Utente
Buongiorno,
Sono una ragazza di 22 anni, sono una studentessa e conduco una vita sana e regolare.

Le mie mestruazioni sono regolarissime (ogni 26 gg) ma Da due anni ad oggi provo un forte dolore in concomitanza dell’ovulazione che dura un giorno, tranne qualche volta in cui è molto leggero.

I miei sintomi sono: dolore all’ovaia che sta ovulando, gonfiore addominale e poi una volta terminato il dolore all’ovaia inizia quello all’utero (il tutto dura un giorno, mentre gli altri giorni sto bene).
Dato che sono molto ipocondriaca, mi sono fatta visitare da 3 ginecologhe diverse, ognuna delle quali mi ha fatto eco transvaginale, ma da queste è risultato tutto a posto.
Ad ognuna ho fatto presente che una mia parente molto prossima soffre di endometriosi, ma tutte le dottoresse mi hanno confermato che non ci sono segni.
Ora, so che per verificare la presenza di questa malattia servono esami molto più specifici di una eco transvaginale, però nessuna ginecologa mi ha mai prescritto accertamenti diversi da questa se non l’assunzione di contraccettivi ormonali.

Inoltre, a causa della ferritina bassa e stanchezza, il mio medico di base mi ha prescritto gli esami delle feci per sangue occulto (che devo ancora fare).

Premetto che per un periodo di tempo ho preso la pillola e non avevo alcun problema di questo tipo, mentre quando ero adolescente avevo forti dolori mestruali che si sono abbastanza risolti nel tempo (oggi ho crampi solo nel primo giorno di mestruo non esagerati e che terminano quando assumo buscofen).

Cosa posso fare?

Grazie

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La risposta al suo quesito è presente nella sua premessa
""Premetto che per un periodo di tempo ho preso la pillola e non avevo alcun problema di questo tipo,""
Reazioni allo scoppio del follicolo (ovulazione ) con liquido follicolare che si versa in addome (con irritazione peritoneale ) , potrebbero simulare una sintomatologia simile alla endometriosi pelvica.
Quindi il blocco della ovulazione con la pillola potrebbe tornare utile.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dottore per la risposta,
ma questo mio sintomo potrebbe essere indice di endometriosi o di un’altra malattia ancora più grave? C’è comunque la probabilità che queste patologie si vedano dalla eco transvaginale? Ho molta ansia di avere qualcosa che non va. In ogni caso penso proprio di iniziare nuovamente a prendere la pillola come mi ha consigliato la ginecologa. Grazie.