Utente
Buongiorno/buonasera,
Sono una ragazza di 21 anni.

Ho il ciclo da quando avevo 13 anni e non mi ha mai creato grossi problemi a livello sintomatico.

Tutt’oggi mi viene ogni mese regolarmente, puntualmente e non mi causa dolori o sintomi particolari, a eccezione del primo giorno, in cui oltre a un più o meno leggero dolore pelvico, che non perdura per tutto il giorno, ma un paio di ore e con cui riesco comunque a praticare sport e a vivere la giornata tranquillamente (tranne qualche rarissima eccezione) , mi viene un dolore molto strano pre e post defecazione.
Un dolore molto acuto nella zona ano-rettale, per qualche minuto non riesco proprio ad alzarmi dal dolore e quando vado in bagno sento dolore durante l’atto.
Questo mi succede non a ogni ciclo, e in più solo alla prima defecazione mattutina, poi sparisce tutto.

Gli anni scorsi questo non mi succedeva, è da 2/3 anni che si presenta questo disagio.
In più, al di fuori del ciclo, mi è capitato di soffrire di ragadi anali quando ero particolarmente stressata e mangiavo meno frutta del solito.

Quando avevo 15 anni ho sofferto di amenorrea per 6 mesi, perché mi allenavo tutti i giorni intensamente e non mangiavo abbastanza grassi, diminuendo gli allenamenti e mangiando correttamente ho risolto, avevo fatto ai tempi un’ecografia pelvica e non mi era stata rilevata nessuna problematica.

Quindi, volevo sapere se questo dolore retto anale puó presentarsi fisiologicamente col ciclo, oppure se devo preoccuparmi perché non è normale.

Ho letto che è uno dei più evidenti sintomi dell’endometriosi, tuttavia non ho nessun altro sintomo ricondotto a questa malattia.

Grazie in anticipo e buona giornata/serata.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si è vero , spesso il dolore durante la defecazione è riferibile alla endometriosi .
Il forte dolore mestruale detto dismenorrea non è una condizione fisiologica del ciclo femminile e non bisogna credere che sia la norma.
Il disagio rettale consiste in sintomi più o meno frequenti quali il tenesmo rettale (falsa sensazione di dover andare in bagno), fitte nel retto o punture di spillo, difficoltà a stare normalmente seduti o senso di peso posteriore.
E' molto importante una valutazione clinica : visita ginecologica e non escludere una visita rettale .
Eliminati i dubbi , si potrebbe pensare ad un dolore pelvico di altra natura
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta Dottore, però volevo specificarle la particolarità di questi dolori.

Ovvero, io non ho nessun dolore pelvico che mi compromette la giornata o la salute, così come non ho un ciclo irregolare o doloroso, non ho grossissime perdite e mi viene in maniera regolare.

L’unica cosa anomala è il forte dolore ano rettale prima della defecazione e durante, che dura solo ed esclusivamente per la prima defecazione e non è uno stimolo falso, ma devo realmente andare in bagno. Andata in bagno la prima volta, questo dolore non mi si presenta più, mi succede solo ed esclusivamente il primo giorno di ciclo alla prima defecazione, per questo mi sembra strano, oltre al fatto che non ho sintomi riconducibili all’endometriosi...
Mi consiglia comunque una visita?
Ripeto che l’avevo già fatta in precedenza, una ecografia NON transvaginale, ma dall’esterno, in cui non mi è stato rilevato nulla.
Grazie in anticipo, buona giornata.

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sicuramente una visita aiuterebbe molto nel formulare una diagnosi più corretta , più precisa.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI