Ci siamo rivolti a un ginecologo e ho immediatamente cominciato ad assumere acido folico

(vorrei rivolgermi al dr. Ivanoe Santoro)

Buongiorno,
io e mio marito cerchiamo di avere un bambino da circa due anni. Ci siamo rivolti a un ginecologo e ho immediatamente cominciato ad assumere acido folico. Il mio ciclo pero' era irregolare e alcune analisi hanno confermato un livello di prolattina elevato. Mio marito a sua volta ha eseguito uno spermiogramma che è stato ritenuto nella norma. Ho assunto Dostinex per alcuni mesi finché sono rimasta incinta. Purtroppo non è andata bene, perchè fin dai primi controlli il battito era basso, ed è andato a diminuire finchè a circa 2 mesi, la gravidanza si è interrotta. Hanno eseguito su di me il "metodo Karman" nel dicembre 2007 e dopo un paio di mesi abbiamo deciso di riprovarci. Ho continuato ad assumere acido folico e un paio di volte al mese andavamo a fare l'ecografia per monitorare i follicoli, rilevando la temperatura basale ogni giorno, a volte stimolando con iniezioni di Gonasi e sostenendo la fase luteale con progeffik. Nel Gennaio di quest'anno, finalmente il test di gravidanza ha dato esito positivo, purtroppo c'è stato un aborto spontaneo dopo circa 1 mese ma il medico non ha ritenuto necessario ripetere il metodo Karman. A tutt'oggi continuo ad assumere acido folico, ho recentemente ripetuto le analisi dei livelli di prolattina, progesterone ed estradiolo, risultati nella norma. Continuiamo a rilevare la temperatura basale, a monitorare i follicoli con due o tre ecografie transvaginali al mese, ma non le nascondo che cominciamo a sentirci depressi, anche perchè non riusciamo a capire il motivo delle due interruzioni di gravidanza. Ormai sono trascorsi due anni e ci chiediamo dove stiamo sbagliando. Attendiamo una sua cortese risposta e la salutiamo cordialmente,
Maria e Francesco
[#1]
Dr. Giampietro Gubbini Ginecologo 1,5k 44 9
Esistono una serie di accertamenti che dopo due aborti si rendono necessari.Fra questi le consiglio una indagine isteroscopica ambulatoriale che potrebbe evidenziare eventuali malformazioni uterine responsabili di abortività.Ne parli con il suo ginecologo.

Dr. Giampietro Gubbini

[#2]
Dr. Roberto Spano' Ginecologo, Endocrinologo 43
Concordo con il collega; eseguirei, parlandone comunque con il suo ginecologo, lo screening per la trombofilia spesso responsabile di poliabortività e sterilità, cariotipo dei partners, TSH, Anticorpi anti-tiroide (anti-perossidasi).
distinti saluti

dott. Roberto Spanò
Terni

[#3]
dopo
Utente
Utente
Ringrazio entrambi i dottori per le cortesi risposte. Sono stata dal ginecologo e gli ho detto di essere scoraggiata, ma lui non ritiene opportuno fare ulteriori accertamenti. A questo punto, ci sentiamo ancora più confusi...
cordialmente,

Maria

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test