Utente
Buongiorno avrei bipsgno di un vostro aiuto soffro da circa cinque mesi di bruciore intimo interno a livello vaginale accompagnato a senso di dolore e peso inizialmente credevo fosse collegato a una candida che nel mese di luglio mi è venuta per ben due volte però ho fatto la cura e ho rifatto i tamponi sia per miceti che per batteri ed era tutto negativo allora ho fatto pap test con esito negativo tranne per quanto riguarda la citolisi di doderlain sottovalutata dal mio ginecologo non stante i tamponi siano negativi la mia sofferenza continua allora cambio ginecologo e mi dice che la citolisi è una protezione e che non causa fastidi non soddisfatta cambio ginecologo e mi sottopongo a una nuova visita con tamponi nr per miceti e batteri e colposcopia entrambi negativi allora il ginecologo mi dice xhe questi fastidi che io lamento sono dovuto alla citolisi e che avendo troppi lattobacilli il ph è troppo acido e mi causa questo bricore allora mi prescrive delle lavande di nome salsogyne a base di acqua termale di salsomaggiore io ne faccio 12 ma nonostante quesro il pribema non si risolve quindi a questo punto sono disperata perché non so cosa pensare infatti ho deciso di cambiare ginecologo perché non mi ha risolto il pribema la domanda che vi pongo è può un ph troppo acido causare tutti questi disturbi?
Se è si come mi devo Comportare?
O può essere collegato a qualche altro pribema perché a questo punto non so più cosa pensare so solo che la mia vita è diventata un inferno e non so come uscirne e tornare a stare bene.
Sono disperata qualcuno mi aiuti aspetto una vostra risposta appena possibile grazie in anticipo a chi lo farà

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dalla descrizione della sintomatologia mi è parso di comprendere che il problema non è VAGINALE , ma VULVARE .
A livello vulvare (vulva = genitali esterni) si possono riscontrare dermatosi e dermatiti non infettive come il LICHEN ( in particolare il lichen ruber planus ), vulvite allergica acuta da contatto (VAC) e la VAC cronica , anche a volte una Dermatite atopica.
Queste sono ipotesi diagnostiche che vanno confermate con un accurato esame obiettivo della vulva, spesso trascurata nella diagnostica ginecologica.
Cordiali saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore della sua risposta ma il mio pribema non è vulvare perché nei geniali esterni non ho nulla il pribema è all interno della vagina che ho bricore peso e dolore avvolte per quesro vorrei sapere cosa dovrei fare perché non so più cosa fare se magari lei può aiutarmi gliene sarei grata

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Quando si parla di vulva non si parla soltanto di grandi labbra (esterne ) ma anche di piccole labbra e vestibolo sino all'orifizio imenale , che voi solitamente riferite come "interne" e quindi vaginali.
Chiedo scusa per la disquisizione anatomica ma è importante , e tutto ciò trova conferma durante la mia attività ambulatoriale come patologo vulvare
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Buimgiorno dottore volevo dirle che sono stata dal mio ginecologo e dalla visita non ha riscontrato nulla dato che non ho alcun segno di infezuine ma mi ha detto che quesro bruciore peso e dolore che ho dentro alla vagina è dovuto a una infiammazione pelvica dovuta all innervamento della vagina infatti mi ha detto che il mio pribema non è di natura infettiva ma mi ha detto che è di tipo neuro infiammatorio dicendomi che è una vestibulite anche se il dolore è concentrato al centro della vagina come terapia mi ha dato le bustine pelvilen duo act orosolubili due bustine al giorno per un mese e le gocce di laroxyl volevo chiederle se man mano sfiammandosi il nervo non avrò più questi fastidi a luvello vaginale che mi rendono la vita da cinque mesi un inferno... Perché ho fatto tanto di quelle terapie che ho paura che neanche questa avrà effetto.. Aspetto un vostro msg appena possibile grazie in anticipo

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Questo mi conferma che si tratta di un problema vulvare , non di citolisi da eccesso di Doderlein., siamo sulla giusta via.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente
Quindi dottore lei pensa che facendo la terapia il bruciore e il peso e dolore dentro la vagina andrà via? Glielo chiedo perché soffro di ansia e depressione e non faccio altro che piangere perché ho paura che questo fastidio non andra più via.. Aspetto un suo msg appena possibile grazie in anticipo

[#7] dopo  
Utente
Inoltre dottore volevo dirle ma è sempre dovuto a questo pribema che quando urino alla fine dell urinate avverto brcuire forte all entrata della vagina come se avessi una scottatura?

[#8]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Solitamente le donne con vulvodinia lamentano dolore e/o bruciore vulvare che può essere descritto con varie espressioni : sensazione di scossa, fitta, puntura di spillo o gonfiore fastidioso.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#9] dopo  
Utente
Buonasera dottore volevo dirle che io a livello della vulva non avverto niente tranne qualche volta delle fitte al clitoride però il fastidio è dentro la vagina che ho dolore peso e bruciore è sempre dovuto alla vestibulite?