Utente 263XXX
Gentili Dottori,
circa due anni fa ho avuto il mio primo rapporto sessuale, con il mio fidanzato. La prima esperienza è stata dolorosa, e so che è normale, purtroppo però ho continuato a provare dolore durante ogni rapporto, e ancora oggi lo sento.
Ho effettuato controlli:pap test, due tamponi e visite ginecologiche, ma non è stata individuato alcun problema di infezioni o simili. Il mio ginecolo mi ha solo detto che ho un bacino piuttosto basso, ma non credo possa influire.
Ho provato a usare un lubrificante durante i rapporti,cambiare posizione, ma il dolore anche se diminuito permane. L'anno scorso ho iniziato a prendere la pillola, per essere ancora pià tranquilla durante l'atto, ma la situazione non è cambiata.
Specifico subito che ho un buon rapporto col mio ragazzo e ne sono molto innamorata, come lo è lui.
Se il dolore fosse provocato da qualcosa di psicologico non saprei come risolverlo, visto che è inconscio: io ho voglia di avere rapporti con lui, non ne sono spaventata, però è il dolore all'atto che mi blocca. Cosa posso fare? Vi ringrazio anticipatamente per la risposta, e spero di essere stata chiara.

[#1]  
Prof. Simone Ferrero

28% attività
0% attualità
12% socialità
CAIRO MONTENOTTE (SV)
GENOVA (GE)
ALBISOLA SUPERIORE (SV)
CHIAVARI (GE)
LOANO (SV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Un dato importante é capire se il dolore é prevalente all'inizio della penetrazione (dispareunia superficiale) oppure se é un dolore più profondo. I due tipi di dolore hanno cause diverse. Se il dolore é superficiale, é importante escludere la vulvodinia che spesso causa anche una sensazione di irritazione ai genitali. Se il dolore é più profondo, é importante escludere l'endometriosi che é una causa anche di dolori mestruali e addominali. Comunque le potenziali cause del dolore ai rapporti sono molteplici. Se non emergesse nulla, le consiglio di rivolgersi ad un sessuologo.
Prof. Simone Ferrero
www.simoneferrero.it
www.piazzadellavittoria14.it

[#2] dopo  
Utente 263XXX

La ringrazio moltissimo per la risposta!
Mi è difficile spiegare perfettamente cosa sento, spero di non usare termini scorretti. Il dolore è all'atto della penetrazione e continua sempre nei vari movimenti nella parte " più esterna", ma spesso sento anche un dolore più in profondità, come se ci fosse un muro su cui colpisce. Quest'ultimo dolore varia di intensità in funzione della posizione, mentre quello all'atto della penetrazione si verifica sempre.
Che tipi di esami si possono effettuare per capire di cosa si tratta? Ovviamente in caso siano escluse le cause sopra, mi recherò dal sessuologo.
Grazie per la disponibilità!

[#3]  
Prof. Simone Ferrero

28% attività
0% attualità
12% socialità
CAIRO MONTENOTTE (SV)
GENOVA (GE)
ALBISOLA SUPERIORE (SV)
CHIAVARI (GE)
LOANO (SV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Per il dolore piu superficiale è sufficiente eseguire un test (q tip test) durante la visita ginecologica; dalla sua descrizione sembra che il dolore piu esterno sia l'elemento più rilevante. Per il dolore più profondo, può essere utile eseguire una risonanza magnetica per la ricerca dell'endometriosi.
Prof. Simone Ferrero
www.simoneferrero.it
www.piazzadellavittoria14.it

[#4] dopo  
Utente 263XXX

La ringrazio nuovamente!
Parlerò con il mio ginecologo per fare gli accertametne necessari...
Ancora grazie!