Utente
Gentile Staff,

riposto un quesito di qualche tempo fa perchè continuo a leggere, anche nei vostri consulti rispetto ad altre richieste, opinioni discordanti circa l'uso di lubrificanti in sede di rapporti intimi.
Io e il mio compagno abbiamo da sempre avuto delle difficoltà nella sfera intima, lui è molto fragile e insicuro, io anche.
Si era quindi innescato un meccanismo per cui io temevo le sue debolezze e diventavo quindi poco "praticabile", lui di fronte a questo si bloccava e si finiva per non avere rapporti.
L'utilizzo di un gel lubrificante a base acquosa rende entrambi più sereni e facilita la nostra vita sessuale.
Le mie domande però rimangono le stesse:
1) l'uso prolungato di questi prodotti nuoce in qualche modo alla salute? esiste un tempo oltre il quale va sospeso il loro utilizzo?
2) è vero che questi prodotti possono ostacolare la ricerca di una gravidanza perchè il gel va a costituire un'ulteriore strato filmogeno che gli spermatozoi devono attraversare nella loro risalita? Se cerco un figlio devo quindi smettere di farne uso, ma allora come avere rapporti?
Aspetto vostre considerazioni.
Grazie.

[#1]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

nessun problema nell'uso prolungato di lubrificanti, meglio magari i gel, che vengono eliminati più rapidamente dall'ambiente vaginale.
Li userei in piccole quantità solo a livello esterno, sul vestibolo vaginale, nel momento in cui dovesse cercare una gravidanza.

La invito comunque a riflettere sull'opportunità di rivolgersi ad un consulente di area psicosessuologica per risolvere il problema relativo all'impossibilità di avere rapporti in assenza di lubrificanti. Infatti, se lei non è in menopausa, la fase di eccitazione provvede di per sè alla lubrificazione "naturale".
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2] dopo  
Utente
I rapporti senza utilizzo di lubrificanti si possono anche avere ma con fatica e molta meno piacevolezza. Leggo di un problema molto comune nelle donne anche non in menopausa, ma che magari come me fanno uso da anni della pillola anticoncezionale. Per questo non capisco perché la soluzione debba per forza essere una terapia. Grazie comunque della risposta.

[#3] dopo  
Utente
.. Ovvero mi chiedo se è così grave dover utilizzare un gel per aiutarsi, tanto da dover ricorrere ad uno specialista. E la pillola anticoncezionale presa per così tanto tempo può esserne causa? ..
Grazie.

[#4]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La pillola contraccettiva, soprattutto se a basso dosaggio, può creare secchezza vaginale.


L'ipotesi di rivolgersi a un consulto specialistico di tipo psicosessuologico verte sulle sue parole

"Io e il mio compagno abbiamo da sempre avuto delle difficoltà nella sfera intima, lui è molto fragile e insicuro, io anche.
Si era quindi innescato un meccanismo per cui io temevo le sue debolezze e diventavo quindi poco "praticabile", lui di fronte a questo si bloccava e si finiva per non avere rapporti."

Non sarebbe meglio risolvere le debolezze, piuttosto che praticare scorciatoie? L'esperienza insegna che ad evitare certe questioni, non si risolvono, e prima o poi ci si scontra con esse. Poi è chiaro, ognuno fa come meglio crede.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#5] dopo  
Utente
Io sono in terapia da circa un anno. Ma i miei colloqui non vertono unicamente sulla sfera sessuale.
Avere difficoltà crea dei blocchi difficili da superare, anche perchè la soluzione del gel ha fatto sì che ci "sedessimo" e non cercassimo nemmeno più di avere rapporti senza utilizzo del lubrificante.
E' diventata l'abitudine, non l'eccezione. Quasi un gioco.
Se questo uitlizzo non crea controindicazioni nè a livello di salute nè per la ricerca di una possibile gravidanza non vedevo nulla di male nel farne uso.
Attendo un Suo commento.
Grazie.

[#6]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,
concordo con la Dottoressa Pontello, sull'opportunità di una consulenza specialistica di tipo psico-sessuologica.
Dal suo storico di consulti e dalle attuali domende, credo che un percorso di conoscenza ulteriore, potrebbe garantire una moigliore qualità della sfera della vostra sessualità.
I lubrificanti, sono dei sintomatici, cioè funzionano fino a quando voi li adoperate, comprendere e decodificare, le vostre difficoltà sessuologiche, credo rappresenti un valore aggiunto alla vostra vita di coppia.
Cari auguri
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#7] dopo  
Utente
Gentile Dr.ssa Randone,

ringrazio anche Lei per il prezioso aiuto.
Posso chiederLe di chiarimi il significato di "i lubrificanti sono dei sintomatici"?
Io sono già in cura da una terapeuta ma il mio percorso non si basa unicamente sulla sessualità.
Sto sbagliando terapia?
Grazie ancora.

[#8]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Cercherò di spiegarmi meglio:
l'assenza o la difficoltà nella lubrificazione, dipende da svariati fattori, correlati alla compromissione della fase del desiderio, della fase dell'eccitazione o della fase della risposta orgasmica.
Se non si effettua una "diagnosi differenziata" della sua assenza di lubrificzione vaginale,si trattano solo i sintomi, non le cause.
Offrendo all'ambiente vaginale, dei surrogati della lubrificazione, non si saprà mai lei, che tipo di difficoltà sta vivendo.
Inoltre vanno investigate le cause, queste possono essere ormonali, di coppia, da cattivo apprendimento sessuale, da scarso utilizzo dell'immaginario, di tipo religioso-educativo, da assenza di educazione sessuale ...e tanto altro.
Ancora auguri
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#9]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non ho molto da aggiungere a quanto detto dalla collega psicologa, la cui opinione condivido pienamente.


Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi