Utente
Gentili dottori,
Sono una ragazza di 22 anni, m rivolgo a voi per cercare di fare chiarezza su alcuni miei dubbi e preoccupazioni.
Premetto che sono molo ansiosa e il mio ciclo é sempre stato estremamente altalenante e irregolare.
Questo mi ha spinta ha iniziare a prendere la pillola due anni e mezzo fa (marzo 2018).
Ho terminato l'ultimo blister ad agosto 2020 e poi ho deciso di interrompere l'assunzione (avevo già fatto una pausa di sei mesi, per poi ricominciare dopo la quarantena).
Il mese dopo il ciclo é arrivato con pochi giorni di ritardo, tra il 10 e il 12 settembre.
Da allora ho avuto circa una decina di rapporti con il mio ragazzo.
Stiamo insieme da 5 anni, sia io che lui facciamo molta attenzione e abbiamo sempre avuto rapporti protetti con profilattico, e non ci sono mai stati incidentidenti.
Inoltre ci assicuriamo sempre di controllare alla fine del rapporto.
Quest'ultimo mese, le uniche eccezioni sono state due penetrazioni non protette di pochissimi secondi, all'inizio dei rapporti, e subito dopo ci siamo protetti.
In quest'ultimo mese ho notato un aumento di perdite bianche, prevalentemente dense, come quelle che di solito ho durante l'ovulazione, solo molto più abbondanti del solito e per circa una settimana anche maleodoranti.
Ho avuto altri sintomi premestruali come seno teso e lievi dolori addominali, nonché alcune perdite rosse in seguito a due rapporti (il profilattico era macchiato).
Nonstante questo, non avendo avuto un vero ciclo, sentendomi ancora gonfia e avendo queste perdite, il 17 ottobre, dopo circa una settimana di ritardo, ho fatto un test di gravidanza che ha dato risultato negativo.
Inizialmente mi ero tranquillizzata, ma non essendomi arrivato il ciclo nei giorni successivi ne ho rifatto un altro, il 24 ottobre, con la prima minzione della giornata come suggerito, e anche questo negativo.
Oggi, 26, ho avuto alcune perdite acquose e inodori, il che mi ha confuso ulteriormente.

Con la situazione attuale vorrei evitare di mettermi in allarme, ed essendomi appena trasferita non ho ancora trovato un nuovo ginecologo.


Dubito di essere a rischio gravidanza, ma vorrei comunque sapere se esistono possibilità che i test abbiano dato risultati sbagliati.
Entrambi erano efficaci al 99% dopo 4 giorni dalla mancata mestruazione.
Domani vorrei andare a fare gli esami del sangue, nel frattempo qualsiasi parere per aiutarmi a fare chiarezza sarebbe graditissimo.

[#1]  
Dr. Marcello Navazio

28% attività
20% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile signorina,
come ha detto in premessa, unitamente al suo stato ansioso, il suo ciclo é sempre stato estremamente altalenante e irregolare, ciò indica essenzialmente difficoltà o assenza di ovulazione che si estrinsecano nelle irregolarità o mancanza di flusso mestruale, che si sono puntualmente ripresentate dopo la sospensione della pillola.
In assenza di ricerca di gravidanza, la gestione di tali problematiche, esperiti gli accertamenti clinici, metabolici ed ormonali di rito, può avvalersi positivamente dell'uso di pillola estroprogestinica.
Cordiali saluti.
Dr. MARCELLO NAVAZIO
Specialista in Ginecologia ed Endocrinologia
Bologna