Utente 337XXX
Salve,
da circa due anni soffro di candidosi, che mi viene periodicamente. Due anni fa ho fatto la visita ginecologica, dove mi è stato prescritto diflucan lavaggio interno, crema esterna, ovuli, e una compressa sempre di diflucan; inoltre ho fatto anche un tampone che mi aveva confermato la diagnosi. E' una cosa che mi viene praticamente sempre, ma da un anno a questa parte è diventata una cosa insopportabile, in quanto ne è aumentata la frequenza. Questa estate, ritornando dalla ginecologa, oltre a darmi la stessa terapia sopra elencata, ha aggiunto un ciclo di itraconazolo, da prendere al primo giorno del ciclo, per tre cicli. Volevo chiederle dei consigli su come alleviare almeno i fastidi, quali accortezze poter usare.


Grazie in anticipo

cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' importante capire se si tratta di una vulvite da Candida o una vulvite allergica da contatto .
Se il fastidio prevale esternamente , il trattamento vaginale non ha nessun effetto .
Per poter affermare che si tratta di una vulvo-vaginite recidivante ci devono essere almeno 5 episodi di micosi sicuramente accertata con esame a fresco o coltura specifica per la ricerca dei miceti.
Se si esegue una coltura aspecifica , la candida sarà sempre presente perché fa parte della flora saprofitica normale, .
E' importante chiarire questo aspetto.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI