Attivo dal 2008 al 2008
Buona sera dottori, tutta la mia storia è riportata qui:

https://www.medicitalia.it/consulti/urologia/27055-cistite-che-non-passa.html

In poche parole, dopo esser venuta a capo di innumerevoli infezioni sostenute da batteri, alla vescica, uretra e vagina (curate con numerose terapie antibiotiche), ora sono alle prese con la candida glabrata ormai da febbraio (sempre a livello uretrale e vaginale), o megli sono risultata negativa solo verso marzo, poi dopo die settimane di nuovo positiva e da allora non se ne è più andata.

La ginecologa che mi sta seguendo, dopo ogni tampone positivo, si ostina a darmi cure che consistono nel prendere due compresse di sporanox al mese, l'ultima la devo fare tra qualche giorno. Sto inoltre assumendo Dicoflor Elle (10 gg al mese). A livello locale non mi sta facendo applicare nulla, per non sconvolgere l'ambiente vaginale (al max lavaggi con bicarbonato o ovuli AB300 in caso di fastidi più forti). Mi ha detto che se anche stavolta non risultassi guarita dopo il tampone, mi farà fare il vaccino.

Essendo così difficile da curare, il modo di affrontarla mi sembra un pò leggero, cosa mi dite?

Non potrei fare una nuova cura più lunga con lo Sporanox e con qualcosa anche a livello locale, o questo comporterebbe un nuovo indebolimento della flora vaginale con il risultato di avere nuove infezioni batteriche?

Ho sempre bruciore uretrale e lievemente anche a livello vaginale, ma con abbondanti perdite...

grazie

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La diagnosi di C.Glabrata è stata fatta sulla base di un MICOGRAMMA?
Fattori predisponenti: diabete,terapia con cortisonici,immunodepressione?
Perchè se si tratta di una diagnosi empirica,a volte si prendono delle cantonate(il riferimento è anche al sottoscritto).
La diagnosi va fatta sulla scorta di colture specifiche,esami batteriologici a fresco del secreto vaginale.
IL problema delle vaginiti ricorrenti si risolve in questo modo.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Attivo dal 2008 al 2008
Innanzitutto grazie per la risposta.

Buongiorno,
dei tamponi fatti fin ora, l'ultimo è stato accompagnato dall'antimicogramma, che le riporto qui di seguito:

Metodica: Concentrazione minima inibente (mcg/ml)

Amfotericina B (<=1S >1R) 0.125
Fluconazolo (<-8S >64R) 8
Itraconazolo (<=0.25S >=1R) 0.5
Ketoconazolo (<=4S >16R) 0.25
5-Fluorocitosina (<=4S >=32R) 0.03
Voriconazolo 0.12
Cespofungina (<=1 S, >1 R) 0.06

Tra i fattori predisponenti che mi ha elencato, a parte le ripetute cure antibiotiche fatte fino ad aprile, ed una fatta la settimana scorsa con lo Zitromax per curare una sinusite, per il resto non mi trovo in nessuno di essi.
L'unica situazione che potrebbe essere la causa di questa resistenza potrebbe essere lo stress e la perdita di peso conseguente.

grazie

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Anche questi fattori possono facilitare l'evolversi della candidosi vaginale.
L'acido Borico(AB300)va usato a cicli mensili(cps vaginali)dall'inizio del flusso mestruale per 6gg.
SALUTI!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Attivo dal 2008 al 2008
Gentile dottore,
come da lei suggeritomi, da qualche giorno ho iniziato con gli ovuli di AB300.

Appena finirà il flusso, ho intenzione di ripetere la cura con sporanox, però invece di assumere solo due compresse come soggerito dalla ginecologa, ho deciso di assumere 2cps x 2 il primo giorno e per due giorni successivi 1 cps a pranzo e 1 a cena. In concomitanza continuo con l'assunzione di Dicoflor Elle e inizierò ad utilizzare la pomata Micostop per 6 gg (la scorsa volta con questa pomata riuscii a risultare negativa).

Pensa che possa andar bene come cura o potrei aggravare ulteriormente la situazione?

Finita la cura aspetterò una decina di giorni e ripeterò il tampone.

Ieri anche il mio ragazzo, a seguito di una cura antibiotica terminata la scorsa settimana e fatta per una prostatite (per la quale ora si sottoporrà anche a dei controlli) ha manifestato l'infezione da candida.

E' quindi ipotizzabile che le mie recidive potrebbero derivare dal contatto accidentale delle nostre secrezioni visto che i rapporti sono sempre stati protettissimi.

Per riuscire a risolvere questa situazione abbiamo deciso di astenerci dai rapporti fino a che tutti e due non risulteremo negativi da candida.

grazie

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Comunque non deve esagerare nell'assunzione di antimicotici orale(in questo caso :SPORANOX)perchè epatotossici.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Attivo dal 2008 al 2008
sono a conoscenza del fatto che lo sporanox sia epatossico, per questo le chiedevo se la cura che intendo fare andasse bene

sarebbero:
- 2 cps a pranzo e 2 cps a cena per il primo giorno
- 1 cps a pranzo e a cps a cena per il secondo e terzo giorno

Inoltre mi premeva sapere se il Micostop può causare un indebolimento dell'ambiente vaginale tale da causare il riscatenarsi di altre infezioni sostenute magari da batteri.

grazie