Utente 231XXX
Gentili Medici, negli ultimi giorni sono sopraffatta da dei dubbi che mi gettano nello sconforto. La situazione è questa: ho l'herpes genitale, me l'ha diagnosticato il mio ginecologo, le vesciche così evidenti ne hanno permesso la diagnosi senza esame del sangue.
Io però sono in una relazione stabile da tanti anni e non ho mai avuto alcun problema simile in precedenza, nemmeno il mio compagno (lui tutt'ora non ha sintomi e sta benissimo). Mi è stato anche detto che l'uomo potrebbe avere questo virus ma senza alcun sintomo, però è da anni che ho rapporti col mio compagno e non ho mai avuto problemi, è possibile che mi abbia contagiata soltanto ora dopo tanti anni? Anche se lui sostiene di essere sanissimo.
Oppure è possibile che io l'abbia contratta da qualche mio ex più di 6 anni fa e si sia manifestata per la primissima volta soltanto adesso? Dopo così tanti anni?
Non avendo fatto l'esame del sangue, è possibile che in realtà si tratti di un'altra infezione simile dovuta alla frequentazione di bagni pubblici? io soffro di colon irritabile e purtroppo quando mi trovo in giro devo per forza usare bagni pubblici.
Sono molto demoralizzata in questi giorni poiché non riesco a capire come ho contratto questo virus, non ho mai avuto relazioni extra ed il mio compagno sta bene.
Sperando di trovare risposte ai miei dubbi, vi porgo i miei saluti e vi ringrazio anticipatamente per le risposte.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ci sono delle forme di herpes genitalis che sono quiescenti nei gangli nervosi per poi manifestarsi in condizioni di abbassamento delle difese immunitarie .
Importante la tipizzazione sierologica con IgM e IgG specifiche di tipo 1 o 2.
Quindi non é possibile dare risposte precise senza questi dati di laboratorio.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI