Utente 392XXX
Salve a tutti voi professionisti.
Volevo un consiglio da voi esperti per un evento poco piacevole che ci sta capitando a me e a mia moglie che ci sta buttando nella disperazione e nella confusione più totale.
Mia moglie e una ragazza di 31anni affetta da obesità grave cioè pesa 130 kg per 1, 55 di altezza. Abbiamo già due figli uno di 8 anni e una bambina di 4 anni. All'epoca delle precedenti gravidanze era anche molto in sovrappeso ma Nn così tipo 110 kg, ma le gravidanze con i relativi parti sono andati discretamente bene a parte che i bambini sono nati entrambi a 36 settimane con parto cesareo. Vengo al dunque mia moglie aspetta un altro bimbo, siamo stati dal ginecologo che dopo aver fatto ecografia ci ha consigliato di fare l'aborto perché dice che c'è un altissimo rischio per la vita di mia moglie. Siamo molto combattuti perché noi vorremmo portare avanti la gravidanza ma abbiamo molta paura. Chiedo a voi è possibile, dato il peso di mia moglie, cmq potare avanti la gravidanza magari facendo una dieta equilibrata e tenendola costantemente sotto controllo dal medico o pensate che sia giusto il consiglio del ginecologo di Nn portare avanti la gravidanza?
Premetto che il ginecologo ci ha detto che se noi decidiamo di portare avanti la gravidanza lui non ci segue perché non vuole prendersi la responsabilità è quindi ci manderebbe in ospedale.
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ovviamente non credo che nessuno possa prendersi la responsabilità di dirvi cosa fare o non fare a distanza e senza altro su cui basarsi se non il peso e l'altezza della signora!
Indubbiamente la sua gravidanza sarà una gravidanza ad altissimo rischio da seguire molto oculatamente, con una serie di trattamenti preventivi nei confronti soprattutto della patologia vascolare materna e metabolica del feto. E' fuori dubbio.
Credo che sia il caso di rivolgervi al policlinico della sua città ed al reparto di patologia ostetrica o di gravidanza ad alto rischio per prendere insieme la decisione più adatta.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli