Utente
Salve,

spiego brevemente il motivo per cui la contatto :

sono una ragazza di 37 anni e soffro di ipotiroidismo , in seguito ad un mio drastico calo del desiderio sessuale ,dopo non appena 4 mesi di fidanzamento ,inziammo ad effettuare vari controlli , visite ed esami . Fino ad oggi ,purtroppo , la diagnosi non si è ancora capita visti i pareri discordanti di vari specialisti (Ginecologi ed endocrinologi) , quindi sono ancora più confusa e preoccupata per la mia situazione che va ormai avanti da più di due anni senza segni di miglioramento.

Di seguito riassumo i risultati dei vari dosaggi ormonali in ordine temporale :

1° DOSAGGIO (1 anno e mezzo fa , 7°giorno dal ciclo)

Fsh : 40,90

Lh : 25,29

E2 : 21,30

Testosterone totale : 0,08

Progesterone 17-OH : 0,3

Dhea-S : 42

2° DOSAGGIO (1 anno e mezzo fa , 21°giorno dal ciclo)

Fsh : 60,04

Lh : 27,30

E2 : 18,30

Progesterone 17-OH : 0,8

In seguito a questi primi esami mi fu diagnosticato una PRE-MENOPUSA , così iniziai con la pillola per 6 mesi e al termine una cura basata su pillole naturali più Clomid . Successivamente effettuai un altro dosaggio ormonale con questi esiti :

3 °DOSAGGIO (meno di un anno fa ,7°giorno dal ciclo)

Fsh : 6,7

Lh : 5,4

E2 : 18,60

Dopo questo esame SORPRENDENTEMENTE mi dissero che l’allame era rientrato e che quei valori alti probabilmente erano dovuti ad un problema di stress/depressione. In tutto questo avevo perso del tutto il desiderio e non ho più avuto voglia di intimità , e questa cosa non riuscivo a capirla e creava, e crea, dei forti problemi nella coppia e nella mia vita in generale. Ad oggi , a due anni e mezzo dal calo del desiderio , non è migliorato nulla , la situazione sempre la stessa....zero voglia di intimità , desiderio scomparso del tutto! Così , dietro insistenza del mio compagno , effettuammo un altra verifica e quindi un'altra visita endocrinologica che mi prescrisse altri esami , di seguito riporto i risultati :

4° DOSAGGIO (2 mesi fa, 2°giorno del ciclo)

Fsh : 10,99

Lh : 6,36

E2 : 18,62

ACTH : 18,80

TSH : 2,77

FT3 : 3,16

FT4 : 0,97

Prolattina : 338

Cortisolo : 205,0

Ora l’appuntamento con l’endocrinologa per visionare i risultati è tra un mese e mezzo causa un suo problema familiare.... quindi , quasi in modo disperato, chiedo cortesemente di poter esprimere un parere su questi ultimi esami basandosi anche sullo storico dei vari dosaggi aiutandomi a capire il perchè di questi pareri discordanti e se è possibile che io sia davvero in menopausa.

Ringrazio di cuore in anticipo.

Spero nelle vostre risposte , non so più cosa fare , sono sempre stanca , nervosa , agitata e non ho più nessun pensiero verso il sesso ....mi sento vuota , è come se stessi perdendo la mia vita tra le mani.
Fino ad ora nessuno mi ha aiutato , tutti gli specialisti a cui mi sono rivolta hanno detto che il calo del desiderio non è imputabile ad un problema ormonale visti i vari risultati dei dosaggi......chiedo aiuto

Saluti

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La prima cosa da fare è un dosaggio dell'ormone antimulleriano e dell'Inibina B al III giorno del ciclo.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille Dottore.
Nel frattempo ho anticipato gli ultimi risultati all endocrinologa via mail e lei in attesa della visita mi ha già già anticipato che probabilmente mi farà fare altri esami.
Ora non per sfiducia ma lei che esami mi consiglierebbe fare ora nello specifico oltre a quelli che mi ha indicato? Per favore mi dica tutte le voci possibili per avere una volta per tutte un prospetto chiaro della mia situazione ormonale, così confronto e al massimo posso provare a chiedere alla Dottoressa se è il caso di aggiungere magari anche quelli che lei mi consiglierà. Infine riguardo il desiderio sessuale lei negli ultimi esami ha notato qualche valore che potrebbe influire molto sul mio calo drastico della libido? Per verificare anche problemi sessuali causati da variazioni ormonali, che esami nello specifico mi consiglia di effettuare?

Grazie di cuore.

Mi faccia sapere.... La prego

Grazie ancora

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Come saprà, la libido femminile è molto influenzata dagli ormoni maschili in circolo anche nella donna.
Il problema, nel Suo caso, è giungere, però, ad una diagnosi per quanto possibile certa riguardo l'attività ovarica, oltre che tiroidea.
Il dosaggio dell'antimulleriano e dell'inibina, potrebbe portare ad una più precisa definizione dell'attività ovarica, per il cui definitivo inquadramento potrebbe anche, in ultima analisi e se le circostanze dovessero richiederlo, essere prospettata l'esecuzione di una biopsia ovarica per-laparoscopica.
Il calo della libido, da lei sentito con molta partecipazione, potrebbe riflettere, appunto, tanto un problema gonadico funzionale quanto un problema psicologico sul quale, però, non ho nè le competenze nè dati sufficienti per poterne parlare.
Il primo passo, quindi, potrebbe essere quello di comprendere quali sono le anomalie funzionali ovariche e tiroidee, tentare di correggerle se possibile e valutare solo dopo questi momenti, l'impatto che si è ottenuto sul desiderio sessuale.

Saluti
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore ,
ho letto con molta attenzione la sua risposta.
Riguardo la tiroide io sono in cura da molto tempo con EUTIROX per l'Ipotiroidismo , ed ogni anno effettuo la visita di controllo per verificare che la situazione sia tutto a posto , e fortunatamente non ci sono mai stati problemi , neanche quella di cambiare la dose del farmaco , i valori sempre regolari.
Adesso lei mi dice di controllare anche se ci sono disfunzioni tiroidee , ma questo perchè? Forse dagli ultimi esami si evince qualcosa in merito a qualche peggioramento dei problemi alla tiroide?
Quindi comunque mi consiglia di fare solo AMH e INIBINA B o a questi associarne degli altri?

Grazie di cuore.

[#5]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Mancano gli anticorpi anti-tiroide, per esempio.
AMH ed Inibina B per iniziare.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#6] dopo  
Utente
Salve Dr Santoro ,
le scrivo per aggiornarla.
In pratica ho effettuato una curva glicemica dietro consiglio dell'endocrinologa e i risultati sono stati i seguenti :

INSULINA BASALE : 5,6 (vdr : 2 - 25 )
insulina dopo 60' : 57,8
insulina dopo 120' : 22,9

GLICEMIA BASALE : 95 (Vdr 65 - 100)
Glicemia dopo 60' : 137
Glicemia dopo 120' : 100

Sodiemia : 147 ( Vdr : 135-155)

Potassiemia : 4,0 (Vdr : 3,6 - 5,5 )

Trigliceridi : 97 ( Vdr : 50 - 170)

Colesterolo Totale : 208 (vdr : 140 - 220)
Colesterolo HDL : 107 (vdr : 55 - 110)

Da questi esami l'endocrinologa mi ha diagnosticato un insulina-resistenza e mi ha dato METFORMINA 500mg per 6 mesi e consigliato di fare esercizio fisico . Lei dice che la carenza di estrogeni degli ultimi esami (basso E2) e un valore leggermente alto di FSH può essere causa proprio di questa insulina-rsistenza così anche come i probelmi sessuali che ho (mancanza di desiderio , atrofia vaginale , mancanza di piacere nella penetrazione) , nonchè dello scarso flusso del ciclo e mancanza di ovulazione (visto dagli ultim iesami).
L'endocrinologa pensa che mettendo apposto il problema dell'insulina io riuscirei a riavere un ciclo con flusso normale e quindi un aumento di estrogeni che potrebbe aiutarmi anche dal punto di vista della fertilità e del desiderio sessuale.
Infine mi ha consigliato anche l'utilizzo di una pomata al testosterone al 2% da applicare sui genitali per poter migliorare ,nell'attesa della cura per l'insulina, la mia attuale assenza di libido.
Quindi nuovo appuntamento fissato tra sei mesi e nell'occasione rifare gli stessi esami (curva glicemica e dosaggio FSH , LH , E2, TSH , FT3 e FT4)

Lei che ne pensa?

Spero in una sua rispota e la ringrazio di cuore per il sostegno.

Cordiali saluti
.



[#7]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Valuterei l'impatto di queste terapie sull'insieme dei sintomi a distanza di almeno 3 mesi.
Mi tenga informato se vuole.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli