Utente 366XXX

Salve dott. Io ho preso la pillola del giorno dopo a seguito di un rapporto con eiaculazione in vagina ... tuttavia il mio ginecologo da cui mi sono presentata qualche giorno dopo aver preso la pillola mi ha detto che l ovulazione non era ancora venuta ( come sospettavo essendo il 12 giorno di un ciclo che va dai 35 ai 40 ) successivamente all assunzione di norlevo ho avuto un ciclo dopo 7 giorni ... e successivamente a questo un altro dopo 20 in data 2/04/17 da allora non ho avuto più ciclo e oggi ( calcolando un ciclo di 35 giorni ) ho 7 giorni di ritardo. Il 19esimo giorno di ciclo , in cui avevo dei muchi poco filanti, ho avuto un rapporto protetto con il mio partner che ha eiaculato fuori ( unico rapporto del mese)...il 26 ho riscontrato i muchi a " Chiara D uovo " e come specificato non ho avuto rapporti. Possibile che questo ritardo sia dovuto alla pillola ? L'unico mio dubbio su qualche rischio sarebbe che , dopo il rapporto del 19 la stessa sera , per stimolare una seconda volta il mio ragazzo mi sono masturbata e magari toccandolo prima che venisse ho sporcato il dito di liquido pre-eiaculatorio a cui si è aggiunto lo sperma rimasto nel canale causando una gravidanza ? ( ovviamente si è pulito di fuori ma non ha fatto pipì per pulire anche dentro )

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sicuramente la contraccezione post coitale ( pillola del giorno dopo) ha spostato il picco ovulatorio e quindi ha generato questa variazione del ritmo mestruale..Dopo lei ha voluto rischiare con un COITO INTERROTTO per niente sicuro , e su questo episodio non posso dare nessuna certezza, posso solo affermare che la contraccezione d'emergenza non è metodo contraccettivo abituale , meglio la pillola, il cerotto el'anello
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI