Utente 279XXX
Salve,non so se sono nella sezione esatta,comunque vengo al problema.Da 4 giorni mi sono accorta di avere come una pallina all'inguine dx però non proprioin basso ma un pò più sotto l' ovaia diciamo. Ho delle fitte nell'arco della giornata e a seconda dei movimenti che faccio sento un pò di dolore ma al tatto non è dolorante.Ho scoperto di averla in concomitanza con l'arrivo del ciclo,che stavolta è stato più doloroso del solito e con fitte appunto al fianco destro (premetto che ogni mestruazione ho sempre dolore nella parte destra dell'addome e ovaio) e scarso flusso,anche se non è la prima volta che non ho un flusso "normale" ,diciamo che alterna.Il primo giorno di ciclo è stato dolorosissimo,oltre al classico dolore mestruale avevo questo dolore forte al fianco dx tanto che ho dovuto prendere un antidolorifico,e mi creda,se ne posso fare a meno di prendere farmaci lo faccio.Ildolore all'inguine dx invece lho avuto anche nei 5/6 mesi precedente alla comparsa della pallina e anche un dolorino sia al tatto che non sulla parte dx del pube.Soffro anche di appendicite da sempre,e ogni volta l'arrivo del ciclo mi fa male.Nel mese di novembre ho fatto una visita ginecologica, esito tutto ok e nel mese di aprile ho fatto le analisi del sangue tutto nella norma tranne la bilirubina alta,esito sindrome di Gilbert. Ora ho un pò paura,potrebbe essere un linfonodo? O una ciste ovarica? Ingrossamento appendice?

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
gentile signorina, potrebbe trattarsi di una ernia crurale. infatti le compare al termine della giornata quando è stata molto tempo in piedi o fa uno sforzo. Il fatto che le faccia male durante il ciclo potrebbe essere dovuto al fatto che quando ha male alla pancia contrae i muscoli dell'addome e la piccole ernia esce. per questo le consiglio di farsi visitare dal medico o da un chirurgo p'er conferma re o escludere questa ipotesi.
cordialmente
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena