Utente cancellato
Buonasera gentili dottori, cerco di riportare la mia storia in maniera breve ma precisa.
Il mio problema è iniziato a settembre 2007 a seguito di un intervento alla mano, a seguito del quale ho dovuto prendere una confezione di Augmentin. Finita la cura antibiotica ho iniziato l'assunzione della pillola (Yasminelle) e dopo nemmeno 15 giorni di assunzione ho avuto il primo episodio di cistite, curato con una confezione di Noroxin (è il farmaco che ho sempre preso e che in passato mi aveva risolto subito il problema). Dopo nemmeno due settimane da quella cura, riecco spuntare di nuovo la cistite ma stavolta il mio medico mi ha prescritto una sola dose di Monuril che non è servita a nulla. Ho effettuato una urinocoltura da cui è risultato l'E coli con una carica batterica superiore ad 1 milione, risultato sensibile al Noroxin e quindi ho fatto una nuova cura con questo farmaco che sembrava aver risolto il problema, ma così non è stato. Intanto ho smesso di prendere la pillola ed ho eseguito nuovamente l'urinocoltura da cui è risultato nuovamente l'E coli con la stessa carica batterica, come se il Noroxin non gli avesse fatto nulla. Il medico quindi ha deciso di prescrivermi l'Augmentin anche perché nel frattempo avevo eseguito anche un tampone endocervicale e vaginale, da cui è risultato lo streptococco Agalactiae e la candida glabrata (questu'ultime patologie provate a curare anche con Keimicina ovuli e un ovulo di Sertagyn).
A quanto pare l'Augmentin non ha fatto effetto su nulla (come pure gli ovuli), poiché continuo ad avere perdite e bruciori vaginali ed anche bruciore e fastidio a livello di vescica e uretra e nella parte anteriore della vagina soprattutto quando sto in piedi o seduta, ma non quando urino o sto sdraiata.
Ultimamente sto mangiando molto yogurt e ho assunto fermenti lattici ed inoltre sto assumendo compresse di uva ursina e mirtillo rosso.
Domani eseguirò di nuovo urinocoltura e tampone vaginale. Intanto volevo sapere come mai stavolta ho dolore alla vescica e all'uretra e non alla minzione?

grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice ,
quadri clinici particolari e complessi come il suo non possono essere capiti, affrontati e tanto meno risolti tramite una semplice e-mail e richiedono sempre una attenta valutazione clinica diretta . A questo punto potrebbe essere utile, se non ancora fatta, una attenta valutazione urologica "reale e non virtuale". Solo in questo modo si potrà capire l'attuale sintomatologia da lei riferita. Detto questo poi mi sembra che le indicazioni terapeutiche che sta già seguendo siano corrette.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
54888

dal 2008
Buongiorno dottore, grazie per la risposta.
Con attenta valutazione urologica "reale e non virtuale" lei intende che sarebbe il caso di effettuare una cistoscopia?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Intendo una valutazione e un confronto diretto con il proprio urologo che può portare , se la situazione clinica lo richiede , anche ad una indagine un pò invasiva come un'uretrocistoscopia.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
54888

dal 2008
Gentile dottore, ho ritirato i risultati dell'urinocoltura e non è presenta alcun batterio ed anche il par test ha dato esito negativo.

Nonostante ciò, a differenza del periodo pre cistiti, mi resta la necessità di andare in bagno anche per piccole quantità di urina.

Da cosa potrebbe dipendere? Può essere che la vescica abbia ancora necessità di disinfiammarsi?

grazie

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì ! Potrebbe essere una ipotesi valida la sua. Generalmente in questi casi vengono date al paziente anche precise indicazioni di tipo comportamentale e dietetico . Le può chiedere senz'altro al suo urologo.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
54888

dal 2008
Buongiorno dottore e grazie per la sua risposta.

Questa mattina avverto di nuovo bruciore e fastidi, la localizzazione non è facilmente intuibile, ma ho come l'impressione che mi sia tornata i nuovo la cistite, e tutto questo perché ieri sera ho avuto un rapporto (protetto) con il mio ragazzo.

Stasera andrò dal mio medico, ma le volevo chiedere com'è possibile una cosa del genere? Possibile che la cistite riemerga dopo i rapporti?
Sto anche seguendo una cura con colifagina, 1 volta al giorno per 20 gg al mese.

Crede sia il caso di non fermarsi ad un'urinocoltura negativa, ma di indagare oltre?
Volevo precisare che non soffro di stipsi.

Ho letto anche che le cistiti post coitali possono non essere di origine batterica, ma semplicemente di origine traumatica, se così fosse posso provare a prendere un antinfiammatorio?

Spero di non dover prendere di nuovo antibiotici perché attualmente sto curando un'infezione da candida glabrata ed enterococcus faecalis e prendere di nuovo antibiotici, significherebbe iniziare tutto da capo.

Dottore mi dica cosa posso fare...

se il problema persiste, sarebbe consigliabile fare anche un tampone uretrale o è sufficiente l'urinocoltura?

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo il problema potrebbe essere legato il suo disturbo ai normali microtraumatismi da rapporto. A questo proposito è si può consigliare l'utilizzo di creme lubrificanti vaginali prima di ogni rapporto. Non utilizzi antibiotici se non su indicazione specifica e diretta di un medico.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta


Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
54888

dal 2008
Buonasera gentile dottore
stasera sono stata dal medico, portando anche i risultati del tampone vaginale, ritirati la settimana scorsa, da cui erano risultati la candida glabrata e l'Enterococco faecalis e mi ha diagnosticato proprio un'uretrite da Enterococco faecalis.

Mi ha consigliato di sentire la ginecologa che mi sta seguendo per l'infezione vaginale (che mi ha prescritto solo la cura per la candida) e chiedere a lei come intervenire.

Quasi sicuramente dovrò assumere nuovamente antibiotici, posso fare qualcosa per non invalidare la cura che sto attualmente seguendo per la candida (ovuli protettivi ecc ecc)?

grazie di cuore

[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006

Cara lettrice ,
per le indicazioni terapeutiche specifiche (ovuli ed altro) deve sentire il suo medico che ha potuto visitarla ; quello che le possiamo dire da questo forum è che in queste "problematiche" urologiche particolari possono essere utili per evitare recidive ed "aiutare" le terapie in corso seguire alcune indicazioni anche di tipo dietetico-comportamentale e cioè: vita sessuale regolare , non lunghi periodi di astinenza, limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca , formaggi stagionati, ecc, ecc . Lo stesso vale per le bevande come il caffè, il tè, le bibite gasate od alcooliche. Altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consiglati almeno 1-2 litri di liquidi smettendo però di bere almeno due ore prima di andare a letto. Combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica. Spegnere la sigaretta perchè la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica. Tenere d'occhio la bilancia, spesso perdere peso migliora il quadro clinico. Infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la "pressione" sulle vie uro-seminali e peggiorare i sintomi.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#10] dopo  
54888

dal 2008
Grazie per l'attenzione dottore

sto cercando di regolare anche l'alimentazione riducendo bevande gassate e caffé, sto assumendo molto yogurt, vitamine, compresse di uva ursina, ma non fumo e sono magra (50 kg x 1.67 di altezza).
Purtroppo non svolgo attività fisica perché non ho molto tempo libero.

Ho sentito la ginecologa e mi ha consigliato di fare siringhe di Ampiplus due volte al giorno per 5 gg.

Stasera torno dal medico per farmele prescrivere. Sperando di risolvere e di non peggiorare di nuovo la candida (anche se temo il peggio).

Per completezza le allego l'antibiogramma:

Sensibili
- Ampicillina <=2
- Ciprofloxacina <=0.5
- Nitrofuratonina <=16
- Norfloxacina 2
- Penicillina G 2
- Teicoplanina <=0.5
- Kanamicina alta res. SYN-S
- Gentamicina alta res. SYN-S
- Vancomicina <=1
- Levofloxacina 1
- Linezolide 2

Resistenti
- Streptomicina 1000 SYN-S
- Quinupristin/Dalfopr 4
- Eritromicina >=8
- Tetraciclina >=16
- Trimetoprim/Sulfam

Grazie ancora per la sua gentilezza e disponibilità, le farò sapere!

[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
a questo punto segua le indicazioni della sua ginecologa. Con l'antibiotico si ricordi sempre l'uso di fermenti lattici .
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it


Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#12] dopo  
54888

dal 2008
Buongiorno

sto effettuando la cura dell'uretrite con 10 punture di amplital (sono a metà della cura ed avverto ancora un lieve bruciore quando urino).

Nel frattempo sto continuando ad informarmi per far si che non mi torni la cistite e mi sono imbattuta in una discussione riguardante il mannosio, che sarebbe utile sia per la prevenzione che in caso di resistenza dell'E-coli agli antibiotici.

In particolare mi è sembrato interessate questo sito:
http://www.waterfall-d-mannose.com/googled/Italy/Infez.htm

Lei cosa ne pensa?

grazie mille

[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Si mi sembrano indicazioni utili. Sempre condotte comunque sotto la stretta sorveglianza del suo medico.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#14] dopo  
54888

dal 2008
Buonasera, dopo la cura con iniezioni di amplital, ho rieseguito l'urinocoltura dal quale stavolta è risultata una "bacteriuria non significativa".
Cosa significa tale dicitura? E' normale o devo temere che da un momento all'altro si scateni una nuova cistite? Oltre al bere molto, cos'altro posso fare affinché ciò non avvenga?

grazie!

[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
"batteriuria non significativa" vuol dire esattamente quello che sta scritto cioè che non ci dà alcuna indicazione di un problema patologico. Per tutte le altre considerazioni ritorni a quello che le abbiamo già scritto.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#16] dopo  
54888

dal 2008
buon giorno dottore

purtroppo la cistite è rispuntata

stavolta mi sono rivolta ad un'altra dottoressa (ginecologa) che mi sta curando l'e coli che ho a livello vaginale attraverso gli ovuli di keimicina a cui seguiranno ovuli di acidif

per la flora intestinale rovinata dagli antibiotici mi sta facendo assumere 10 bustine di probunil al mese per tre mesi

inoltre per tenere a bada la cistite mi sta facendo prendere il cistoman 100, da prendere una volta al giorno per 2 mesi

mi ha detto che per ora è preferibile non curare la cistite con altri antibiotici perché rischierei solo di continuare ad avere nuove recidive sia a livello urinario che vaginale, ma di avere a portata di mano un'impegnativa per l'urinocoltura nel caso la situazione degenerasse

nonostante tutti i farmaci, a giorni alterni, avverto molto bruciore che tengo a bada con il buscopan quando diventa troppo fastidioso

oltre a ciò vorrei prendere anche un acidificante urinario, mi consiglia Uticran o Acidif? E in che dosi?

Vorrei anche fare una visita urologica in un centro specializzato, mi sa consigliare un centro buono, magari a Roma (abito in Molise)

grazie di cuore e mi scusi per la mia oppressione, ma sono stanca di questa situazione

[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
come acidificante ha già una indicazione.
Segua ora attentamente tutte le indicazioni terapeutiche che le ha dato la sua ginecologa. Per consultare poi un urologo , vicino alla sua residenza , la cosa migliore da fare è chiedere questa informazione al proprio medico curante che meglio di noi conosce i medici e gli specialisti che operano nella sua zona.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#18] dopo  
54888

dal 2008
Buongiorno

purtroppo la cistite non molla e stamattina ho rifatto l'urinocoltura

e credo che nemmeno l'infezione vaginale è passata poiché utilizzando gli ovuli di acidif provo un bruciore interno molto molto forte

crede sia il caso di sospendere l'utilizzo di questi ovuli?

[#19] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
A questo punto attenda l'esito dell'urinocoltura. E' stata ripetuta anche una valutazione completa colturale da tampone vaginale?
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#20] dopo  
54888

dal 2008
grazie della risposta

purtroppo il tampone non mi è possibile rifarlo al momento, ma so per certo che l'infezione rimane poiché ho consistenti perdite di muco denso e non so se sia tornata anche la candida a seguito dell'utilizzo degli ovuli di keimicina

mercoledì ho la visita dall'urologo

non sono riuscita a rintracciare la dottoressa che mi prescritto gli ovuli di acidif, ma ho deciso di sospenderli

[#21] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
A questo punto attendiamo la valutazione "diretta" del collega urologo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centrodemetra.com
www.cifs.it

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#22] dopo  
54888

dal 2008
grazie dottore, la terrò informata

spero davvero di poter guarire, ho quasi perso le speranze

[#23] dopo  
54888

dal 2008
Buongiorno

dall'urinocoltura è risultato di nuovo l'E-coli (come nel tampone vaginale), con carica batterica >1'000'000

ieri ho fatto la visita uroginecologica ed il medico mi ha prescritto il Monuril da prendere per due sere, poi il Cistoman100 e l'Enterum per 1 mese

a livello vaginale mi ha prescritto Mec mirror complex per 10 giorni

poiché sia la cura per la cistite che quella per l'infezione vaginale mi sono sembrate un tantino leggere (visto che tutti gli antibiotici fin ora presi non hanno avuto successo), stamattina ho sono riuscita a ricontattare la ginecologa a cui mi ero rivolta tre settimane e lei invece mi ha consigliato di assumere l'antibiotico che dall'antibiogramma risultava essere più efficace, 1 cps al giorno di Ciproxin 500, abbinandolo ai fermenti lattici e anche in questo caso al Cistoman100.

Ora mi trovo nelle condizioni di non sapere quale cura seguire

secondo lei potrei optare direttamente per il Ciproxin oppure provare con il Monuril?

mi aiuti, sono molto confusa

[#24] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara Lettrice ,
è difficile , senza una valutazione clinica diretta , darle una indicazione seria e stabilire chi ha ragione . Comunque a naso seguirei l'indicazione data dall'antibiogramma.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#25] dopo  
54888

dal 2008
Grazie per la disponibilità e la celerità dottore!

Anch'io pensavo di seguire l'antibiogramma, cosa peraltro mai fatta dai medici fin ora che si sono sempre premurati di prescrivermi altri antibiotici che non fossero quelli più efficaci.

Secondo lei, come eventuale terapia di mantenimento una volta terminata la cura col Ciproxin, potrei prendere una bustina di Monuril a cadenza stabilita? Naturalmente ne dovrei parlare anche con il mio medico!

Ho letto che lei esercita anche a Firenze, dove di preciso? Nel caso non riuscissi a risolvere nemmeno in questa occasione, potrei pensare di raggiungerla per un appuntamento per una visita da lei.

grazie ancora

[#26] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,
termini la terapia prescritta, poi si valuterà la situazione che si verrà a determinare. Non metta il carro davanti ai buoi!
Per le mie reperibilità il sito le può indicare dove eventualmente trovarmi.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#27] dopo  
54888

dal 2008
Buongiorno dottore, a metà della cura antibiotica, dopo cioè tre giorni di assunzione e a seguito di un rapporto, ho iniziato di nuovo ad avere lievi fastidi che si sono protratti fino alla fine della cura (ieri sera)

Il fastidio è un leggero peso alla vescica e a livello vaginale avverto un bruciore diffuso, che è anche il fastidio maggiore, forse dovuto anche all'utilizzo da sette sere degli ovuli Acidif

ho provato a contattare la ginecologa che mi segue, ma non risponde

[#28] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
da quello che ci scrive potrebbe essere necessaria anche una attenta valutazione andrologica del suo partner. Senza escludere poi, per spiegare il suo disturbo in questi particolari casi, l'effetto a volte scatenante che può avere un rapporto sessuale con tutti i "microtraumatismi e le sollecitazioni" che può determinare.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#29] dopo  
54888

dal 2008
Gentile dottore, io ed il mio ragazzo abbiamo sempre rapporti protetti da preservativo.

A settembre ho preso la pillola, ma solo per pochi mesi, e da allora non abbiamo avuto più rapporti senza preservativo, nemmeno per pochi istanti .

Sinceramente nessuno mi aveva maideto che era consigliabile astenersi dai rapporti in questa situazione, e nemmeno io stupidamente ci avevo pensato.

Quindi è probabile che tutte le recidive che ho avuto siano state scatenate dai rapporti, trovandomi in periodo di convalescenza, quindi più vulnerabile?

Sarebbe quindi consigliabile che mi astenessi dai rapporti per un pò di tempo?

Grazie

[#30] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Potrebbe essere una "manovra" da considerare , se non proprio l'astinenza, almeno rapporti con una buona lubrificazione.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#31] dopo  
54888

dal 2008
Gentile dottore, stamattina sono andata a fare l'ennesimo esame urine + urinocoltura.

Oltre a questo farò anche il tampone ed in più vorrei fare anche le analisi del sangue per vedere lo stato di salute del mio fisico e del mio sostema immunitario. Che esami sarebbe opportuno che mi facessi prescrivere dal medico?
Vorrei fare anche qualche esame per evidenziare eventuali intolleranze alimentari visto che, nonostante mangi, non riesco a riprendere peso (peso 46.5 kg e sono alta 1.67 m).

grazie

[#32] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
chi altri, meglio del suo medico di medicina generale che la conosce in modo diretto e sa nel dettaglio la sua storia clinica, può indicarle le giuste indagini cliniche da fare?
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#33] dopo  
54888

dal 2008
Buongiorno dottore, ieri ho ritirato i risultati dell'esame urine ed urinocoltura e c'è scritto "Bacteriuria non significativa"

per l'esame dice:

colore: giallo
aspetto: limpido
Ph: 5.5
glucosio: 0 mg/dl
proteine: 5 mg/dl
emoglobina: 0 mg/dl
chetoni: 0 mg/dl
bilirubina: 0 mg/dl
urobilinogeno: 0.2 mg/dl
nitriti: assenti
peso specifico: 1.023
sedimento: rare cellule delle basse vie

Poiché anche a marzo l'esito dell'urinocoltura portava la stessa dicitura, ma dopo una settimana mi si scatenò di nuovo l'infezione, potrei assumere il Monuril a scopo preventivo, visto che continuo ad avere anche dei lievi fastidi? Nel caso mi si scatenasse di nuovo l'infezione, non sarei nelle condizioni di assumere di nuovo gli antibiotici assunti fin ora, per questo vorrei prevenire.

Grazie

[#34] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
continui a mantenere una buona idratazione , cioè beva almeno 1-2 litri di acqua al giorno fuori dai pasti (se non esistono altre controindicazioni). Per l'assunzione invece di farmaci specifici solo un medico in diretta glieli può indicare.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#35] dopo  
54888

dal 2008
Buona sera, i fastidi per la cistite sembrano risolti.

Mi è rimasta una forte irritazione a livello vaginale e uretrale causata sempre dalla candida glabrata.
Ho fatto la cura con sporanox 2 cps al giorno per tre giorni e a livello locale l'AB300, ma non è passata e nonostante ciò la dottoressa mi ha impedito di rifare la cura completa poiché dice che sovraccaricherei troppo il fegato. Mi sta invece facendo fare dei richiami mensili con due compresse e sempre l'AB300. Tutto sommato i fastidi erano sopportabili fino a domenica quando, forse a causa dei bagni al mare, mi si è scatenato un fortissimo bruciore.
Poco fa ho notato anche delle striature di sangue tra le perdite.
Domani farò il tampone, cosa dovrei fare in caso mi risultasse di nuovo la candida?

Inoltre cosa potrei utilizzare, nel frattempo che attendo i risultati, per alleviare il forte bruciore che avverto a livello uretrale e vaginale soprattutto quando urino?

grazie

[#36] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,
aspettiamo l'esito della nuova valutazione colturale . Purtroppo peròuna precisa indicazione terapeutica con questo mezzo, senza una valutazione clinica diretta , non è corretto darla . Le consiglio di riconsultare eventualmente in urgenza il suo medico di medicina generale.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#37] dopo  
54888

dal 2008
grazie per la sua risposta

stamattina ho fatto il tampone vaginale ed uretrale, entrambi con ricerca miceti e germi ed entrambi con antibiogramma e antimicogramma.

Cosa mai successa prima, ho provato dolore nel fare il tampone uretrale ed un pò anche per il vaginale.

La nota dolente è che per i risultati dell'antimicogramma, qualora fossi positiva alla candida, mi hanno detto che bisogna attendere i tempi tecnici che variano dalle 3 settimane al mese.
E' vera questa cosa?

Io sto male già ora, come faccio ad attendere tutto questo tempo?

[#38] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
a questo punto la valutazione colturale l'ha fatta. Se sono ancora presenti i sintomi legati ad una infiammazione bisogna, a questo punto, consultare il suo medico di medicina generale per avere eventualmente una terapia ad ampio spettro che potrà poi essere successivamente "mirata" quando si avrà l'esito completo delle valutazioni colturali fatte.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#39] dopo  
54888

dal 2008
buonasera,

ho ritirato i risultati dei tamponi uretrale e vaginale e per l'ennesima volta è risultata la candida glabrata.
Questo a seguire è l'esito dell'antimicogramma:

Metodica: Concentrazione minima inibente (mcg/ml)

Amfotericina B (<=1S >1R) 0.125
Fluconazolo (<-8S >64R) 8
Itraconazolo (<=0.25S >=1R) 0.5
Ketoconazolo (<=4S >16R) 0.25
5-Fluorocitosina (<=4S >=32R) 0.03
Voriconazolo 0.12
Cespofungina (<=1 S, >1 R) 0.06

La dottoressa mi ha prescritto per l'ennesima volta lo sporanox (che ho già preso la scorsa volta per tre giorni 2 cps al giorno e poi due cps con cadenza mensile per 2 mesi) poiché dice che gli altri medicinali sono reperibili solo in ospedale. Sono un pò scettica su questa cosa poiché come dicevo, lo Sporanox l'ho già preso senza successo.
In questa occasione mi ha detto di prendere 2 cps due volte al giorno per un giorno ed in più Dicoflor Elle 1 cps per dieci giorni e di lavarmi solo con acqua e bicarbonato.

Posso seguire le sue indicazioni o è il caso che cerchi di reperire le medicine che contengano i principi attivi a cui la candida è risultata più sensibile?

Mi ha inoltre consigliato vivamente di evitare pane pasta e dolci per i 10 gg pre mestruali.

grazie

[#40] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
segua le indicazioni della sua dottoressa. L'Itraconazolo (lo Sporonox) è ancora segnalato all'antibiogramma e molto probabilmente lei lo ha tollerato senza problemi già una prima volta. Poi segua anche le altre indicazioni date sui fermenti lattici e le misure "comportamentali".
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com


Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#41] dopo  
54888

dal 2008
Buongiorno,

la mia candida non mi abbandona, continuo ad avere problemi e fastidi, soprattutto a livello uretrale, le medicine sembrano non fare effetto.

La dottoressa mi ha detto che se anche questa cura non avesse funzionato, mi avrebbe fatto fare il vaccino.

Ma è in vendita in Italia? Funziona?

grazie

[#42] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
a questo punto segua le indicazioni della collega che la sta monitorizzando. Sarà lei a darle le indicazioni corrette. Potrebbe essere la strada giusta.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com