Utente 337XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 28 anni di Asti che ha avuto un bimbo il 1°gennaio di quest'anno. Subito dopo il parto, mentre l'ostetrica procedeva a mettere i punti, interni ed esterni, ha notato una escrescenza sulla parete vaginale destra, e inizialmente pensava fosse un prolasso della vescica, invece era una cisti di un paio di centimetri... alla visita dei 40 giorni, il ginecologo ha notato lo stesso rigonfiamento e ha chiesto se volessi farla asportare. Siccome purtroppo in internet si trova molto poco riguardo a questo tipo di problema, e ho chiesto notizie sia all'ostetrica che al ginecoloco, ma mi hanno solo detto che è una "pallina"... riuscireste cortesemente a dirmi qualcosa di più? Come mai si formano queste cisti? Ho letto che i tumori della vagina sono costituiti da cisti... è possibile che magari in futuro si sviluppi questo tipo di problema? Scusate la domanda ma sono davvero molto preoccupata...
Grazie mille per l'attenzione e per le eventuali risposte. Veronica

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Queste cisti sono dette cisti del dotto di Gartner che derivano da residui embrionari ,normalmente sono di piccole dimensioni ma in alcuni casi possono crescere tanto da simulare un cistocele (prolasso della vescica) o uretrocele (prolasso della parete dell'uretra.)
Sono BENIGNE e il trattamento è conservativo se piccole si possono aspirare,se di notevoli dimensioni il trattamento è chirurgico.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 337XXX

Grazie Dottore per la pronta risposta.
Ho ancora un paio di domande... la cisti potrebbe interferire con una possibile futura gravidanza? Una volta apportata potrebbe riformarsi?
Grazie ancora per la disponibilità.

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nessuna interferenza , se asportate in modo adeguato difficilmente si riformano.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 337XXX

Buonasera, oggi pomeriggio ho avuto la seconda visita dal ginecologo che osservando meglio ha notato che non è una cisti come sembrava all'inizio ma una formazione peduncolata... lui (che è di molte poche parole purtroppo!) si è limitato a dirmi che è "un'escrescenza"... domani andrò a prenotare una vaginoscopia per valutazione exeresi... leggendo qua e là su internet vedo che potrebbe essere un polipetto? Oppure? Abbiate pazienza ma sono davvero nel panico...

[#5] dopo  
Utente 337XXX

Buongiorno, vi riscrivo perchè sono davvero in ansia.
dopo avervi scritto l'ultima volta, sono andata da un altro ginecologo che mi ha fatto una visita più approfondita e ha constatato anche lui la formazione peduncolata, e mi ha dato appuntamento all'11 agosto, per vedere se per caso fosse rimpicciolita e per valutare l'exeresi.
Da allora non ho più dato peso alla cosa, dato che non mi dà particolari problemi e non ho nessun tipo di perdita, nè dopo i rapporti, e nemmeno fra un ciclo e l'altro.
Due giorni fa, lavandomi, ho provato a toccare e, purtroppo, ho sentito che questo "polipetto" peduncolato, rispetto a 2 mesi fa, mi sembra ingrandito ulteriormente, direi del doppio quasi, e al tatto sembra composto da più escrescenze... sarà circa sui 4 cm... sono molto preoccupata... anche perchè leggendo su internet, capisco che le neoformazioni che crescono così velocemente sono in genere maligne... ed è difficile che nella vagina si formi qualcosa di primitivo, di solito non sono formazioni causate da metastasi?
Grazie per l'eventuale risposta...

[#6] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Tranquilla difficilmente i polipi cervicali degenerano in neoplasie.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#7] dopo  
Utente 337XXX

Buonasera dottore, approfitto ancora della sua gentilezza e competenza per chiederle questo... è la terza volta che il primo giorno di ciclo, purtroppo mi esce anche sangue dall'anima potrebbe avere a che fare con il fibroma? Oppure può derivare da emorroidi/ragadi che ho avuto sempre dopo il parto?
Grazie ancora. Buona serata.

[#8] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Potrebbe dipendere più dal fibroma, le ragade/emorroidi non sanguinano in coincidenza delle mestruazioni
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#9] dopo  
Utente 337XXX

Buongiorno Dr. Blasi, da questo ultimo consulto è passato più di un anno e io ho ancora questo polipo, perchè nel mentre ho avuto un altro bambino.
Ho appuntamento il 29 di questo mese per la visita dal ginecologo, e ieri sera, per pura curiosità, ho provato a "sentire" il famoso polipetto... Le dimensioni non mi sembrano variate, però mi pare di sentire, sulla base dello stesso, un'altra specie di polipetto, molto più piccolo... è normale tutto ciò?
Ho letto su internet cose del tipo "sarcoma botrioide"... e data la formazione, che sembra evoluta in un grappolino, e data la posizione (vagina anteriore), mi sento nuovamente molto preoccupata ...
La ringrazio fin da ora per una eventuale risposta.
Buona giornata.