Vaginiti ricorrenti

Salve, vorrei sapere delle informazioni sulle vaginiti ricorrenti.
Premesso che sono molto attenta all'igiene intima, non ho rapporti sessuali, porto sempre e solo mutande di cotone bianco, biancheria sempre sterilizzata, vado in bagno tutti i giorni e mangi un po' di tutto, anche frutta e verdura... vorrei sapere perche' ho spessissimo le vaginiti e inoltre cosa fare per combatterle visto che non ne posso piu'. Ci sono cose che posso mangiare o non mangiare, ci sono cose che ne facilitano la comparsa, ci sono esami del sangue specifici e/o tamponi che possono dirmi se ho le difese immunitarie basse, se c'e' qualcosa in me che non va all'interno (vagina e/o altri organi limitrofi tipo intestino ecc.)
Datemi un sopporto anche psicologico perche' non ne posso piu', sta compromettendo anche il rapporto con il mio ragazzo che per ragioni fisiche non puo' mettere il profilattico.

Grazie.

Lorena
[#1]
Dr. Marina Corso Ginecologo 3
Le infezioni vaginali sono molto diffuse; su tre donne che ricorrono al ginecologo una lo fa a causa di una vaginite. La candida è una dei problemi più comuni e in effetti si tratta di un'infezione "dura a morire". Per questo è bene applicare non una cura “standard”, ma personalizzata, anche a seconda dei fattori predispondenti in gioco . In generale, si utilizzano sostanze antimicotiche da applicare localmente come quelle che le sono state prescritte a base di derivati imidazolici o nistatina, accompagnati da un farmaco per bocca destinato alla flora intestinale. Anche il partner è invitato a curarsi se si accendono le spie dell’infezione o se la donna ha subito più ricadute. Stop ai rapporti durante la settimana di cura e semaforo verde al preservativo per un certo periodo. Per i casi più resistenti, il ginecologo stabilisce un programma di mantenimento che si snoda nell’arco di 3-6 mesi. E' utile inoltre adottare qualche buona abitudine: limitare l’uso di salvaslip e collant, usare biancheria intima di cotone, scegliere bene il proprio detergente intimo (in commercio ne esistono specifici per prevenire la Candida, a base di piante amiche), ridurre il consumo di zuccheri semplici, di cui la Candida è ghiotta, e di cibi ricchi di lievito (pane, pizza, focacce, birra).E' provato che l'assunzione quotidiana di yogurth contenente lattobacilli vivi (non quelli alla frutta contenti zucchero) aiuta a prevenire l'infezione da candida. Cordiali saluti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test