Utente 453XXX
Primigravida 41+2 sono stata sottoposta ad induzione farmacologica, Propess inserito alle 8.00 del 13.10.2016, parto avvenuto il 14.10.2016 alle ore 00.40.
In data 16/06/2017 con il ritorno del ciclo mestruale, fuoriesce dalla mia vagina un corpo estraneo, a prima vista sembrava una garza, poi scopro attraverso una visita che trattasi del Propess dispositivo utilizzato per l'induzione del parto che sarebbe dovuto essere rimosso all'avvio delle contrazioni.
In sintesi 8 mesi di malessere fisico e psichico, perdite ematiche quotidiane nauseanti, cattivo odore costante oltre a diverse visite post -parto , ,tamponi ,cure inappropriate per presunta carenza di lattobacilli e continue richieste di aiuto al mio ginecologo che haime' non riusciva ad individuare questo corpo estraneo.
Contatto l'ospedale dove ho partorito ed in data 01-07-2017 mi effettuano un isteroscopia.
Individuano un piccolo polipo e mi dicono di rimuoverlo entro qualche mese, secondo loro, durante il parto il dispositivo dalla vagina è finito nell'utero, cose che possono accadere ....e che essendo RADIO-OPACO non poteva essere visto durante le ecografie eseguite dopo il parto.

Secondo voi questa versione dei fatti è credibile?
Ci possono essere delle conseguenze future dovute a questo episodio?
Il polipo potrebbe essere stato causato dalla presenza di questo corpo estraneo rimasto 8 mesi nell'utero?
Devo fare ulteriori accertamenti?
A detta dell'ospedale è tutto OK, ma io non mi fido.
Grazie infinite

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il polipo non è stato generato dal PROPESS in cavità uterina.
Per gli altri eventi è molto importante conoscere la cronologia degli eventi descritti in cartella clinica .
Potrei soltanto pensare ad una endometrite da corpo estraneo (dispositivo propess).
La indagine più indicata è stata già eseguita : la ISTEROSCOPIA
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI