Utente 226XXX
Salve, mi dilungherò un po ma la faccenda è articolata. 10 anni fa (avevo 18 anni) sono stata operata per una ciste di 8cmx8cm alle ovaie e da quel giorno assumo la pillola ginoden senza aver più avuto problemi. Negli ultimi 8 mesi al primo o secondo giorno del ciclo durante la defecazione avvertivo dei dolori che poi scomparivano fino al ciclo successivo. Due ciclo fa questi dolori si sono molto accentuati quasi fino a farmi svenire. La penultima vola ho prevenuto il problema prendendo oki appena sveglia. Il ciclo scorso ( una settimana fa ) ho avvertito di nuovo questi dolori molto molto forti ma a differenza delle altre volte la mattina successiva questi dolori non erano scomparsi bensì erano forti e un po diversi: dolore al basso ventre, allo stomaco, al lato destro, ad appoggiare una gamba a terra. Per questo motivo il mio medico di base ha cercato di farmi un ecografia(poi ha rinunciato perché i dolori erano troppo forti), mi ha fatto una flebo e mi ha dato novalgina. Al pomeriggio mi ha fatto tornare e mi ha mandato da un chirurgo ipotizzando un appendicite. Il chirurgo non sembrava convinto (ormai i dolori erano quasi scomparsi, era l'ultimo giorno del ciclo) e mi ha mandato da una ginecologa specialista la quale dopo avermi visitato in ogni modo ha ipotizzato l endometriosi, anche perché ance durante il rapporto provo dolore e perché questi doloi coincidono sempre col ciclo. Mi ha prescritto una pillola apposita da prendere senza interruzioni e mi ha detto che se i dolori non dovessero passare nel giro di due mesi devo fare una colonscopia o una laparoscopia. La mia domanda è la seguente, condividete la diagnosi? Altra domanda: perché non farle subito queste analisi? Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
A volte piccoli "noduli endometriosici " sono disseminati nella pelvi femminile e non evidenziati dall'esame ecografico. In alcuni casi si ricorre alla risonanza magnetica nucleare (RMN) per identificare lesioni sottoperitoneali, intestinali e vescicali di piccole dimensioni..
anche il CA 125 , marcatore aspecifico , può essere determinato .
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 226XXX

grazie della risposta…
avrei altre domande:
1 perché la dottoressa mi ha detto di fare questi esami solo se i sintomi non passano e non possono farli a prescindere per "tagliare la testa al toro"?
2 inoltre in questi giorni ho dei dolori alla schiena nella zona appena sopra il sedere….hanno a che fare con questo?
3 il fatto che io prenda la pillola da 10 anni (una per le cisti non una per l endometriosi) e che abbia lo stesso i sintomi è sintomo che la situazione è grave?
4 oppure è un bene e potrebbe aver alleviato eventuali danni?
5 le possibilità di poter avere figli in futuro sono buone?
scusi le mille domande ma fino a ieri non sapevo nemmeno cosa fosse l endometriosi e su internet ho letto tutto ed il contrario di tutto…..
grazie!

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sicuramente aver assunto la pillola è stato un fatto positivi sotto tutti gli aspetti: CISTI, ENDOMETRIOSI.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 226XXX

In Internet leggevo che spesso ginoden viene data per curare l'endometriosi, perché a me allora l'ha cambiata e mi ha fatto prendere un'altra (risiedo all'estero) dienovel (0,03 mg etinilsradiol/ 2,0 mg
Dienogest)?

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il DIENOGEST è UN PROGESTINICO indicato nella patologia endometriosica, sia in combinazione, che assunto da solo
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente 226XXX

salve,
avrei una domanda riguardo alla pillola che prendo Dienovel (abito all estero).
La mia ginecologa mi fa prendere la pillola senza interruzioni per 6 mesi dopodiché faccio una settimana di pausa. L'ho sempre presa correttamente e sono arrivata alla terza o quarta scatola dopo la pausa (non mi ricordo di preciso). La prendo sempre con precisione, oggi però per la prima volta me la sono dimenticata!! avrei dovuto prenderla stamattina verso le 9 ed invece l ho presa stasera alle 10. l ultimo rapporto risale a 11 giorni fa.

1. la pillola dimenticata oggi può creare gravidanze riferite a quel rapporto?
2. come mi devo comportare nei prossimi giorni? devo usare altri metodi contraccettivi?
3. se prendo sempre la pillola correttamente quanti giorni prima deve essere stato il rapporto per creare problemi?
4 in genere facendo la pausa ci sono differenze di protezione se si dimentica una pillola tra la 1- la 2- e la 3- settimana...prendendola per mesi senza fare pause le settimane sono tutte uguali?

grazie mille
e buone feste!

[#7] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se non fa interruzioni il problema gravidanza è quasi impossibile , quindi si può tranquillizzare
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente 226XXX

Salve, oggi ho controllato la confezione della pillola e probabilmente questo è il 2' mese dopo la pausa e la pillola dimenticata è nella seconda settimana. Se non ricordo male la pausa l avevo fatta solo di qualche giorno, non un'intera settimana su consiglio della dottoressa. Posso stare tranquilla ugualmente vero?
Ho altre 2 domande:
1. La mia ginecologa dice che a patto che io prenda la pillola sempre correttamente nessun rapporto è a rischio se i 7 giorni prima l'ho presa senza interruzioni. Conferma?
2. In generale se dovesse capitarmi in futuro di dimenticare la pillola nei prossimi mesi, quanto tempo deve essere passato al massimo da un rapporto perché effettivamente possa causare dei rischi? Tipo nel mio caso solo passati 11 giorni...
Grazie e saluti

[#9] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se dimentica la pillola ,la deve assumere entro le 12 ore dal solito orario di assunzione , esempio se la assume alle 21 , entro le 9 del mattino deve assumere la pillola dimenticata.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI