Utente
Buon pomeriggio

sono una ragazza di 26 anni, da sempre ho avuto un ciclo mestruale non regolare ma negli ultimi 6 anni si era molto regolarizzato, tardando AL MASSIMO di 2/3 giorni.
Dal Settembre 2018 iniziai una dieta per perdere peso (sono alta 165 e all'epoca pesavo 80kg) , persi 12 kg in circa 1 anno e il ciclo non subì alcuna modifica.
Poi da Febbraio di quest'anno ad oggi ho perso altri 10 kg iniziando un'attività fisica quotidiana (30\40 minuti al massimo) che varia dal cardio alla tonificazione.
Negli ultimi 3 mesi, purtroppo il ciclo ha ricominciato ad essere irregolare, sono all'incirca sui 10 - 15 giorni di ritardo.
Mi chiedevo se, secondo voi, l'attività fisica o il secondo dimagrimento avesse potuto incidere.
Sottolineo che ho un'alimentazione sana, mangio tantissima frutta e verdura, riso e legumi, semplicemente cerco sempre di mangiare poco.
Ogni tanto, come detox, pratico il digiuno intermittente (colazione e pranzo abbondanti entro le 14.00 poi digiuno fino alla mattina seguente).
Lo sgarro me lo concedo 1 - 2 volte a settimana, senza esagerare.
L'allenamento comunque, anche se fatto 6 giorni su 7, è sempre vario e non dura più di 45 minuti.
Ora peso 60 kg, non magrissima, ma sono molto in forma e sopratutto soda.

[#1]  
Dr. Marcello Navazio

28% attività
20% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile signorina,
considerato il suo calo ponderale e la costanza dell'attività fisica, nonchè le buone abitudini alimentari, la considerazione che si può fare in merito alle irregolarità mestruali riguarda la modificazione della sua composizione corporea visto che, diminuendo in massa grassa, ha ridotto una parte di tessuto adiposo metabolicamente attivo e capace di "amplificare" l'azione degli estrogeni spontaneamente prodotti, con relative conseguenze sia sul ciclo ovulatorio che sui fenomeni di stimolazione endometriale e relative desquamazioni della mucosa uterina. Una gestione ormonale del ritmo mestruale può avvalersi, soprattutto in assenza di necessità riproduttiva, di uno dei tanti validi prodotti estroprogestinici ovariostatici. Cordiali saluti.
Dr. MARCELLO NAVAZIO
Specialista in Ginecologia ed Endocrinologia
Bologna

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la gentile risposta dottore. Quindi, comunque, nulla di grave mi sembra di capire.

La pillola non voglio prenderla per questioni di salute, colesterolo-pressione ecc ecc ecc.

Ci sono metodi naturali o secondo lei potrebbero regolarizzarsi alla fine della dieta e mantenendo lo stile a cui sono arrivata?

[#3]  
Dr. Marcello Navazio

28% attività
20% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Può temporeggiare compilando per alcuni mesi un diario mestruale onde valutare se il suo organismo ed i relativi meccanismi ormonali si "riprogrammano" in base al nuovo assetto costituzionale; è opportuno, comunque, che esegua al contempo adeguati controlli ginecologici endocrinologici.
Dr. MARCELLO NAVAZIO
Specialista in Ginecologia ed Endocrinologia
Bologna

[#4] dopo  
Utente
Alla fine il ciclo è arrivato Giovedì, durata 40 giorni tondi. Ecco, è da Luglio che succede così. Non salto mai un ciclo, mestruo tutti i mesi, però con circa una decina di giorni di ritardo dal mio standard.

Il diario l’ho sto già tenendo, ho un’applicazione sul cellulare apposta.

Secondo lei è possibile che appena il mio corpo si abitua, il ciclo ritorni normale? Non vorrei certo abbandonare lo stile di vita e alimentare che ho ora considerato i miglioramenti sotto diversi punti di vista.

Sicuramente comunque programmerò gli esami del sangue.

[#5]  
Dr. Marcello Navazio

28% attività
20% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
La possibilità che l'organismo si riprogrammi e che il ciclo ritorni normale è un'ipotesi tutta da verificare; nel contempo programmi anche una visita ginecologica endocrinologica per gli indispensabili rilievi obiettivi.
Dr. MARCELLO NAVAZIO
Specialista in Ginecologia ed Endocrinologia
Bologna