Utente
Buongiorno,
Sono alla prima gravidanza e parecchio preoccupata.
Questa la mia storia:
U.
M. 17/3 - ciclo leggermente irregolare tra i 30 e i 33 gg
1/4 Presunta ovulazione (rilevata con stick e dolore tipico)
14/4 Primo test gravidanza positivo (aspettavo il ciclo per il 16)
17/4 Dosaggio beta in Lab.
Privato: 268
23/4 Dosaggio beta in ospedale, insieme alle analisi di routine prescritte dal medico: 2337
4/5 Dosaggio beta in Lab.
Privato (lo stesso del 17/4), eseguito per mia tranquillità: 15835.
Inizio a preoccuparmi perché mi sembra basso
8/5 dopo una piccola perdita di sangue rosso vivo mi presento in PS dove mi viene fatta eco transvaginale che evidenzia: utero compatibile con settimane di amenorrea, camera gestazionale con sacco vitellino ed embrione 6 mm con battito (non mi è stato detto quanto forte e nel panico non ho chiesto).
Secondo la dott.
che mi ha visitato, compatibile con un 6+3, mentre da amenorrea dovrei essere a 7+3.
Nonostante mi sia stato fatto il prelievo delle beta in PS, in ginecologia non è stato valutato, nel referto è scritto solo "in crescita".
L'esito mi è stato consegnato solo alle dimissioni e risultava 22840, cresciuto ma non raddoppiato rispetto a quelle del 4/5.

Sono stata dimessa con prescrizione di riposo e ovuli di progesterone.


Non ho più avuto perdite ma sono ovviamente molto preoccupata dalla crescita lenta delle beta e dalle dimensioni dell'embrione, visto che sono ragionevolmente certa di non avere ovulato in ritardo...
Aggiungo che una fonte di preoccupazione è la quasi mancanza di sintomi.
Ho a giorni alterni solo un po' di nausea e gonfiore al seno.

Posso sperare ancora in una buona evoluzione?
Ho la prossima ecografia di controllo tra 10 giorni e saranno lunghissimi!

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La famosa regola del raddoppio ogni 3 giorni si perde dopo una valore di BetaHCG di alcune migliaia, per cui la Beta HCG, ora, non ha molto valore. Importante è il reperto ecografico seriato.
da quello che scrive, non sembrano esserci condizioni di particolare timore per il prosieguo della gestazione. Consiglio un controllo fra 2 o 3 settimane.

Saluti
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
Purtroppo ieri al controllo l'embrione era cresciuto solo pochi mm ed è risultato privo di battito.
Su consiglio della ginecologa attendo ora l'espulsione naturale. Per sua esperienza, per espellere un embrione a questa epoca (0.96 cm) che tempistiche devo aspettarmi? L'ecografia non rilevava distacchi o "forse un angolino".
A questo punto sono impaziente di chiudere questo capitolo..

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Mi spiace per l'esito della sua gestazione. Potrà riprovarci dopo un'attesa di almeno 3 cicli mestruali consecutivi. L'espulsione è difficilmente diagnosticabile. In genere, però, avviene nel corso dei primi 30 giorni dalla diagnosi di aborto interno. Ovviamente molto dipende dalla grandezza della camera gestazionale. Una camera di diametro superiore ai 30 mm. meglio vada revisionata chirurgicamente.

Occorre dire che la maggior parte delle gravidanze che si interrompe così precocemente, ha in anomalie genetiche del prodotto del concepimento, la causa principale dell'esito avverso; quindi, in altre parole, non tutti i mali vengono per nuocere...
Saluti ed auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli