Utente 365XXX
Gentili dottori buongiorno.
Vi chiedo un consulto perchè non so cosa pensare e di conseguenza come mi devo comportare.
A 32 giorni dal raschiamento per aborto interno, senza che ancora il ciclo mi fosse arrivato, sono andata a fare un ecografia transvaginale. In quell'occasione la ginecologa mi disse che avevo ovulato e che avevo un endemotrio secretivo di 12mm. Adesso mi chiedo: se la mia fase luteale dura 16 giorni e ad oggi dalla visita ne sono passati 15 cosa devo pensare?? Aspettare fino al 16° giorno, cioè domani, e poi come mi devo comportare? Se le mestruazioni non mi arrivano evidentemente non era vero che avevo ovulato giusto?
Io sono disperata!! Non solo il dolore psicologico, ma pure il pensiero che qualcosa non stia andando bene! La fase luteale è fissa e se entro domani o max lunedi non mi arriva il ciclo evidentemente non era un endometrio secretivo e io non avevo ovulato, giusto? Per favore aiutatemi, non so più come procedere! Grazie infinite a chi vorrà rispondermi.

[#1] dopo  
Dr. Silvestro Arbuse

24% attività
4% attualità
0% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2015
Cara utente, se ho ben capito dal raschiamento sono passati 32+15 cioè 45 giorni.
Se così fosse non devi preoccuparti per una serie di motivi.
Dopo un raschiamento per aborto la mestruazione arriva come dopo il parto , a 40 giorni circa. Tale tempo è naturalmente variabile. E' conseguente all'ovulazione, ma non è detto che questa debba esserci. La certezza di un'ovulazione è solo la gravidanza. Quindi la mestruazione può avvenire anche per 'caduta' ormonale con tutte le variabili temporali che ne derivano. Verosimilmente la tua ginecologa intendeva riferirsi ad un' ipotetica ovulazione.
Occorrerebbe inoltre conoscere i ritmi del tuo ciclo ovarico e verificare infine un'ipotesi di ulteriore gravidanza con un semplice test.
In ogni caso,stai tranquilla, non è nulla di grave o irreparabile.
Dr. Silvestro Arbuse

[#2] dopo  
Utente 365XXX

Gentilissimo dottore, la ringrazio molto per avermi risposto.
Escludo una possibile gravidanza perchè dal raschiamento non ho ancora avuto rapporti con mio marito.
I miei cicli soprattutto in passato sono stati anche irregolari, ultimamente la media era di 32 giorni, ma sono capitati anche cicli di 40 giorni.
Dal raschiamento sono passati esattamente 49 giorni e mi creda dottore un po mi sto preoccupando anche perchè da ieri pomeriggio, mi scusi per la descrizione,ho notato che inserendo un dito avvolto con della cartaigienica all'inizio della vagina, mi esce lievissime tracce di sangue marrone misto a muco..solitamente il mio ciclo è preceduto per un paiodi ore da spotting, ma è visibile nello slip. Qui nom so cosa pensare. Potrebbe essere che ho ancora residui di materiale abortivo?
Adesso per motivi di lavoro mi trovo fuori dalla mia regione, e ovviamente non posso ritornare dalla mia ginecologa, ma dovrei contattarne un'altra..
Grazie infinite dottore per la sua disponibilitá e gentilezza.

[#3] dopo  
Dr. Silvestro Arbuse

24% attività
4% attualità
0% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2015
Cara utente, la mestruazione successiva all'aborto non ha, spesso, le stesse caratteristiche di un regolare flusso. Inoltre , in genere, le perdite conseguenti a residui abortivi sono persistenti dopo il raschiamento. Direi che puoi stare abbastanza tranquilla. Naturalmente ti consiglio una visita di controllo con ecografia endovaginale che derimerà qualsiasi dubbio.
Saluti
Dr. Silvestro Arbuse

[#4] dopo  
Utente 365XXX

Gentilissimo dottore buongiorno!
Ci tenevo a dirle che stamattina mi è arrivato il ciclo.
La prossima settimana ripeterò alcuni esami, toxo,citomegalovirus, pap test e tampone vaginale e cervicale e sinceramente vorrei riprovarci subito ad avere un altro bimbo. Sono stata malissimo per quello che mi è accuduto, e ancora oggi non mi sono ripresa al 100%, però come mi dicono tutti devo ricominciare e buttarmi tutto alle spalle.
Non le nascondo che sarei tentata a fare gli esami peela trombofolia, ma i due dottori che ho consultato mi hanno detto di non farli perchè si fanno solo dopo tre aborti consecutivi, mentre il mio è il primo. Io però ho troppa paura che mi potrebbe ricapitare...tutti dicono che è stata una selezione naturale...ma se il problema fossi io per difetto di coagulazione? In caso nom ci sono dei farmaci da prendere che potrebbero aiutare? Sono molto confusa mi creda..su internet leggevo che almeno omocisteina e antitrombinaIII si potrebbero fare per dare un idea. Lei dottore cosa mi consiglia? Mi scusi se sto approfittando della sua gentilezza e disponibilità..se non vorrà rispondere la capirò perfettamente.
Cordiali saluti e ancora grazie