Utente
Buongiorno.

Sono una ragazza di 21 anni, mi è stato consigliato l’anello vaginale come metodo contraccettivo ma ho alcuni dubbi a riguardo.
Due anni fa ho sofferto di ansia e attacchi di panico in seguito all’assunzione di EllaOne.
Ho paura che usare dei contraccettivi ormonali possa fare riemergere questi disturbi.
Ci ho messo diversi mesi per superare questo disagio e ancora non è del tutto passato.
Inoltre soffro anche di ritenzione idrica.
Saltuariamente ho capogiri, vertigini e sensazioni di svenimento dovuti a problemi di cervicale.
Nella mia famiglia non ci sono precedenti di trombosi arteriosa e venosa.
Sono molto in ansia all’idea di utilizzare questo metodo contraccettivo e vorrei essere sicura che non si ripresentino gli attacchi di panico e non si intensifichi l’ansia.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Chiaramente l'anello vaginale , come tutti gli estroprogestinici (pillola e cerotto ) non causano attacchi di panico ,
Il problema è avere la certezza , la sicurezza della contraccezione che le garantisco che con anello , cerotto e pillola è presente !!
Se non è convinta , si scateneranno crisi di ansia , e invece le voglio trasmettere sicurezza , lei deve crederci .
In particolar modo l'anello vaginale non risente del vomito e diarrea, non ci sono rischi legati alla dimenticanza della pillola , ma deve soltanto ricordarsi ogni 21 giorni di rimuovere l'anello e dopo 7 giorni di pausa , inserirne uno nuovo.
BUONA CONTRACCEZIONE
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI