Utente 208XXX
carissimo Dr. Ivanoe Santoro, ho 43 anni prossimo giugno e dopo un as spontaneo dell'anno scorso sono nuovamente incinta alla 7+3. per paura una serie di paure non faccio altro che crogiolarmi sul come perchè forse non capendo che forse a differenza di molte donne io non mostrando sintomi di nausea vomito o altro dovrei sentirmi fortunata. invece no ho sempre timore che qualcosa non vada. volevo da lei delle risposte perchè ammiro molto la cure delle sue risposte agli utenti. 1) dall'eco fatta il 24 marzo il mio embrione misurava 13mm con battito ed evidente sacco vitellino secondo lei può definirsi ben avviata la crescita?
non avere sintomi gravidici tranne un pò di tensione mammaria può essere sfavorevole?
inoltre anche se sciocco ho il terrore di spingere in bagno per forte stitichezza ed ogni volta credo di aver fatto danno all'embrione..l'atto dello sforzo può creare aborto???
spero vivamente in una sua risposta la ringrazio di cuore

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile utente
la presenza dei fenomeni "simpatici" della gravidanza (si chiamano così) non è una costante della gravidanza iniziale.
Questi sintomi vengono avvertiti da quasi il 75% delle gravide e non da tutte.
Gli elementi che porta al mio giudizio riguardo lunghezza dell'embrione e tipologia del sacco vitellino secondario, sono un pò scarsi per potermi portare a fare delle previsioni sull'andamento della gestazione. Una parola, però, voglio dargliela sulla normalità delle gravidanze alla sua età. Certo sono gravate da maggiori rischi genetici, ma quando vanno bene, danno luogo a bimbi che, chissà perchè, almeno nella mia esperienza, sono molto più belli dei fratellini o delle sorelline avute prima.
Perciò: tranquilla!!
faccia i suoi bravi controlli periodici senza paure ingiustificate.

Cordiali auguri per le festività pasquali.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 208XXX

Dottore è davvero uno specialista rassicurante, confidavo nella sua visione serena e nel conforto che da, attraverso una lettura ponderata della richiesta di consulto. Anche se proverò a restare serena soprattutto per amore di mia figlia che ha 4 anni e chiede una sorellina continuerò ad aggiornarla sperando di non disturbarla troppo. A metà aprile avrò un altro controllo nel frattempo prendo progesterone ed essendo insulino resistente mi hanno fatto sospendere la metformina lei è d'accordo rispetto al suo uso in gravidanza al posto dell'insulina? Io nella prima mi gonfiai tanto che dovettero fasciarmi le gambe 15 gg prima del parto. A me non fece per niente bene. A presto cordiali saluti.. e buone festività anche a lei

[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Ringrazio per le belle parole, condividendo il suo atteggiamento nei confronti della presente gravidanza. Io sarò qui a darle i miei modesti consigli se lo riterrà opportuno.
Venendo alla metformina: personalmente la utilizzo, anche se il suo uso non è da tutti condiviso. Non ho mai avuto alcun problema in gravidanza nè sul nascituro.
Ultimamente, però, prima di prescrivere la metformina, utilizzo gli integratori a base di inositolo e suoi derivati attivi metabolicamente . Con una dieta e questi integratori, devo dire che soltanto in un residuo 10 - 15% dei soggetti ho dovuto far ricorso alla metformina.
Ne parli col Curante in tal senso.


Saluti ed auguri vivissimi.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente 208XXX

Salve gentilissimo Dr. Santoro,
grazie per la risposta per quanto riguarda l'inositolo ho sempre usato inofolic, inofolic plus, chirofol chirofert diciamo un pò di tutto in tempi diversi ovviamente... ora a casa ho una scatola di dikirogen potrei usarla? prendo attualmente prefolic...oppure mi consigli lei un buon integratore che magari non si aggiunga nei livelli di acido folico al mio attuale prefolic 15. grazie di cuore

[#5] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Sulle terapie, come sa, non possiamo esprimerci. Credo sia opportuna una integrazione con inositolo e suoi derivati metabolicamente attivi, come le dicevo nel mio passato post. Per ciò che riguarda l'acido folico, dal momento che questi integratori lo contengono, sarebbe opportuno, per il periodo che li assume, non prendere, in associazione, il Prefolic. Ovviamente il tutto andrà sempre sostenuto, sul piano delle scelte terapeutiche, dal Curante.


Saluti
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#6] dopo  
Utente 208XXX

Grazie dottore troppo gentile, seguirò il suo consiglio dato che l'inositolo mi ha sempre aiutato a mantenere adeguati livelli glicemici. Prima di lasciarla sicuramente la farò ridere ma volevo chiederle a 8 +3 è normale non avvertire nulla in utero? io a volte mi chiedo se cè ancora il mio embrioncino di 13 mm (7+2) e mi deprimo un pò l'unica cosa che mi solleva è che mi sono accorta dei cambiamenti del seno da manuale, il fatto mi consola. L'aggiornerò non appena ho novità . la saluto con stima

[#7] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Comincerà a sentire il suo angioletto a 20 settimane. Non prima.


Saluti
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#8] dopo  
Utente 208XXX

Grazie dottore,
lei è davvero una persona gentile. A presto

[#9] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Mi tenga informato se crede
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#10] dopo  
Utente 208XXX

Gentilissimo Dottor Santoro,
ecco gli aggiornamenti: Struttura embrionale visibile, attività cardiaca presente, lunghezza CRL 30,1 ( 79°p.)
multipli miomi intramurali di cui il maggiore 24mm calcifico.

Normale gravidanza singola di sviluppo corrispondente all'epoca di amenorrea 9+3.

Volevo chiederle se il mioma di 24mm calcifico potrebbe rivascolarizzarsi e darmi ddolori come nella prima gravidanza.
e poi se secondo lei va bene l'andamento dello sviluppo fetale?
devo già prendere degli integratori oltre acido folico? inoltre il feto si muoveva tanto ed è stata effettuata una eco in 4d dove si vedeva benissimo tutto....dai dati emersa mi viene sponatneo chiedere se già questa bella vitalità potrebbe escludere delle anomalie come le trisomie o praader willy
ho prenotato il test integrato il 2 maggio ..grazie mille....

[#11] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Lo sviluppo fetale è nella norma (i limiti sono fra il 10° ed il 90° percentile, per cui il 79° è del tutto normale). Gli integratori con acido folico sono quelli normalmente utilizzati in gravidanza; se sta prendendo anche integratori con inositolo e suoi derivati, in genere l'acido folico vi è associato.
La sola motilità non può totalmente escludere sindromi genetiche. La scelta del test più utile da seguire dipende dal Curante.
Le dimensioni del mioma escludono un suo coinvolgimento con dolori o anomalie del decorso della gravidanza.


Saluti ed auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#12] dopo  
Utente 208XXX

carissimo dottore, da quattro giorni mia figlia di anni 4 è in cura per bronchite con antibiotico. il problema è che mi sono infettata anche io sono due gg con febbre a 38.5 che faccio scendere puntualmente con tachipirina. consultandomi con il mio ginecologo mi ha detto di aspettare a prendere antibiotico e continuare a stare al caldo con tachipirina all'occorrenza. ovviamente non mi ha allarmato ma stanotte per la febbre ho avuto giramenti e pressione 106 max e 68 min battiti 89. la gola si è infiammata e vorrei iniziare con l'antibiotico. nella mia prima gravidanza presi tranquillamente Amplital, secondo lei è nocivo o le referenze su questo farmaco assunto in gravidanza sono cambiate? non assumo nulla se non me lo dire il gine ovvio. poi la tosse ed il mio malessere può nuocere al mio bambino? grazie mille 10+4

[#13] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Nessun problema per l'ampicillina, che, ovviamente, dev'essere assunta dopo consulto col suo curante.
La tosse può sedarla con opportune terapie (anche l'aerosol); è innocua per la gravidanza ma molto fastidiosa per lei.

Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#14] dopo  
Utente 208XXX

Gentilissimo Dr. Santoro,
eccomi di nuovo ad aggiornarla sull'andamento della mia gravidanza presentandole dei grossi dubbi in merito alla esecuzione della traslucenza nucale. questi sono i parametri dalla gine riscontarti:
U.M. 03/02/2016
E.G. 12+5 E.G. (US)
Biometria :
CRL 7,05 BPD 2.12 cm NT 2,70 mm
BCF Presente MAF presenti Placenta posteriore
L.A. regolare
Esame limitato per adiposità (ho la pancia un pò grassa)

il feto era sempre posizionato in giù tanto che dopo una mezzoretta mi hanno rivisitata e sono riusciti smuovendo sempre la pancia a tracciare la TN appunto col valore 2,70 mm.
io sinceramente avrei da dire molto ma moralmente sto zitta capisco la difficoltà che ha avuto ma io non sono certa della rilevazione eco fatta. il dubbio è che mi hanno fatto fare lo screening troppo tardi so che entro la 13 settimana è corretto ma io ho segnalato che il più bravo ecografista nell'ospedale della mia città mi data cinque gg in più della data ostetrica ovvero io oggi sarei già abbondantemente dentro alla 14 settimana. potrebbe essere decisivo? certo non mi dato da sola la gravidanza ma i dubbi sono notevoli. Vorrei sapere da lei carissimo dottore se in genere le misurazioni annotatate vanno bene aggiungo che ha un nasino evidente e se il parametro tn è tanto preoccupante. io a giugno compiro 43 anni. io scarto a priori l'amnio.
spero mi rispondiate un caro saluto

[#15] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Il valore della traslucenza nucale è di poco superiore rispetto al limite considerato come "a rischio".
La presenza del fattore età, associato ad una NT di poco superiore al cut off, rendono l'accertamento del cariotipo fetale necessario.
Se non vuole eseguire l'amniocentesi (e francamente non so perchè...), può effettuare uno dei tests su sangue periferico. Questi hanno una elevata attendibilità ed hanno il pregio di evitare la puntura del sacco amniotico.
Mi tenga informato sulle sue decisioni.


Saluti
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#16] dopo  
Utente 208XXX

buongiorno carissimo dottore Santoro,
rieccomi qui per riportarle interamente l'esito dello screening per SD che ahimè è risultato positivo:

età materna 43 anni
CRL con US 70.05mm

EG alla data del prelievo 12+5
in base al CRL 12+4

peso materno 77kg

livello free bhcg 20.1 ng/mL; 0.70 MoM
livello di PAPP-A 1079 miu/L 0.43 MoM
misura ec. NUC-TR 2.70 mm 1.61 MoM
interpretazione: creening positivo aumentato rischio S Down
1:55 (a termine)
Commento: il rischio di S di Down è risultato minore di quello atteso in base alla sola età materna (1:45)

la mia domanda è: ma quindi i valori della proteina e delle bhcg
andrebbero bene se non avessi 43 anni????

vorrei poi risponderle in merito al fatto perchè non fa l'amniocentesi e perchè non lo comprende. Io ho diretto un centro per disabili intellettivi per ben 7 anni dove ho formulato programmi riabilitativi individuali sopratutto a bambini Down a cui mi sono affezionata da matti. amo mio figlio o mia figlia e non concepisco poterlo perdere naturalmente figuriamoci con una decisione di aborto. certo non dovevamo a questo punto addentrarci nello screening probabilistico ma credevo di avere un buon risultato come nella prima gravidanza che ci permise di escludere una difficoltà. credo che sia importante essere informati come genitori. Io non condanno chi decide di abortire anzi credo sia un gesto di forza e dolore contemporaneamente per la stessa mamma. Orbene gentilissimo dr. vorrei sapere se attraverso una premorfologica con il 4D e con il rilevamento del DNA fetale nel sangue materno potrei approfondire meglio la situazione .
un abbraccio anche dal mio fagiolo custodito gelosamente nel mio grembo.

[#17] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
L'obiezione che mi pone è comune a moltissime mamme. Essa, tuttavia, è priva di fondamento clinico; è dettata soltanto dall'amore materno, e nulla di più.
Però è fondamentalmente errata.
Per quanto si possa volere un bambino Down (nella mia esperienza, tuttavia molte donne che dichiaravano di non abortire giammai con questo problema, lo hanno, poi, fatto), occorre sapere che la presenza della sindrome può manifestarsi, clinicamente ed anatomicamente, con un ventaglio di anomalie molto vaste e variabili in base alla penetranza ed alla espressività del corredo genetico sovrabbondante.
Fra le varie anomalie, eventualmente diagnosticabili in utero con le metodiche cui faceva riferimento, ve ne sono alcune che indicano un trattamento chirurgico, ad esempio, nelle prime ore di vita.
Il sapere della sindrome mette sull'avviso il Collega Ostetrico che segue la gravidanza, suggerendogli i distretti sui quali porre in particolare l'attenzione, alfine di individuare le alterazioni di cui si dice.
Il riscontro di alcune di queste, infatti, dovrebbe organizzare il parto in strutture, ad esempio di III livello, dove esista una chirurgia neonatale, così da mettere in pratica quelle metodiche salvavita che, se non messe in atto, poterebbero condannare a morte il bimbo nelle prime ore o giorni di vita.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#18] dopo  
Utente 208XXX

salve dottore,
certo è esattamente una valutazione di mamma e non clinica la mia. sono in gioco i miei sentimenti e sopratutto il mio equilibrio psicologico. io e mio marito ci siamo assolutamente espressi favorevoli ad accogliere un bambino Down a patto che siano scongiurate situazioni incompatibili con la vita e di gravità tale da non renderlo ne felice e sempre malato. ci siamo recati in un centro che per fama è ritenuto molto efficace per diagnosi prenatale il macchinario usato è GE Voluson E8. la risoluzione delle immagini è possibile anche in 4D. l'esito glielo riporto:

attività cardiaca presente cuore sezione 4 camere- aspetto normale
addome normale.
vescica evidenziata
estremità superiori ed inferiori evidenziate
liquido amniotico normale
CRL 80.02 mm 58°p
diametro biparietale 26.5 mm 72°p
lunghezza femore 15.2 mm 91°p

inoltre mentre eseguiva l'esame ci indicava il funzionamento normale delle varie arterie commentava moltissimo ma non riesco a riportarvi i termini di tutto quello che vedeva e ci rincuorava ha detto al termine dell'eco che non soffre di spina bifida non ha trisomia 18 ed al momento non sono presenti segni di anomalia.

so che la diagnosi non si fa solo attraverso l'eco ma ci ha detto che quanto ha riscontarto ha abbattuto di tantissimo il rischio di un bambino Down. continueremo i nostri approfondimenti speriamo bene continuerò ad aggiornarla.un caro saluto

[#19] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
L'ecografia , anche se eseguita con macchine molto sofisticate e da Colleghi esperti, NON HA una attendibilità del 100% nella diagnosi delle anomalie genetiche. Questo è un dato CERTO.
La letteratura scientifica internazionale è molto chiara su questo.
Per quanto possiamo vedere in eco, non potremo MAI avere certezze, come in un accertamento del cariotipo fetale.
Chiunque mette in dubbio ciò o è in malafede o non è un buon medico.
Detto questo, non troverete neanche un collega che vi escluda in assoluto e con certezza quelle anomalie cui lei faceva riferimento nella sua mail quando parla di " situazioni incompatibili con la vita e di gravità tale da non renderlo ne felice e sempre malato". Come si può in ecografia, ad esempio, escludere anomalie neurocomportamentali? Come si possono escludere cardiopatie? o anomalie della migrazione neuronale o dell'assemblaggio della sostanza bianca?
Mi scuso se queste mie parole possono sembrarle una "doccia fredda", ma devo parlare così per onestà intellettuale e professionale.
E' altrettanto ovvio che, con molte probabilità, questo vs bambino sarà del tutto normale, sano e bello; non c'è dubbio alcuno su questa possibilità.
Ma, tuttavia, rimarco la necessità di procedere, se volete davvero essere sicuri, ad un accertamento del cariotipo fetale, finchè siete in tempo.

Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#20] dopo  
Utente 208XXX

caro dottore, come vorrei essere capace di sottopormi all'amniocentesi comunque sia, per prassi il mio gine me l'ha fissata il 24 maggio in ospedale per darmi l'oppotunità di cambiare idea ed è lo stesso che mi ha effettuato l'eco di cui sopra. forse mi sono spiegata male ma lui non mi ha parlato di "assoluti" anzi mi dice che solo l'amnio ci darà certezza. inoltre vedendomi spaventata da quella bassissima percentuale di aborto mi ha detto di fare il test sul DNA materno "Harmony"...lei che ne pensa ? ne varrebbe la pena?? lui ci ha detto che cmq non è diagnostico, e visto il costo di euro 800 mi sembra inutile se non risolve nulla... io mi sento a questo punto imbottigliata in un tunnel senza uscita. comunque grazie mille per le continue risposte.

[#21] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Signora....Faccio amniocentesi da anni: ne avrò fatte migliaia. Non ho avuto MAI una complicanza quale l'aborto da Amniocentesi, descritto in letteratura con incidenza fra lo 0,5 e lo 0,8 %.
E' la stessa probabilità di uscire con l'auto e fermarsi per strada per aver forato due gomme contemporaneamente.
Se pensa a questo, si renderà conto come a fronte di un rischio SOLO TEORICO, vi viene data una risposta che nessun altro esame potrà mai darle e riveste una importanza fondamentale per il suo bimbo.


Saluti.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli