazio e approfitto ancora di lei per spiegare la mia situazione, forse un suo parere mi aiutera' a stare un po piu tranquilla. sono oggi a 40+4, fin'ora non avverto ancora forti dolori particolari, sto facendo i monitoraggi che sono sempre normali e che presentano sempre sporadiche contrazioni. avverto spesso indurimento della pancia con una pressione forte al basso ventre, e qualche volta, dei doloretti tipo ciclo. ieri ho fatto una visita dove è stata riscontrato un accorciamento del 70% ma l'OUI è ancora chiuso e la testa è alta, il monitoraggio ha avuto di nuovo lo stesso esito. Ora mi chiedo, cosa devo fare? cosa devo aspettare precisamente prima di capire che il momento è vicino? non so davvero che fare, mi sento quasi impotente e ho paura solo della salute del mio piccolo. La prego mi dia qualche consiglio. La ringrazio ancora.
saluti

[#7] dopo  
Dr. Agostino Menditto

40% attività
0% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
AVERSA (CE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
In presenza di benessere fetale ai monitoraggi non ha motivo di stare in ansia. Sicuramente il suo ginecologo le avrà dato un data ultima alla quale, se non c'è stato ancora esordio spontaneo del travaglio, viene proposta una stimolazione.
Dr. Agostino Menditto
Specialista in Ginecologia e Ostetricia
www.menditto.it