Utente 133XXX
Gentili Dottori,

da anni, forse 20 (!!), ho delle perdite bianche costanti e talvolta leggeri pruriti a livello vaginale.
Sono sempre stata convinta di avere la candida, ma tutti i tamponi fatti (vaginali, cervicali, ricercando qualsiasi cosa), e ne ho fatti almeno 15, hanno sempre dato esito negativo.
Solo un pap test un paio di anni fa aveva rivelato presenza di miceti.
In seguito a questo pap test ho eseguito delle cure che hanno migliorato il prurito ma mai le perdite.

Inoltre ho secchezza durante i rapporti, questo è un altro sintomo di candida, vero?

I vari ginecologi interpellati, dopo i tamponi negativi, non hanno dato molta importanza al problema. Ho fatto solo cure con ovuli e creme ogni tanto.

Io ora però, anche se da poco, sono alla ricerca di una gravidanza, e ho paura che la candida (io sono convinta di averla anche se l'ennesimo tampone fatto pochi giorni fa era negativo) possa ostacolare il concepimento.
So che non è impossibile rimanere incinta, ma quanto può alterare l'ambiente vaginale la presenza costante di questo fungo? Se l'esito del tampone riporta "flora lattobacillare normo rappresentata" significa che l'ambiente è idoneo oppure non è detto?

Inoltre la candida può impedire la produzione di muco fertile e quindi senza muco non far sopravvivere gli spermatozoi?

Se io ho la candida immagino ce l'abbia anche mio marito anche se non ha nessun sintomo. Rappresenta un problema per lui da altri punti di vista?

Ho molta paura che avendo la candida da così tanti anni (altrimenti perchè ho perdite "a ricotta" e prurito?), io possa essere in una situazione ormai troppo degenerata per essere recuperata, sia per un possibile concepimento che per altro.

Scusate le troppe domande, ma spero mi aiuterete a fare più chiarezza dopo tanto tempo. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Faccio una premessa importante sulla flora vaginale saprofitica: la CANDIDA ALBICANS fa parte di questo ambiente e solo in momenti particolari come terapie antibiotiche, alterazioni delle condizioni immunologi che, dieta ricchi di carboidrati o diabete si trasforma in VAGINITE DA CANDIDA.
Quindi nessuno mai sará in grado di eradicare i miceti dall'ambiente vaginale ,ma curare una vaginite é possibile.
Una candidosi vaginale non ostacola una gravidanza.
Nel dubbio si richiede un tampone specifico per miceti con relativo ANTIMICOGRAMMA.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 133XXX

Grazie Dottore.
Quindi l'antimicogramma è diverso dai tamponi vaginali e cervicali di solito fatti?

Ho letto che anche se non è ad ostacolo del concepimento, può non creare un ambiente favorevole agli spermatozoi. Come posso verificare questo?

E mio marito con cui ho rapporti liberi da tempo, deve fare qualche cura?

Infine, è vero che può trasferirsi in altri organi e creare patologie serie? Se è vero che ho la candida da 20 anni, mi sto seriamente preoccupando.

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sottolineo non è la stessa cosa avere la CANDIDA oppure una VAGINITE da CANDIDA forse non sono stato chiaro.
Suo marito deve eseguire uno SPERMIOGRAMMA dopo 4 giorni di astinenza sessuale.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 133XXX

Ok, quindi significa che se il tampone è negativo è vaginite e non candida?


Lo spermiogramma serve perchè la candida può avere alterato numero e motilità dei suoi spermatozoi?

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Esistono vari tipi di VAGINITI : trichomonas , GARDNERELLA vaginalis, , streptococco, non solo Candida.
Lo spermiogramma serve a valutare la fertilitá .
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente 133XXX

I tamponi erano negativi anche a trichomonas, gardnella, ecc.
Comunque aspetto l'esito di un altro dopodomani.

Mio marito proprio in questi giorni ha avuto due episodi di sangue nelle urine, associati a bruciore.
L'urinocoltura è stata negativa.
Il suo medico di base consiglia uno spermiogramma perchè sospetta problemi alla prostata (prostatite).
Può la candida aver provocato questo? Non sapevo potesse portare a infertilità maschile! Che dire, ciò mi preoccupa ulteriormente..

[#7] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sicuramente dovrá curare la eventuale infezione delle vie urinarie e spermatiche che indirettamente creano problemi di momentanea infertilità , ma che non hanno nulla a che fare con la Candidosi.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente 133XXX

Grazie. Chiederà anche al suo medico, ma l'esame da fare è solo la spermiocoltura o anche lo spermiogramma, o altro?

[#9] dopo  
Utente 133XXX

Buonasera Dottore,

l'urologo, dopo aver fatto una visita e riscontrato la prostata un pò infiammata ha prescritto a mio marito spermiogramma, uroflussometria ed ecografia completa dell'addome.
Se fosse prostatite o altra infezione, non può essere causata dalla candida? Leggo che è possibile e a molti è successo.