Utente 252XXX
Gentili dottori buonasera, Vi espongo la mia situazione:
- u.m. 20 aprile
- ovulazione tra il 9 ed il 12 maggio
- rapporti 8,9,10,14,15,16 maggio
- test farmacia 27 maggio negativo
- test farmacia 30 maggio positivo
- valori beta 1 giugno 1903, 8 giugno 14939, 16 giugno 41082

Il 15 giugno prima visita con eco, dovrei essere di 8 settimane. Il ginecologo effettua ecografia interna e visualizza embrione 4,5 mm con battito regolare (visto, non sentito perché dice essere pericoloso per l'embrione). Utero ok, camera ok. Mi dice che purtroppo l'embrione è troppo piccolo per la mia epoca gestazionale, addirittura due settimane, si dice preoccupato. Mi dice di rivederci dopo due settimane in quanto o si tratta di ridatare il tutto oppure la gravidanza non si evolve e la natura nella sua selezione ha deciso che il mio piccolo non deve nascere.
Ora Vi chiedo, ma se ho ovulato oltre i 14 gg (ho un ciclo 31-32 gg talvolta poco regolare) ed abbiamo concepito tipo il 14 maggio, non sarei in linea con la sesta settimana?
Sono preoccupata e vorrei capire meglio, spero possiate aiutarmi.
Grazie per l'attenzione, buona serata.

[#1] dopo  
Dr. Silvia Lovergine

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Non deve essere preoccupata ma deve semplicemente ripetere il controllo più avanti in quanto ci potrebbe essere stato un ritardo di concepimento è quindi una diversa datazione. Non si perda quindi d'animo ed attenda fiduciosa.
Dr. Silvia Lovergine

[#2] dopo  
Utente 252XXX

Gent.le Dott.ssa Lovergine,
La ringrazio per la risposta. Purtroppo la gravidanza non si è evoluta ed il 3 luglio ho avuto un aborto spontaneo. Inutile sottolineare quanto sia stato doloroso per me è mio marito: prima gravidanza, tanti sogni, tanti progetti...
Ho espulso tutto il materiale abortivo naturalmente per cui ho evitato il raschiamento. Dopo la visita del 7 luglio il ginecologo mi ha detto che l'utero era sostanzialmente pulito e che qualche piccolissimo residuo lo avrei eliminato assumendo il methergin compresse 3 volte al dí per una settimana. In effetti ho avuto qualche altra piccola perdita fino a ieri 15 luglio. Le beta erano l'8 luglio a 2000, le ripeteró prossima settimana.
Quello che volevo chiederLe, approfittando della Sua gentilezza, è quando sarebbe giusto effettuare una nuova ecografia di controllo (il mio medico è in ferie fino a metà agosto, nel caso dovrei recarmi in ospedale) e quando secondo Lei possiamo riprovarci. Il medico ci dice di aspettare il primo ciclo "normale"; concorda? Oppure il fisico ha bisogno di più tempo? Inoltre crede che sia un discorso di selezione naturale questo primo esito infelice e che quindi non ci sia bisogno di effettuare test e analisi?
Grazie per la cortese attenzione.

[#3] dopo  
Dr. Silvia Lovergine

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Sono molto dispiaciuta per l'esito della sua gravidanza. Nella maggior parte dei casi le cause sono di natura genetica e pertanto come dice lei la natura si autoseleziona. Proprio per questo motivo però possono rimanere casi isolati che non si ripeteranno più. Non ritengo imminente un nuovo controllo ecografico se le perdite sono finite e non vi sono dolori pelvici importanti e sono d'accordo sul riprovarci fin da subito dopo la prossima mestruazione. Per cui con tutta serenità e calma le faccio i più sentiti in bocca al lupo e mi raccomando mi tenga aggiornata.
Dr. Silvia Lovergine

[#4] dopo  
Utente 252XXX

Gent.ma Dott.ssa. Lovergine,
La aggiorno: il 27 luglio ho rifatto le beta ed erano 18, valore giusto per la mia situazione, o sbaglio? Inoltre da ieri mattina ho delle perdite rosso vivo, poco abbondanti, tant'è che mi basta utilizzare il semplice salvaslip, senza alcun dolore. Cosa potrebbe rappresentare? Potrebbe essere un ciclo anovulatorio? Perché non ho avvertito alcun sintomo di ovulazione, che invece solitamente riconosco perfettamente. Inoltre il medico mi disse che potrebbe accadere che il primo ciclo post aborto non porti ovulazione. Se così fosse, potrebbe essere un problema? Dovrei iniziare a "calcolare" il prossimo ciclo a partire da ieri o sarebbe più opportuno aspettare un ciclo regolare in termini di ovulazione e di tipologia e abbondanza di flusso? Ritiene che dovrei fare un'eco di controllo o si può ricondurre tutto alla norma?
La ringrazio per la disponibilità.

[#5] dopo  
Dr. Silvia Lovergine

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Può trattarsi di un vero ciclo a prescindere dal l'ovulazione e non costituisce alcun problema circa la sua capacità riproduttiva futura. Può calcolare ieri come data ultima mestruazione. Non occorre alcun esame di controllo poiché è tutto nella norma.
Dr. Silvia Lovergine