Utente
Cari dott.
sono qui per chiedere un vostro parere.
3 anni fa ho avuto una gravidanza extrauterina trattata inizialmente con Methotrexate che chiaramente non ha sortito effetto alcuno ed infine con salpingectomia.
Sia il mio ginecologo che il dottore che mi ha operato non hanno saputo spiegare la causa della gravidanza extrauterina che non vi nascondo è stata davvero un incubo.
Mi hanno sempre detto sono cose che capitano... Vabbè... Dopo un periodo di riposo il mio ginecologo mi ha sottoposto ad una serie di esami tra cui isteroscopia e iaterosalpingectografia per valutare se la tuba sinistra fosse aperta ed in effetti non ha riscontrato nessun tipo di problema.
Mi ha consigliato di provare quindi ad avere nuovamente dei rapporti con mio marito facendo un'ecografia intorno al giorno dell'ovulazione per vedere se questa avveniva a sinistra piuttosto che a destra perché secondo lui laddove avessi ovulato a destra dove non ho più la tuba avrei rischiato un'altra extrauterina.
Non vi nascondo che naturalmente ho vissuto tutto ciò con estrema ansia per cui nonostante i tentativi non sono rimasta incinta e dopo pochi mesi Il mio dottore mi ha caldamente suggerito di provare una Fivet avendo avuto all'epoca 35 anni.
Ho fatto 2 fivet e 1 icsi, da premettere che tutti gli esami che sia io che mio marito abbiamo sostenuto sono risultati perfetti.
Quelli genetici, ormonali o strutturali per così dire non hanno evidenziato nulla.
Ho fatto in ogni tentativo 3 transfer di 2 embrioni al 5 giorno.
Purtroppo beta sempre negative.
Ora ho 38 anni e emotivamente non me la sento di provare un'altra fecondazione, per cui vorrei tornare ad avere rapporti liberi con mio marito, anche perché lo stesso dott del centro si meravigliò molto quando gli dissi che avevo solo rapporti protetti per paura di un'altra geu, non essendoci nessuna controindicazione.
La mia domanda è questa.
Posso, avendo per altro un ciclo svizzero di 28 giorni, avere rapporti mirati?
Oppure devo fare ogni mese un'ecografia per vedere dove ovulo, laddove come mi disse il primo ginecologo se dovesse fecondarsi l'ovulo a destra dove non ho più la tuba rischio nuovamente una geu?
Perché il dottore del centro non era di questo parere ed io mi trovo qui per sentire un'altra voce professionale.
Inoltre la tuba di sinistra 3 anni fa era risultata libera ed immagino non abbia motivo di pensare che nel corso di questo tempo la situazione sia cambiata giusto?
Mi scuso per la lunghezza del messaggio.
Ma credetemi nella mia fantasia mi "sento" madre da tempo e non poterlo essere nella realtà è davvero un grande fardello.
Grazie a chiunque mi dedichi un po' del suo tempo

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se la tuba destra è stata asportata (salpingectomia dx) e la tuba sinistra è pervia (aperta) , perchè temere una gravidanza ectopica ( extra uterina ) ? Non riesco a comprendere il timore che le hanno inculcato.
Quindi nessun particolare atteggiamento , lei deve riprendere la sua normale attività sessuale , in funzione di una gravidanza desiderata ( e non solo !) .
In bocca al lupo !
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie dott per la speranza che le sue parole mi infondono. Il mio ex ginecologo mi ha sempre detto che ovulando a destra in assenza di tuba che mi è stata asportata con la salpingectomia, avrei rischiato una nuova geu, da qui l'esigenza di un'ecografia intorno al 14 giorno di ogni mese che per altro mi faceva vivere il tutto in maniera ansiosa e meccanica. Invece dalle sua parole leggo che pur avendo ahimè una sola tuba che però 3 anni fa risultava libera ho tutte le carte in regola per avere rapporti senza dovermi preoccupare di fare un'ecografia mensile o di starmi a crucciare da che parte sto ovulando. La ringrazio davvero tanto mi creda.